Aziende agricole: nuovo sistema deleghe dal 4 settembre 2018

Alessio Mauro - Leggi e prassi

Per le aziende agricole con dipendenti sarà attivo dal 4 settembre 2018 il nuovo sistema di attivazione delle deleghe preliminare al passaggio da DMAG a UNIEMENS. Ecco le istruzioni INPS su come funziona e cosa fare.

Aziende agricole: nuovo sistema deleghe dal 4 settembre 2018

Nuovo sistema di gestione delle deleghe per le aziende agricole con dipendenti dal 4 settembre 2018.

Dopo numerose proroghe necessarie per consentire all’INPS di adeguare le procedure di gestione delle deleghe per i datori di lavoro agricolo, si appresta ad essere ufficialmente operativo il nuovo sistema che porterà al passaggio dal DMAG all’Uniemens dal 1° gennaio 2019.

Le istruzioni operative su come funziona il nuovo sistema sono state fornite dall’INPS con i messaggi n. 4921 del 7/12/2017, n. 1618 del 13/04/2018 e n. 2725 del 5/07/2018. La nuova disciplina prevede che la profilazione e l’abilitazione ai servizi per l’agricoltura avvengano con la procedura di “Gestione deleghe”, che sostituirà le vigenti modalità e procedure abilitative nell’ambito della gestione in argomento.

Aziende agricole con dipendenti: sistema “Gestione deleghe” dal 4 settembre 2018

Al fine del passaggio dal sistema DMAG al sistema UNIEMENS per le aziende agricole con dipendenti, previsto a partire dal 1° gennaio 2019, l’INPS ha attivato il nuovo sistema di Gestione deleghe.

Per ciascuna tipologia di delega (diretta, indiretta, deleghe ad associazione di categoria) sarà quindi necessario procedere con gli adempimenti descritti nel messaggio n. 4921/2017 dell’INPS. Le istruzioni operative sono state fornite dal successivo messaggio n. 1618/2018.

Per l’attivazione delle deleghe gli utenti dovranno accedere all’applicazione “Gestione deleghe” nel portale INPS e selezionare la sezione “Dettagli Delega/Subdelega”.

In tale sezione sarà possibile visualizzare l’elenco delle deleghe migrate che risulteranno, in una prima fase, tutte da attivare.

Entrando nel dettaglio di ogni delega e dopo la verifica della correttezza delle informazioni inserite, sarà possibile validare e attivare la delega. Questa risulterà attiva dalla mezzanotte del giorno successivo.

Qualora vi fosse corrispondenza tra il codice fiscale del soggetto (titolare/rappresentante legale) e il codice fiscale aziendale le deleghe dirette saranno validate direttamente dal sistema centrale. Al contrario, in caso di mancata corrispondenza, la delega non sarà più valida.

Le deleghe saranno pienamente operative al termine della procedura di validazione e l’accesso ai servizi del Cassetto previdenziale Aziende Agricole e all’iscrizione delle aziende agricole sarà consentito soltanto agli utenti abilitati in “Gestione deleghe”

Deleghe INPS aziende agricole: le istruzioni per le nuove profilazioni

La nuova procedura di gestione delle deleghe INPS per le aziende agricole riguardano anche i soggetti che intendono accedere ai sistemi telematici dei servizi per l’agricoltura, i quali dovranno fare preventiva richiesta di uno dei seguenti dispositivi:

  • PIN dispositivo;
  • SPID, con credenziali almeno di Livello 2;
  • CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

La richiesta del PIN sarà fatta dal soggetto, a seconda del profilo in cui si riconosce, utilizzando l’apposita procedura come segue:

  • AZIENDA-Dipendente o subdelegato (Modulo SC62);
  • AZIENDA-Datore di lavoro/rappresentanti legali/altri responsabili (Modulo SC65);
  • INTERMEDIARIO ASSOCIAZIONI (Modulo SC63);
  • CONSULENTE (Modulo SC64).

Una volta ottenuto il PIN dispositivo e la profilazione dell’INPS il soggetto sarà abilitato alla trasmissione della denuncia aziendale. Una volta ottenuto il codice CIDA, il titolare dell’azienda avrà automaticamente attiva la delega che consente di accedere ai servizi e alle procedure collegate all’agricoltura.

Deleghe intermediari

Per quanto riguarda gli intermediari, invece, sarà necessario acquisire prima la delega sulla posizione contributiva creata con la denuncia aziendale e successivamente potranno accedere a servizi e procedure.

Da tale momento, quindi, il titolare dell’azienda o l’intermediario potranno accedere al Cassetto Previdenziale Aziende Agricole e inviare le denunce trimestrali di manodopera (Dmag).

Per quanto riguarda la profilazione e la delega dei Periti Agrari, Periti agrari laureati, Dottori agronomi e Dottori forestali, questi prima di richiedere il PIN dovranno inviare all’indirizzo mail [email protected] i seguenti documenti:

  • documento di riconoscimento;
  • copia della tessera del codice fiscale;
  • copia del tesserino di iscrizione all’albo o certificazione di iscrizione rilasciata dal proprio albo professionale;
  • copia della comunicazione inviata all’Ispettorato nazionale del lavoro competente per territorio.

A seguito della trasmissione della suddetta documentazione, il professionista sarà censito nel sistema deleghe nella qualità di intermediario e, al fine di rendere operativa la delega, dovrà richiedere il rilascio del PIN e la relativa profilazione presso la Struttura competente, che sulla base del precedente censimento gli conferirà il profilo corrispondente.