Lotteria degli scontrini anche nel 2022, spazio a nuovi premi istantanei

Lotteria degli scontrini confermata anche nel 2022, con apertura da parte del MEF e dell'Agenzia delle Dogane verso l'introduzione di premi istantanei. Una semplificazione per la quale servirebbero però modifiche tecniche per i negozianti.

Lotteria degli scontrini anche nel 2022, spazio a nuovi premi istantanei

Lotteria degli scontrini confermata anche per il 2022, e non si escludono novità in merito ai premi e alle modalità di partecipazione.

Del piano Italia Cashless, voluto per incentivare l’uso di carte e bancomat e ridurre la circolazione di contanti, la “riffa” di Stato è l’unica delle misure che sopravviverà dal prossimo anno, tenuto conto dell’addio al cashback previsto dal disegno di Legge di Bilancio 2022.

A confermare che non è in campo l’ipotesi di stoppare la lotteria degli scontrini è il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con la risposta fornita il 3 novembre 2021 nel corso delle interrogazioni in Commissione Finanze della Camera.

È inoltre valutata positivamente anche la possibilità di semplificare le regole per la partecipazione alle estrazioni.

L’Agenzia delle Dogane apre all’ipotesi di nuovi premi istantanei, così come a semplificazioni in merito all’acquisizione del codice lotteria, ma servirebbero modifiche strutturali ai registratori di cassa telematici utilizzarti dagli esercenti.

Lotteria degli scontrini anche nel 2022, spazio a nuovi premi istantanei

Per la lotteria degli scontrini nel 2022 così come a partire dal 2023 sono stanziati circa 45 miliardi di euro, risorse assegnate dall’articolo 5 del Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2022 ai fini dell’attribuzione dei premi ai consumatori e agli esercenti.

Il destino della “riffa” di Stato è quindi ben diverso da quello del cashback che, al contrario, verrà fermato in via definitiva - salvo novità - dalla Legge di Bilancio 2022.

Resta quindi in campo solo uno dei pilastri del piano Italia Cashless che, a differenza del bonus bancomat, è strutturato in modo da “garantire l’equilibrio finanziario della relativa gestione”. Ad evidenziarlo è il MEF, in risposta all’interrogazione n. 5-06946 presentata in Commissione Finanze della Camera.

La risposta fornita nel corso della seduta del 3 novembre 2021 è l’occasione anche per fare il punto sulla portata della misura.

Sono 5,9 milioni i codici lotteria rilasciati a 4,7 milioni di utenti, mentre gli esercenti che trasmettono i dati sono solo il 26,8 per cento del totale (ossia 369.000 su 1.320.000). Sono soprattutto i piccoli esercenti a non essersi ancora adeguati alla riffa di Stato, anche alla luce della mancanza di sanzioni per chi non partecipa, mentre è alta l’adesione da parte della grande distribuzione.

Per dare maggior impulso alla misura servono però semplificazioni che incentivino i cittadini a partecipare alla lotteria degli scontrini. Una richiesta sulla quale il MEF appare favorevole, così come l’Agenzia delle Dogane.

Commissione Finanze della Camera - resoconto seduta 3 novembre 2021
Scarica il documento contenente la risposta all’interrogazione n. 5-06946, "Semplificazione ed incentivazione della partecipazione alla lotteria nazionale degli scontrini"

Lotteria degli scontrini, premi istantanei e utilizzo dell’App IO per semplificare la partecipazione

Non è esclusa una rivisitazione delle regole della lotteria degli scontrini. Le Dogane aprono alla possibilità di istituire dei nuovi premi istantanei,

“ferme restando le necessarie modifiche e integrazioni e gli imprescindibili adeguamenti dei sistemi informatici attualmente utilizzati e dei registratori di cassa degli esercenti.”

L’ipotesi di introdurre premi assegnati nell’immediato in sede d’acquisto, e di consentire quindi all’acquirente di conoscere subito l’esito della partecipazione alla misura, passerebbe in ogni caso dalla modifica alle regole tecniche dei registratori di cassa telematici e dall’installazione di un software dedicato.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si dichiara disponibile ad elaborare le più idonee soluzioni tecnologiche per rendere più semplice la partecipazione alla lotteria degli scontrini, anche mediante l’integrazione nell’app IO dei dati riferiti ai mezzi di pagamento utilizzati e il codice assegnato.

Semplificazioni che, in ogni caso, chiederebbero tempo. Nell’immediato il MEF punta tutto sulla comunicazione: sarà avviata una campagna di promozione rivolta sia agli esercenti che agli utenti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network