Canone Rai 2022, invariata la tassa speciale per le partite IVA

Canone Rai speciale 2022, non cambia l'importo della tassa dovuta dai titolari di partita IVA. Il decreto MISE pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 23 febbraio conferma i valori già fissati per gli scorsi anni, notizia che si affianca alla proroga della scadenza dal 31 gennaio al 31 marzo.

Canone Rai 2022, invariata la tassa speciale per le partite IVA

Canone Rai 2022 invariato per le partite IVA: non cambia l’importo della tassa speciale dovuta in caso di detenzione di apparecchi radio e TV fuori dall’ambito familiare.

A disporlo è il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico datato 27 dicembre 2021 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 23 febbraio 2022.

Una notizia che si affianca alla proroga della scadenza per il pagamento del canone Rai speciale 2022, che slitta dal 31 gennaio al 31 marzo. Il rinvio è stato disposto dal Consiglio di Amministrazione Rai alla luce del protrarsi dell’emergenza economica causata dalla pandemia.

Si ricorda che l’obbligo di pagare il canone Rai ricade su coloro che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, locali aperti al pubblico, e in ogni caso fuori dall’ambito familiari o in caso di impiego per finalità di lucro diretto o indiretto.

L’importo dovuto varia in base all’attività esercitata, e per il 2022 continua ad essere applicato per un massimo di 6.789,40 euro ed un minimo di 203,70 euro.

È stato invece unificato l’importo del canone speciale per la radio, pari a 29,94 euro su base annuale.

Canone Rai 2022, invariata la tassa speciale per le partite IVA

Non cambia l’importo del canone Rai speciale dovuto dai titolari di partita IVA.

I valori previsti su base trimestrale, semestrale e annuale in caso di detenzione di radio o TV cinema, teatri e in locali assimilabili restano fissati nella misura prevista dalle tabelle 3 e 4 del decreto MISE del 29 dicembre 2014.

A disporlo è il decreto dello Sviluppo Economico pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 23 febbraio 2022, che in relazione agli obblighi applicabili dal 1° gennaio conferma quindi le tariffe differenziate per le diverse categorie.

L’importo del canone speciale alla TV e alla radio non è uguale per tutte le partite IVA ma è calcolato sulla base di specifici parametri. Le tariffe previste per il 2022 in relazione agli importi trimestrali, semestrali e annuali sono così stabilite:

SoggettiImporto AnnualeImporto SemestraleImporto Trimestrale
Alberghi con 5 stelle e 5 stelle lusso con un numero di camere pari a o superiore a cento Euro 6.789,40 Euro 3.463,98 Euro 1.801,28
Alberghi con 5 stelle e 5 stelle lusso con un numero di camere inferiore a cento e superiore a venticinque; residence turistico-alberghieri con 4 stelle; villaggi turistici e campeggi con 4 stelle; esercizi pubblici di lusso e navi di lusso Euro 2.036,83 Euro 1.039,20 Euro 540,38
Alberghi con 5 stelle e 5 stelle lusso con un numero di camere pari o inferiore a venticinque; alberghi con 4 e 3 stelle e pensioni con 3 stelle con un numero di televisori superiore a dieci; residence turistico-alberghieri con 3 stelle; villaggi turistici e campeggi con 3 stelle; esercizi pubblici di prima e seconda categoria; sportelli bancari Euro 1.018,40 Euro 519,58 Euro 270,18
Alberghi con 4 e 3 stelle e pensioni con 3 stelle con un numero di televisori pari o inferiore a dieci; alberghi, pensioni e locande con 2 e 1 stella; residenze turistiche alberghiere e villaggi turistici con 2 stelle; campeggi con 2 e 1 stella; affittacamere; esercizi pubblici di terza e quarta categoria; altre navi; aerei in servizio pubblico; ospedali; cliniche e case di cura; uffici Euro 407,35 Euro 207,82 Euro 108,07
Strutture ricettive (Alberghi, Motels, Villaggi-albergo, Residenze turistico-alberghiere, ecc. -DPCM 13/09/2002) con un numero di televisori non superiore ad uno; circoli; associazioni; sedi di partiti politici; istituti religiosi; studi professionali; botteghe; negozi e assimilati; mense aziendali; scuole, istituti scolastici non esenti dal canone ai sensi della legge 2 dicembre 1951, n 1571, come modificata dalla legge del 28 dicembre 1989, n. 421 Euro 203,70 Euro 103,93 Euro 54,03

Per quanto riguarda l’importo del canone Radio, la somma dovuta è stata unificata per tutte le tipologie di imprese e categorie:

AnnualeSemestraleTrimestrale
Euro 29,94 Euro 15,28 Euro 7,95

Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27 dicembre 2021 - Gazzetta Ufficiale 23 febbraio 2022
Canoni di abbonamento speciale alla radiodiffusione per l’anno 2022

Canone Rai speciale 2022, proroga della scadenza al 31 marzo

Si ricorda che il canone Rai speciale deve essere corrisposto soltanto qualora nei locali dell’attività siano presenti TV o apparecchi idonei a ricevere le trasmissioni televisive.

La tassa è dovuta per ciascuna delle sedi possedute, qualora siano presenti apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni radiofoniche o televisive. Questo perché la stipula dell’abbonamento TV ha validità limitata all’indirizzo presso cui è stato stipulato (indicato nel libretto di iscrizione).

Tornando alle novità, si segnala che come indicato sul portale della Rai, nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione del 9 febbraio 2022 è stata disposta la proroga della scadenza per il rinnovo del canone speciale.

I titolari di partita IVA tenuti al versamento dovranno quindi rispettare la nuova scadenza del 31 marzo. Due mesi di tempo in più rispetto al termine ordinario del 31 gennaio, concessi alla luce delle difficoltà economiche ancora in corso per molti dei soggetti obbligati.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network