Agenzia delle Entrate, nuova truffa tramite email: cestinare immediatamente

L'Agenzia delle Entrate segnala nuovi tentativi di truffa a danno dei contribuenti. Sono in circolazione false email relative ad incongruenze nei dati delle “eliminazioni periodiche IVA”. Nel comunicato del 22 settembre 2020 l'invito a non aprire gli allegati e cestinare immediatamente.

Agenzia delle Entrate, nuova truffa tramite email: cestinare immediatamente

Incongruenze nei dati delle “eliminazioni periodiche IVA”: l’Agenzia delle Entrate segnala nuovi tentativi di truffa, mediante false email in circolazione che mirano a sottrarre dati personali.

Ad allertare i contribuenti è il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 22 settembre 2020, che informa sul nuovo tentativo di phishing a danno degli utenti.

Le email riportano nell’intestazione la dicitura “Il Direttore dell’Agenzia” o “Gli Organi dell’Agenzia”, ed invitano a visionare i documenti allegati in un archivio per verificare le incoerenze riscontrate.

Si tratta di una truffa, e l’invito è quello di non aprire gli allegati e cestinare immediatamente le email ricevute.

Agenzia delle Entrate, nuova truffa tramite email: cestinare immediatamente

Non c’è nessun Direttore dell’Agenzia o Organo della stessa ad allertare tramite email su alcune incoerenze emerse dall’esame dei dati e dei saldi relativi alla “Divulgazione delle eliminazioni periodiche IVA”, goffo riferimento alle Lipe.

Basta leggere il contenuto delle email in circolazione nelle ultime ore per capire che si tratta di un nuovo tentativo di truffa. A segnalarlo e ad allertare i contribuenti è la stessa Agenzia delle Entrate: si tratta dell’ennesimo tentativo di phishing.

Le email segnalate dal comunicato stampa del 22 settembre invitano il contribuente a prendere visione di documenti contenuti in un archivio allegato. Il tentativo è di installare un malware sui dispositivi dei destinatari anche allo scopo di acquisire successivamente informazioni riservate.

Per evitare di incappare nella truffa, l’Agenzia delle Entrate invita i contribuenti a non aprire gli allegati ed eliminare immediatamente le email.

Agenzia delle Entrate - comunicato stampa 22 settembre 2020
In circolazione false email a nome dell’Agenzia - Non aprire gli allegati e cestinare immediatamente

Truffa tramite email, l’Agenzia delle Entrate ricorda: comunicazioni solo sul Cassetto Fiscale

Nel comunicato stampa del 22 settembre 2020 l’Agenzia delle Entrate riporta due esempi delle finte email in circolazione, che riportiamo di seguito:


L’Agenzia raccomanda ai contribuenti di verificare sempre attentamente i messaggi ricevuti e, se questi appaiono sospetti, soprattutto se i mittenti sono sconosciuti, di non aprire gli allegati o seguire i collegamenti presenti nelle mail (anche per evitare danni ai propri pc, tablet e smartphone) e cestinarli.

Inoltre, precisa che non vengono mai inviate per posta elettronica comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti. Le informazioni personali sono consultabili esclusivamente nel Cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network