Assegno di maternità INPS, novità sui requisiti per le lavoratrici non comunitarie

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

L'INPS nel messaggio n. 3656 del 5 ottobre 2022 comunica che è stata estesa la platea delle beneficiarie e dei beneficiari dell'assegno di maternità dello Stato. La Legge n. 238/2021 ha modificato i requisiti relativi ai titoli di soggiorno per le cittadine e i cittadini stranieri, necessari per accedere alla prestazione. Per l'anno in corso l'importo dell'assegno è di 2.183,77 euro.

Assegno di maternità INPS, novità sui requisiti per le lavoratrici non comunitarie

Assegno di maternità INPS, è stata estesa la platea dei possibili beneficiari tra le cittadine e i cittadini stranieri non comunitari, tra i requisiti per l’accesso ora ci sono anche carta e permesso di soggiorno.

Si tratta della prestazione erogata dall’Istituto in favore delle lavoratrici e dei lavoratori atipici e discontinui che non hanno accesso all’indennità di maternità/paternità. I chiarimenti arrivano nel messaggio n. 3656 del 5 ottobre 2022.

Le modifiche sono state previste dalla Legge n. 238 del 2021, per cui possono ricevere l’assegno anche le persone in possesso di specifici permessi di soggiorno.

L’importo dell’assegno per il 2022 è stato fissato a 2.183,77 euro.

La domanda va presentata entro sei mesi dalla nascita del bambino o dall’effettivo ingresso del minore in famiglia. Si trasmette online, attraverso il servizio dedicato, oppure tramite contact center o Patronati.

Assegno di maternità INPS, novità sui requisiti per le lavoratrici non comunitarie

L’INPS, tramite il messaggio n. 3656 del 5 ottobre 2022, comunica che è stata allargata la lista dei possibili beneficiari dell’assegno di maternità dello Stato tra chi svolge lavori atipici e discontinui e non beneficia dell’indennità di maternità.

Le modifiche all’art 75 del DL n. 151/2001, che disciplina la misura, sono state apportate dalla Legge n. 238 del 2021 (art. 3 comma 3, lettera b), la quale ha esteso i titoli di soggiorno idonei, tra i requisiti necessari per accedere all’assegno, per i cittadini stranieri di Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea.

Pertanto, oltre alle donne e agli uomini residenti, cittadini italiani o comunitari, possono ricevere l’assegno diverse categorie di lavoratori atipici o discontinui, stranieri e non comunitari.

Si tratta, in particolare di madri e padri naturali o adottivi/affidatari:

  • titolari della carta di soggiorno “per i familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione europea” (art. 10 del Dlgs n. 30/2007);
  • titolari della carta di soggiorno “per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro” (art. 17 del Dlgs n. 30/2007)
  • titolari di permesso di soggiorno ed equiparati ai cittadini italiani (permesso di lavoro o di ricerca per più di 6 mesi);
  • titolari di permesso di soggiorno UE per lungo periodo.

Questi, però, non sono gli unici requisiti necessari per accedere alla prestazione. Padri e madri devono rispettare anche gli altri previsti e specificati nella circolare n. 143 del 2001 e nella scheda prestazioni disponibile sul sito dell’INPS.

Assegno di maternità INPS: come fare domanda

L’assegno di maternità per lavoratrici e lavoratori atipici e discontinui, detto anche assegno di maternità dello Stato, viene erogato direttamente dall’INPS in favore di madri e padri naturali o adottivi/affidatari.

L’importo spettante è rideterminato ogni anno sulla base dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati fornito da ISTAT e per il 2022 è pari a 2.183,77 euro, per ogni figlio nato o minore adottato o preso in affidamento.

L’assegno spetta nella misura intera solamente se i beneficiari non percepiscono nessun altro trattamento economico di maternità, mentre spetta in misura ridotta se l’importo per gli altri trattamenti ricevuti è inferiore a quello dell’assegno.

La domanda va presentata, entro sei mesi dalla nascita o dall’entrata in famiglia del minore. Bisogna inviarla in modalità telematica alla sede INPS di competenza utilizzando uno dei seguenti canali:

  • direttamente online tramite il servizio dedicato, disponibile sul sito dell’INPS;
  • contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • tramite Patronati.

Per accedere al sito dell’INPS sono necessarie le credenziali SPID, CIE o CNS.

INPS - Messaggio n. 3656 del 5 ottobre 2022
Modifica articolo 75 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, in relazione ai titoli di soggiorno che permettono l’accesso all’assegno di maternità per lavoratori atipici e discontinui (c.d. Assegno di maternità dello Stato)

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network