Bonus internet senza limiti ISEE e SPID gratis online: novità per le famiglie in arrivo

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Bonus internet di 300 euro senza limiti ISEE e SPID gratis online: sono queste alcune delle misure della Fase 2 del Piano voucher per le famiglie predisposto dalla società Infratel Italia. Entro il 31 maggio 2022 commenti e osservazioni, per il successivo invio alla Commissione Europea per l'approvazione.

Bonus internet senza limiti ISEE e SPID gratis online: novità per le famiglie in arrivo

Bonus internet di 300 euro senza limiti ISEE e, in parallelo, rilascio dello SPID gratis online.

Sono queste due delle misure previste dalla Fase 2 del Piano voucher per le famiglie predisposto dalla società Infratel Italia, in consultazione fino al 31 maggio 2022.

Dopo il flop del primo bonus internet introdotto in favore delle famiglie, prende ora forma l’intervento dalla portata più ampia che punta a favorire lo sviluppo di reti internet ad alta velocità.

Questa volta gli incentivi saranno riconosciuti senza necessità di rispettare un limite ISEE, ma per l’avvio operativo della Fase 2 del Piano voucher sarà necessario attendere che arrivino a compimento una serie di passaggi.

In primis, la fase di consultazione pubblica che ha preso il via il 27 aprile e che si concluderà entro il 31 maggio 2022, data ultima per l’invio di commenti e osservazioni da parte dei soggetti interessati.

Le misure saranno poi sottoposte al vaglio della Commissione Europea, per poi divenire operative mediante un apposito decreto del Ministero dello Sviluppo Economico.

Bonus internet senza limiti ISEE e SPID gratis online: novità per le famiglie in arrivo

Per la Fase 2 del Piano voucher predisposto dalla società Infratel Italia in favore delle famiglie sono a disposizione un totale di 407 milioni di euro circa, risorse che serviranno per erogare un contributo per l’attivazione di nuove connessioni internet, ma non solo.

I dettagli sulle misure predisposte sono contenute nel documento in consultazione pubblica dal 27 aprile e fino alla fine del mese di maggio, che delinea i tasselli della terza fase del piano approvato dal Comitato Banda Ultralarga lo scorso 5 maggio 2020.

Dopo il bonus per le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro e il voucher per le imprese, in corso di erogazione, si torna a guardare alle famiglie, con lo scopo di estendere il numero di quelle che utilizzano servizi digitali con reti internet ad alta velocità.

Secondo quanto previsto da Infratel, il nuovo bonus internet per le famiglie sarà di valore pari a 300 euro e finanzierà contratti di connessione di durata fino a 24 mesi di velocità pari almeno a 30 Mbps in download.

A potervi accedere saranno le famiglie che non dispongono di connessione internet o che intendono passare a tecnologie più performanti rispetto a quella in uso.

Tra i punti al centro della consultazione pubblica c’è però proprio l’importo del voucher. La somma di 300 euro è stata calcolata da Infratel sulla base di una stima dei prezzi delle offerte attualmente disponibili sul mercato, ipotizzando copertura del 50 per cento dei costi.

Da valutare l’adeguatezza del valore previsto, ed eventuali correttivi volti a garantire una corretta copertura a favore dei richiedenti.

Piano voucher per le famiglie - Fase 2
Documento Infratel Italia in consultazione pubblica fino al 31 maggio 2022

Non solo bonus internet: nella Fase 2 per le famiglie il cablaggio dei condomini e lo SPID gratis online

La Fase 2 del piano per le famiglie guarda però oltre il bonus internet.

Tra le ulteriori agevolazioni, si prevede la possibilità di incentivare gli interventi per il cablaggio verticale dei condomini. Nessun dettaglio è attualmente previsto in merito all’importo riconosciuto, aspetto sul quale Infratel chiede pareri in merito alla quantificazione del costo degli interventi per edificio e unità immobiliari.

Accanto al voucher per i condomini, ulteriori interventi sono inoltre in cantiere per l’utilizzo dei servizi digitali.

Il Piano sviluppato da Infratel prevede infatti l’erogazione di un ulteriore contributo per la richiesta di servizi digitali da parte dei cittadini, quali le credenziali SPID o la Posta Elettronica Certificata.

Per quel che riguarda le credenziali SPID, il voucher verrebbe concesso per abbattere gli eventuali costi di riconoscimento da remoto per l’attivazione dell’identità digitale. Il contributo servirebbe quindi per consentire ai beneficiari di ottenere le credenziali gratis, rivolgendosi ad uno dei gestori abilitati.

PEC gratuita per tutti, inoltre, con il fine di favorire la cittadinanza digitale, e incentivi per l’utilizzo dei servizi in cloud da parte del singolo beneficiario o in ottica “familiare” per la gestione e archiviazione di foto, video, documenti e altri contenuti multimediali.

La Fase 2 del Piano voucher predisposto per le famiglie guarda quindi a 360° alle esigenze di digitalizzazione che caratterizzano la vita delle famiglie.

Dopo la conclusione della fase di consultazione pubblica, le misure predisposte saranno notificate alla Commissione Europea per l’autorizzazione, per poi essere disciplinate da un apposito decreto MISE.

Sono quindi ancora incerti i tempi d’avvio, mentre è evidente l’obiettivo di dare una nuova accelerata all’utilizzo dei servizi online da parte delle famiglie.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network