Trasmissione corrispettivi: aggiornamento della configurazione entro il 31 marzo

Trasmissione telematica corrispettivi, obbligo di aggiornamento della configurazione entro il 31 marzo 2019. A darne notizia è l'avviso pubblicato dall'Agenzia delle Entrate il 13 febbraio.

Trasmissione corrispettivi: aggiornamento della configurazione entro il 31 marzo

Trasmissione telematica corrispettivi con obbligo di aggiornamento della configurazione entro il 31 marzo 2019.

A darne notizia è l’Agenzia delle Entrate che con l’avviso pubblicato il 13 febbraio sul portale dedicato alla fatturazione elettronica e ai corrispettivi telematici fornisce le istruzioni sull’aggiornamento per registratori telematici, server RT e distributori mobili certificati per i distributori automatici.

Entro il 31 marzo 2019 sarà necessario rinnovare la Certification Authority per garantire la sicurezza della connessione TLS con il server di produzione.

Nel caso di mancato aggiornamento della configurazione non sarà possibile effettuare connessioni al sistema dei corrispettivi attraverso le interfacce applicative (api rest).

Trasmissione corrispettivi: aggiornamento della configurazione entro il 31 marzo

L’obbligo di aggiornamento della configurazione entro il 31 marzo 2019 riguarderà tutti i dispositivi che colloquiano con il sistema dei corrispettivi telematici dell’Agenzia delle Entrate e tutti i sistemi proprietari che utilizzano le interfacce applicative gestionali.

Registratori telematici, server RT o dispositivi mobili certificati per i distributori automatici e gli altri sistemi idonei alla trasmissione telematica dei corrispettivi dovranno essere aggiornati con la nuova CA (Certification Authority) utilizzata dal sistema per garantire la sicurezza della connessione TLS con il server di produzione.

Come comunicato dall’Agenzia delle Entrate con l’avviso del 13 febbraio, la CA rinnovata per la connessione sicura è la “CA Entrate”.

Quindi per garantire la continuità del servizio al momento della sostituzione del certificato server è necessario configurare il file “CAAgenziadelleEntrate.cer” insieme al vecchio file “CAEntrate.cer”, aggiungendolo nel truststore del sistema (e.g. application server, webserver, ecc.) che effettua la chiamata all’interfaccia applicativa (api rest) di interesse.

Trasmissione telematica corrispettivi: le istruzioni per l’aggiornamento

L’aggiornamento della configurazione con la nuova CA dovrà essere eseguita sia sui sistemi che si interfacciano con i servizi dispositivi dell’Allegato Api REST Dispositivi, sia sui sistemi proprietari che si interfacciano con i servizi gestionali dell’Allegato Api REST Gestionali.

Per scaricare il file necessario per la sostituzione del certificato “CAAgenziadelleEntrate.cer” bisognerà seguire le seguenti istruzioni:

  1. accedere al sito web Fatture&Corrispettivi;
  2. accedere alla sezione dedicata ai certificati;
  3. scaricare la nuova versione del file “CAServizioAECorrispettiviIVA.zip” recuperare, fra i file presenti, quello di interesse “CAAgenziadelleEntrate.cer”;
  4. configurare il certificato nel truststore del sistema (e.g. application server, webserver, ecc.) che effettua la chiamata all’interfaccia applicativa (api rest) di interesse, senza eliminare quello vecchio “CAEntrate.cer”.

Il mancato aggiornamento della configurazione descritta entro il 31 marzo 2019 comporterà l’impossibilità di effettuare connessioni al sistema dei corrispettivi attraverso le interfacce applicative.

Si allega di seguito il comunicato dell’Agenzia delle Entrate sul rinnovo della CA:

PDF - 282.7 Kb
Agenzia delle Entrate - comunicato del 13 febbraio 2019
Sistema dei corrispettivi - Rinnovo della CA per la connessione TLS con il server di produzione

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it