Entrate tributarie 2019: gettito di 359,8 miliardi nei primi 10 mesi

Il MEF ha reso noto che le entrate tributarie nei primi 10 mesi del 2019 ha registrato un gettito di 359,8 miliardi di euro. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Entrate tributarie 2019: gettito di 359,8 miliardi nei primi 10 mesi

Il MEF con il comunicato stampa n. 218 del 5 dicembre 2019 ha reso noto che, nel periodo gennaio-ottobre 2019, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 359.830 milioni di euro.

Più 1,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. Inoltre è stato chiarito che sono aumentate del 16,7% le entrate derivanti dall’attività di accertamento e controllo.

Nel mese di ottobre si è evidenziato un incremento di gettito pari a 2.313 milioni di euro (+7,1%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, influenzato dalle entrate delle imposte autoliquidate con un gettito IRPEF pari a 2.235 milioni di euro (+553 milioni di euro) e IRES pari a 1.349 milioni di euro (+102 milioni di euro).

Ma vediamo nel dettaglio a quanto ammontano le imposte dirette, quelle indirette e quelle derivanti dai giochi.

Entrate tributarie gennaio-ottobre 2019: le imposte indirette

Il MEF nel comunicato stampa pubblicato oggi, 5 dicembre 2019, ha reso noto che le imposte dirette risultano pari a 193.011 milioni di euro, con un incremento di 2.964 milioni di euro (+1,6%) rispetto al medesimo periodo del 2018.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha inoltre segnato l’andamento positivo delle ritenute IRPEF sui lavoratori del settore privato (+2.290 milioni di euro, pari a +3,4%) e sui dipendenti del settore pubblico (+1.891 milioni di euro, pari a +3,1%), riscontrando invece una diminuzione delle ritenute effettuate dai lavoratori autonomi (-1.013 milioni di euro, - 9,7%).

Tra le altre imposte dirette, il MEF ha segnalato un lieve incremento dell’imposta sostitutiva sui redditi e delle ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale (+0,3%), mentre persiste la diminuzione dell’imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle plusvalenze (-741 milioni di euro, -73,8%) che rispecchia le performance negative dei mercati nel corso del 2018.

Entrate tributarie gennaio-ottobre 2019: le imposte indirette e le entrate dai giochi

Le imposte indirette, ammontano a 166.819 milioni di euro, registrando una variazione positiva di 2.468 milioni di euro (+1,5%).

Il risultato è legato all’andamento del gettito dell’IVA (+2.772 milioni di euro, +2,8%) e, in particolare, alla componente di prelievo sugli scambi interni che registra un incremento di 2.996 milioni di euro (+3,4%).

É diminuito, invece, il gettito dell’IVA sulle importazioni (-224 milioni di euro, -1,9%).

L’imposta sulle assicurazioni ha segnato una diminuzione del 36,0% determinata, nel mese di luglio, dal recupero del maggiore acconto versato nel 2018 per effetto dell’aumento dell’aliquota, dal 40% al 58%, previsto dalla legge finanziaria per il 2018.

Anche l’imposta di bollo ha mostrato un calo di 404 milioni di euro (-7,1%) dovuto anche alle nuove disposizioni, in vigore dal 1 gennaio 2019, che hanno modificato le modalità di versamento dell’imposta sulle fatture elettroniche.

Infine, per ciò che concerne le entrate dai giochi, il MEF ha reso noto che queste nei primi dieci mesi dell’anno sono ammontate a 12.863 milioni di euro (+7,0%).

Per ulteriori informazioni potete consultare il comunicato stampa del MEF pubblicato il 5 dicembre 2019 allegato di seguito.

PDF - 223.8 Kb
Comunicato stampa n. 218 del 5 dicembre 2019 del MEF
Entrate tributarie 2019: gettito di 359,8 miliardi nei primi 10 mesi. Più 1,5% rispetto allo stesso periodo del 2018

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it