Spese sanitarie, ultima scadenza semestrale per l’invio al sistema TS: dialogo sulla proroga per il 2023

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Con l'ultima scadenza semestrale per l'invio al sistema TS delle spese sanitarie, fissata al 31 gennaio 2023, si passa al nuovo calendario mensile, ma dai commercialisti arriva la richiesta di proroga della tabella di marcia attuale: il dialogo è aperto

Spese sanitarie, ultima scadenza semestrale per l'invio al sistema TS: dialogo sulla proroga per il 2023

Entro la scadenza del 31 gennaio 2023, i soggetti obbligati all’invio dei dati al sistema TS devono procedere con la trasmissione delle spese sanitarie relative al secondo semestre del 2022.

È l’ultima data in calendario prima di passare a una tabella di marcia con cadenza mensile che fissa come termine ultimo per la comunicazione “la fine del mese successivo alla data del documento fiscale” e sarebbe dovuta entrare in vigore già dal 2021.

Con l’informativa del 13 dicembre 2022, però, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, CNDCEC, fa sapere che è stata già richiesta una proroga della cadenza semestrale.

E non è l’unico punto su cui si accendono i riflettori: si richiama anche l’attenzione sul divieto di fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie che scade il 31 dicembre.

Spese sanitarie e invio al sistema TS: richiesta di proroga al 2023 della scadenza semestrale

Il CNDCEC ha acceso i riflettori sulle spese sanitarie e sugli obblighi connessi rivolgendosi con specifiche richieste di proroga alle Istituzioni. È questa la sintesi estrema del documento datatao 13 dicembre che il Presidente, Elbano De Nuccio, ha inviato agli Ordini territoriali.

Osservati speciali sono la conferma dell’esonero dalla fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie, legato al veto di far transitare le spese sanitarie dal Sistema di Interscambio, e la proroga della cadenza semestrale per l’invio dei dati al Sistema TS.

Sul primo punto sembra esserci la disponibilità a confermare le regole in vigore anche per il 2023, sul secondo il dialogo appare ancora aperto.

Stando alla normativa attuale, con la scadenza del 31 gennaio 2023 per l’invio dei dati delle spese sanitarie sostenute nel secondo semestre del 2022, il calendario di date da rispettare per la trasmissione diventa mensile.

Spese sanitarie, dialogo sulla conferma della scadenza semestrale per l’invio al sistema TS

A regolare la tabella di marcia da rispettare per la trasmissione delle spese sanitarie al Sistema TS è l’articolo 7 del Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 19 ottobre 2022.

Il testo in principio prevedeva il passaggio a un calendario più fitto di scadenze con l’invio delle informazioni “entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale” già a partire dal 1° gennaio 2021.

La data è slittata, poi, al 2022 e successivamente al 2023: ora che il nuovo regime temporale è alle porte dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili arriva la richiesta di proroga:

“È stato richiesto di mantenere per il 2023, e possibilmente di mettere a regime, la periodicità semestrale attualmente prevista per l’invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria”.

Sul punto si attendono risposte e “conseguenti disposizioni normative”. Ma, intanto, con l’informativa del 13 dicembre 2022 il CNDCEC fa il punto sul possibile, o meglio auspicabile, futuro degli obblighi connessi alle spese sanitarie.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network