Spese sanitarie, consultazione online per la detrazione nel 730 precompilato 2019

Spese sanitarie consultabili online dai cittadini tramite il Sistema TS: sarà possibile verificare i dati inseriti nel 730 precompilato 2019 ed esercitare l'opposizione entro il 28 febbraio. Le novità nel comunicato MEF.

Spese sanitarie, consultazione online per la detrazione nel 730 precompilato 2019

Spese sanitarie con consultazione online dei dati che saranno inseriti nel modello 730 precompilato 2019 ai fini della detrazione Irpef riconosciuta.

I cittadini, a partire dal 7 febbraio, potranno visionare le spese mediche trasmesse dagli operatori sanitari accedendo al Sistema TS. All’interno della propria pagina personale sarà possibile visualizzare l’elenco delle spese detraibili trasmesse dagli operatori sanitari, farmacie e medici.

La novità è stata comunicata dal MEF, che ricorda inoltre la scadenza per l’esercizio dell’opposizione all’inserimento dei dati nella dichiarazione precompilata, fissata al 28 febbraio 2019.

Il modello 730 precompilato 2019 sarà messo a disposizione dei cittadini a partire dal 15 aprile; al suo interno saranno indicate alcune delle spese che è possibile portare in detrazione fiscale, tra cui appunto quelle mediche.

Spese sanitarie, consultazione online per la detrazione nel 730 precompilato 2019

Per visualizzare l’elenco delle spese mediche e sanitarie detraibili che saranno inserite nel modello 730 precompilato 2019 sarà necessario accedere al sito web SistemaTS.

Per la consultazione degli importi ammessi in detrazione fiscale sarà necessario essere in possesso delle credenziali Fisconline o dello SPID ma anche in mancanza di queste, sarà possibile accedere al servizio anche tramite la Tessera Sanitaria dotata di CNS (qualora sia stata attivata).

Dopo aver effettuato l’accesso, sarà possibile:

  • consultare i propri dati di spesa sanitaria relativi agli anni 2017, 2018 e 2019 trasmessi dagli erogatori di prestazioni sanitarie. È possibile esportare tali dati, nonché visualizzare alcune statistiche quali, ad esempio, la ripartizione delle spese, sia per tipologia erogatore che per tipologia di spesa, e la relativa distribuzione mensile;
  • segnalare eventuali incongruenze: le segnalazioni possono riguardare importi e classificazione della spesa, nonché la titolarità del documento fiscale. Il Sistema TS provvede a trasmettere telematicamente le segnalazioni al soggetto che ha effettuato l’invio, affinché possa procedere alla eventuale correzione dell’anomalia. Tale funzionalità è disponibile per i dati relativi all’anno 2019 (fino al 31 gennaio 2020);
  • esercitare l’opposizione all’invio di tali dati all’Agenzia delle entrate per la predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata. Tale funzionalità è disponibile annualmente, solo nel mese di febbraio (secondo le indicazioni condivise con il Garante per la protezione dei dati personali).

Spese sanitarie nel modello 730, opposizione anche per singole voci

Il nuovo servizio messo a disposizione all’interno del Sistema TS consentirà di esercitare l’opposizione all’inserimento delle spese nel modello 730 precompilato anche per singola voce.

Così come indicato nel comunicato stampa pubblicato dal MEF il 7 febbraio 2019, per le spese mediche sostenute nel 2018 e che saranno inserite all’interno della dichiarazione dei redditi precompilata 2019 sarà possibile selezionare quelle per le quali si intende esprimere la propria opposizione.

In tal modo, l’Agenzia delle Entrate non avrà tali spese a disposizione ai fini dell’elaborazione della precompilata.

Inoltre, sui dati di spesa dell’anno in corso (es. anno 2019), sarà possibile segnalare eventuali incongruenze, ai fini della relativa correzione da parte dei soggetti che inviano i dati.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it