Riscatto e ricongiunzione contributi, pronte le attestazioni fiscali 2020: le istruzioni INPS

Eleonora Capizzi - Pensioni

Riscatto e ricongiunzione contributi: disponibili le attestazioni fiscali 2020 nel “Portale pagamenti” relative agli oneri versati. Le istruzioni INPS arrivano con il messaggio n. 1559 del 15 aprile 2021. Due le modalità di accesso: tramite credenziali personali o con codice fiscale e numero della pratica.

Riscatto e ricongiunzione contributi, pronte le attestazioni fiscali 2020: le istruzioni INPS

Riscatto e ricongiunzione contributi: l’INPS rende disponibili le attestazioni fiscali dei versamenti effettuati nel 2020 a titolo di oneri e pagamenti da rendita.

Tale documentazione, infatti, sarà indispensabile in sede di dichiarazione dei redditi ai fini della deducibilità di quanto versato.

L’Istituto, con messaggio numero 1559 del 15 aprile 2021 comunica la possibilità di reperire i documenti e fornisce ai contribuenti le istruzioni per accedervi dal sito suo sito Istituzionale, sul Portale dei Pagamenti.

Per visualizzare e stampare ciascuna pratica di riscatto, di ricongiunzione o di rendita sarà necessario inserire il proprio codice fiscale e il numero identificativo di otto cifre relativo al singolo fascicolo.

Viceversa, il richiedente per vedere tutte le pratiche a lui riferite potrà entrare nel portale con le credenziali personali utilizzabili per MyINPS.

Riscatto e ricongiunzione contributi: dall’INPS le attestazioni fiscali 2020

Sono pronte le attestazioni fiscali dei versamenti effettuati nel 2020 per gli oneri da riscatto, ricongiunzione o rendita, utili alla presentazione delle dichiarazioni dei redditi.

L’avviso arriva dall’INPS con il messaggio numero 1559 del 2021 al cui interno, peraltro, sono contenute le istruzioni per l’accesso ai documenti.

INPS - messaggio numero 1559 del 15 aprile 2021
Scarica il messaggio INPS su attestazioni fiscali per il pagamento degli oneri da riscatto, ricongiunzione o rendita. Disponibilità sul Portale dei Pagamenti

L’accesso alla documentazione, dal portale dedicato dell’INPS, avviene tramite codice fiscale e numero della pratica composto da otto cifre, e permette di visualizzare e stampare ogni singola pratica.

Viceversa, per prendere visione di tutte le pratiche riferite ad un singolo richiedente si potranno utilizzare le proprie credenziali personali: SPID, CIE, CNS o PIN e password.

Le pratiche sono visualizzabili e stampabili dal Portale dei Pagamenti a cui si accede tramite il sito istituzionale dell’Istituto.

Una volta effettuato l’accesso il percorso di ricerca è il seguente:

  • Riscatti, Ricongiunzioni e Rendite”;
  • Entra nel servizio”;
  • Accedi”;
  • Pagamenti effettuati”;
  • Stampa attestazione”.

Oneri da riscatto, ricongiunzione e rendita: le attestazioni fiscali non reperibili nel portale INPS

L’Istituto precisa che non tutti contribuenti possono accedere alle proprie attestazioni fiscali tramite le modalità sopradescritte.

Le attestazioni fiscali relative ai pagamenti effettuati dagli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo e al Fondo pensioni sportivi professionisti (ex ENPALS), che non dovessero essere disponibili sul Portale dei Pagamenti, al percorso sopra indicato, potranno essere richieste utilizzando la casella di posta elettronica [email protected]”.

Questo è quanto si legge nel messaggio del 15 aprile.

Inoltre, non sono presenti sul “Portale dei Pagamenti” le attestazioni fiscali relative ai versamenti degli Enti datori di lavoro pubblici per conto dei dipendenti iscritti alle Gestioni ex INPDAP (l’Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica soppresso nel 2011).

Questi Enti, infatti, in qualità di sostituti d’imposta operano la deduzione fiscale alla fonte.

Per i contribuenti ex INPDAP è possibile la visualizzazione dei versamenti effettuati accedendo al sito dell’Istituto, tramite il seguente percorso:

  • Prestazioni e servizi”;
  • Servizi”;
  • Gestione dipendenti pubblici: servizi per Lavoratori e Pensionati”;
  • Accedi”;
  • Servizi GDP” ;
  • Area Tematica”;
  • Contributi e Versamenti”,
  • Consultazione”;
  • Versamenti Consultazione”.

Infine l’INPS precisa che, qualora si riscontrino discordanze tra importi attestati e importi versati, è sempre possibile richiedere la rettifica del documento.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network