Agevolazioni edilizia: istruzioni INPS sugli sgravi contributivi 2020

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Agevolazioni edilizia: istruzioni INPS per beneficiare degli sgravi contributivi 2020 previsti per gli operai a tempo pieno del settore edile. I datori di lavoro possono procedere con la domanda utilizzando il cassetto previdenziale. Il beneficio è accessibile tramite flusso Uniemens. I dettagli nella circolare numero 110 del 29 settembre 2020.

Agevolazioni edilizia: istruzioni INPS sugli sgravi contributivi 2020

Agevolazioni edilizia: con la circolare numero 110 del 29 settembre 2020, l’INPS fornisce le istruzioni per beneficiare degli sgravi contributivi 2020 previsti per gli operai a tempo pieno del settore edile, chiarendo le condizioni che i datori di lavoro devono rispettare per l’accesso e le modalità da seguire per ottenere il beneficio: dalla domanda alla compilazione del flusso Uniemens.

Il decreto del 4 agosto 2020 del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle finanze ha confermato per il 2020 la riduzione contributiva prevista dall’articolo 29 del DL numero 244/1995 per gli operai a tempo pieno del settore edile.

Per il 2020 la riduzione contributiva pari all’11,50%. Tutti i dettagli nella circolare dedicata.

Agevolazioni edilizia: istruzioni INPS sugli sgravi contributivi 2020

Lo sgravio contributivo 2020 destinato alle imprese che operano nell’edilizia riguarda i periodi di paga da gennaio a dicembre 2020.

L’agevolazione spetta ai datori di lavoro classificati come segue.

SettoreCodici
Edilizia codici statistici contributivi da 11301 a 11305
Settore artigianato codici statistici contributivi da 41301 a 41305

La riduzione contributiva spetta, inoltre, ai datori di lavoro caratterizzati dai codici Ateco 2007 da 412000 a 439909.

Il beneficio si applica alle assicurazioni sociali diverse da quella pensionistica. Mentre non riguarda il contributo, pari allo 0,30% della retribuzione imponibile, previsto dall’articolo 25, quarto comma, della leggenumero 845 del 1978, destinabile al finanziamento dei fondi interprofessionali per la formazione continua.

Lo sgravio contributivo riguarda solo gli operai occupati per 40 ore a settimana, mentre non spetta per i lavoratori a tempo parziale.

A fornire le istruzioni per l’accesso all’agevolazione è la circolare numero 110 del 29 settembre 2020. Nel testo si legge:

“In proposito, si ricorda che la base di calcolo della suddetta riduzione deve essere ridotta in forza delle disposizioni di cui all’articolo 120, commi 1 e 2, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, e all’articolo 1, commi 361 e 362, della legge 23 dicembre 2005, n. 266; la base di calcolo deve essere altresì determinata al netto delle misure compensative eventualmente spettanti”.

Agevolazioni edilizia, istruzioni INPS sugli sgravi contributivi 2020: requisiti di accesso per i datori di lavoro

Le condizioni d’accesso allo sgravio contributivo 2020 per i datori di lavoro che impiegano operai a tempo pieno nel settore dell’edilizia sono le seguenti:

  • rispettare i requisiti di regolarità contributiva attestata tramite il DURC, documento unico di regolarità contributiva, fermi restando gli altri obblighi di legge e il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, oltre a quelli regionali, territoriali o aziendali, quando sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
  • essere in linea con quanto previsto dall’articolo 1, comma 1, del decreto-legge 9 ottobre 1989, n. 338, in materia di retribuzione imponibile;
  • non aver riportato condanne passate in giudicato per la violazione della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro nei 5 anni che precedono la data di applicazione dell’agevolazione.

La circolare numero 110 del 29 settembre 2020 specifica, inoltre, che ai lavoratori per i quali sono previste specifici sgravi contributivi, come ad esempio IO Lavoro, sono esclusi dal beneficio. Così come non la riduzione non spetta in presenza di contratti di solidarietà.

Agevolazioni edilizia, istruzioni INPS sugli sgravi contributivi 2020: come presentare domanda

I datori di lavoro che si trovano nelle condizioni previste e che impiegano operai a cui è applicabile lo sgravio contributivo 2020 possono richiedere il beneficio utilizzando il modulo “Rid-Edil”, disponibile nel Cassetto previdenziale aziende del portale INPS alla sezione “Comunicazioni on-line”. È possibile procedere entro il 15 gennaio 2021.

Le domande presentate, dopo controlli automatizzati, vengono definite entro il giorno successivo all’invio.

In caso di esito positivo, visibile sempre nel cassetto previdenziale, alla posizione contributiva interessata viene attribuito il codice di autorizzazione 7N, per il periodo da settembre 2020 a dicembre 2020.

Ma il testo specifica:

“In ogni caso lo sgravio si riferirà al periodo che va da gennaio a dicembre 2020”.

Nel flusso Uniemens lo sgravio contributivo, che rientra tra le agevolazioni per l’edilizia del 2020, dovrà essere indicato come segue.

Codice causaleElemento
L206 AltreACredito di DatiRetributivi
L207 AltrePartiteACredito di DenunciaAziendale per il recupero degli arretrati

Il beneficio potrà rientrare nelle denunce contributive Uniemens fino al mese di competenza dicembre 2020.

Tutti i dettagli anche sulla compilazione del flusso Uniemens in casi particolari sono disponibili nel testo integrale della circolare INPS numero 110 del 29 settembre 2020.

INPS - Circolare numero 110 del 29 settembre 2020
Articolo 29 del D.L. n. 244/1995. Conferma della riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2020. Indicazioni operative.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network