Secondo acconto Irap 2018: codice tributo F24, scadenza e istruzioni

Scadenza il 30 novembre per il secondo acconto Irap 2018: ecco codice tributo da indicare nel modello F24 e istruzioni per il calcolo.

Secondo acconto Irap 2018: codice tributo F24, scadenza e istruzioni

Secondo acconto Irap 2018: è fissata al 30 novembre la scadenza per il versamento dell’importo tramite il modello F24.

Come già visto per l’Irpef, il calcolo potrà essere effettuato con il metodo previsionale o storico, tenendo tuttavia conto delle particolari istruzioni per capire chi paga e chi no in base agli importi emersi dalla dichiarazione dei redditi.

Bisogna infatti distinguere tra l’acconto Irap di novembre per i soggetti Ires e gli importi stabiliti per i soggetti Irpef. Viste le diverse particolarità dell’adempimento in scadenza il 30 novembre 2018, vediamo di seguito tutte le istruzioni per il calcolo e per il versamento con il modello F24.

Secondo acconto Irap 2018: quando si paga per soggetti Irpef e Ires

Il secondo acconto Irap 2018 da versare entro il 30 novembre è dovuto nei seguenti casi:

  • persone fisiche: quando l’importo del rigo IR21 della dichiarazione Irap 2018 è superiore ad euro 51,65;
  • soggetti Ires: quando l’importo del rigo IR21 della dichiarazione Irap è superiore ad euro 20,66.

Si tratta, in pratica, delle stesse regole previste per il secondo acconto Irpef e Ires, due delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi 2018 entro la scadenza il 30 novembre.

Analizziamo nel dettaglio le regole previste per il calcolo di quando è dovuto il secondo acconto Irap.

Secondo acconto Irap 2018 per i soggetti Irpef

I soggetti Irpef sono tenuti a versare gli acconti Irap quando l’imposta dichiarata nell’anno considerato (riferita, quindi, all’anno precedente), al netto delle detrazioni, dei crediti d’imposta, delle ritenute e delle eccedenze, è superiore ad euro 51,65 euro.

L’acconto è pari al 100% dell’imposta dichiarata nell’anno e deve essere versato in una o due rate, a seconda dell’importo:

  • unico versamento, entro il 30 novembre, se l’acconto è inferiore a 257,52 euro;
  • due rate, se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro; la prima pari al 40% entro il 30 giugno (insieme al saldo), la seconda – il restante 60% - entro il 30 novembre.

Secondo acconto Irap 2018 per i soggetti Ires

Per i soggetti Ires, invece, non sono dovuti acconti Irap qualora il debito risultante dalla dichiarazione sia inferiore a 20,66 euro. In caso di debito superiore a 20,66 euro l’acconto è dovuto.

Attenzione però, perché in caso di primo acconto inferiore a 103 euro, l’acconto totale potrà essere versato in un’unica soluzione entro il 30 novembre.

Nel caso, invece, di primo acconto Irap 2018 superiore o uguale ad euro 103 gli acconti dovranno essere versati in due rate:

  • primo acconto Irap 2018 pari al 40% del saldo entro la stessa scadenza del saldo relativo all’anno precedente;
  • secondo acconto Irap 2018 pari al 60% del saldo entro il prossimo 30 novembre 2018.

Secondo acconto Irap 2018: codice tributo e istruzioni modello F24

Il codice tributo per il versamento del secondo acconto Irap è il 3813, occorre compilare la sezione Regioni ed indicare l’importo a debito nella colonna 4.

Qualora il contribuente possa fruire di importi a credito da utilizzare in compensazione, questi possono essere indicati nella colonna 5. L’anno di riferimento da indicare è il 2018.