2 per mille IRPEF ai partiti politici: online i dati MEF delle dichiarazioni 2021

Tommaso Gavi - Irpef

2 per mille IRPEF ai partiti politici, sono online i dati MEF delle dichiarazioni 2021, relative all'anno d'imposta 2020: finanziamenti per 18,5 milioni di euro. I primi tre partiti: PD, Fratelli d'Italia e Lega.

2 per mille IRPEF ai partiti politici: online i dati MEF delle dichiarazioni 2021

2 per mille IRPEF ai partiti politici, nel complesso i finanziamenti sono diminuiti di circa mezzo milione di euro e ammontano a poco più di 18,5 milioni di euro.

A renderlo noto sono i dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, diffusi con il comunicato stampa numero 13 del 20 gennaio 2022.

Le somme si riferiscono alle dichiarazioni dei redditi 2021, relative ai redditi 2020.

In testa alla classifica resta il Partito Democratico, che però scende sotto la soglia dei 7 milioni di euro. A seguire Fratelli d’Italia che ha scavalcato la Lega:

Dal 2014, relativamente ai redditi dell’anno 2013, il contribuente può scegliere di destinare il 2 per mille dell’IRPEF al finanziamento di un partito politico. A prevederlo è il Decreto Legge 149/2013, art. 12.

Nel 2021 la quota di chi ha scelto di sostenere le forze politiche, all’atto di presentazione della sua dichiarazione dei redditi, è salito al 3,28 per cento, di poco sotto al 3,30 dell’anno precedente.

2 per mille IRPEF ai partiti politici, online i dati MEF delle dichiarazioni 2021: PD, Fratelli d’Italia e Lega

I partiti politici possono ricevere i contributi contributi del 2 per mille dell’IRPEF, solo dopo l’approvazione del proprio statuto dalla “Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici”.

I dati sui contributi ricevuti sono stati diffusi, come di consueto, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Con il comunicato stampa numero 13 del MEF del 20 gennaio 2021 sono state rese note le scelte degli italiani sull 2 per mille dell’IRPEF destinato alle forze politiche.

MEF - Comunicato stampa numero 13 del 20 gennaio 2022
Ripartizione del gettito derivante dal due per mille dell’IRPEF.

Le informazioni pubblicate sono relative alle dichiarazioni dei redditi del 2021, che si riferiscono ai redditi dell’anno di imposta 2020.

A comporre i primi tre posti della classifica sono il Partito Democratico, Fratelli d’ltalia - Alleanza Nazionale, Lega per Salvini Premier.

Sul podio salgono gli stessi partiti dello scorso anno ma la Lega viene superata da Fratelli d’Italia, che ha guadagnato il secondo posto.

In totale il PD ha ottenuto 6.907.837 euro: con quasi mezzo milione in meno rispetto all’anno precedente, è passato dal 36,23 per cento delle scelte totali al 34,11 per cento.

Al secondo posto si è piazzato Fratelli d’Italia, che ha superato i due milioni e mezzo di contributi (2.697.915 euro). A livello percentuale si traduce con il 15,37 per cento.

Al terzo posto la Lega per Salvini Premier, che dai nuovi dati si è fermata all’11,91 per cento, che a livello assoluto equivale a 1.822.937 euro.

Si deve però considerare che la Lega Nord per l’Indipendenza della Padania ha ottenuto il il 3,27 per cento delle scelte totali, ovvero 485.090 euro.

Sommando i contributi, la differenza rispetto al secondo posto si riduce: 2.697.915 euro contro 2.308.027.

2 per mille IRPEF ai partiti politici: contributi per 18 milioni e mezzo di euro

Al netto dei primi tre partiti citati, c’è solo un partito che supera di poco il 4 per cento delle scelte totali (4,03 per cento): il Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea.

La somma di finanziamenti rimante è distribuita tra poco meno di 30 partiti che non raggiungono la soglia del 4 per cento delle scelte totali.

Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista ha raggiunto il 3,87 per cento, per un totale di 699.963 euro.

Di poco staccata la Federazione dei Verdi, che in termini percentuali ha ottenuto il 3,77 per cento delle scelte e un ammontare di 574.353 euro.

A seguire con 807.964 euro, c’è Italia Viva, che ha ottenuto il 3,46 per cento.

L’ultimo partito a superare il 3 per cento delle scelte, (3,17 per cento) è Sinistra Italiana, che ha ricevuto somme per 504.166 euro.

Scendendo alla soglia sotto la soglia ci sono:

  • Azione, con il 2,65 per cento;
  • Movimento politico Forza Italia con il 2,36 per cento;
  • Più Europa con il 2,16 per cento.

Assente il Movimento 5 Stelle, che non riceve il finanziamento pubblico.

Riassumendo, nel 2021, gli italiani che hanno scelto di finanziare i partiti sono stati 1.360.520, che rappresentano il 3,28 per cento del numero complessivo dei contribuenti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network