Secondo acconto Irap 2017: codice tributo e istruzioni

Secondo acconto Irap 2017: codice tributo modello F24 ed istruzioni per il calcolo.

Secondo acconto Irap 2017: codice tributo e istruzioni

Il secondo acconto Irap 2017 deve essere versato entro il prossimo 30 novembre.

Il calcolo e le modalità di pagamento del secondo acconto Irap 2017 sono le stesse già viste nel caso di Irpef ed Ires, ma con alcune piccole differenze. Si tratta soprattutto degli importi limite di riferimento da considerare per attestare se l’acconto sia dovuto o meno.

In particolare, il secondo acconto Irap 2017 è dovuto nei seguenti casi:

  • persone fisiche: quando l’importo del rigo IR21 della dichiarazione Irap 2017 è superiore ad euro 51,65;
  • soggetti Ires: quando l’importo del rigo IR21 della dichiarazione Irap è superiore ad euro 20,66.

Secondo acconto Irap 2017: codice tributo modello F24

Il codice tributo per il versamento del secondo acconto Irap è il 3813, occorre compilare la sezione Regioni ed indicare l’importo a debito nella colonna 4. Qualora il contribuente possa fruire di importi a credito da utilizzare in compensazione, questi possono essere indicati nella colonna 5. L’anno di riferimento da indicare è il 2017.

Secondo acconto Irap 2017: quando è dovuto?

Quando è dovuto il secondo acconto Irap 2017?

Come si diceva all’inizio le regole per il calcolo ed il versamento dell’acconto Irap sono le stesse di quelle previste per l’Irpef e l’Ires.

Secondo acconto Irap 2017 per i soggetti Irpef

Di conseguenza, nel caso dei soggetti Irpef gli acconti Irap sono dovuti se l’imposta dichiarata nell’anno considerato (riferita, quindi, all’anno precedente), al netto delle detrazioni, dei crediti d’imposta, delle ritenute e delle eccedenze, è superiore ad euro 51,65 euro.

L’acconto è pari al 100% dell’imposta dichiarata nell’anno e deve essere versato in una o due rate, a seconda dell’importo:

  • unico versamento, entro il 30 novembre, se l’acconto è inferiore a 257,52 euro;
  • due rate, se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro; la prima pari al 40% entro il 30 giugno (insieme al saldo), la seconda – il restante 60% - entro il 30 novembre.

Secondo acconto Irap 2017 per i soggetti Ires

Per i soggetti Ires, invece, non sono dovuti acconti Irap qualora il debito risultante dalla dichiarazione sia inferiore a 20,66 euro. In caso di debito superiore a 20,66 euro l’acconto è dovuto.

Attenzione però, perché in caso di primo acconto inferiore a 103 euro, l’acconto totale potrà essere versato in un’unica soluzione entro il 30 novembre.

Nel caso, invece, di primo acconto Irap 2017 superiore o uguale ad euro 103 gli acconti dovranno essere versati in due rate:

  • primo acconto Irap 2017 pari al 40% del saldo entro la stessa scadenza del saldo relativo all’anno precedente;
  • secondo acconto Irap 2017 pari al 60% del saldo entro il prossimo 30 novembre 2017.