La registrazione dei nuovi soci nell’associazione: le regole da seguire

Cristina Cherubini - Associazioni

La figura del socio all'interno dell'associazione possiede un'importanza estrema nella conduzione stessa dell'attività e per l'esistenza dell'ente considerato, è quindi evidente che la procedura per l'ammissione e la registrazione di nuovi soci deve seguire specifiche regole senza le quali non può ritenersi valida.

La registrazione dei nuovi soci nell'associazione: le regole da seguire

L’associazione segue una concezione “socio-centrica”, come spesso abbiamo specificato, in quanto la figura del socio è assolutamente fondamentale sia da un punto di vista organizzativo- gestionale che funzionale, per il raggiungimento dell’obiettivo contenuto all’interno dello statuto.

L’ammissione di nuovi soci all’interno della compagine sociale è quindi una procedura molto delicata che necessita di attenzione e di una pedissequa osservanza delle regole imposte dal legislatore e dallo stesso statuto dell’associazione.

La registrazione dei nuovi soci: quali caratteristiche devono avere?

Il soggetto che vuole entrare a far parte di un’associazione deve preliminarmente dimostrare di possedere alcune qualifiche e qualità che siano in linea con gli obiettivi perseguiti dall’ente a cui vuole unirsi, e che non siano in contrasto con la democraticità e l’idealità dello scopo solidaristico perseguito dall’organizzazione no profit.

Il socio, ai fini dell’ammissione all’associazione, dovrà trovarsi nelle condizioni che seguono:

  • non dovrà aver riportato condanne penali definitive per reati dolosi che siano incompatibili con lo spirito e le finalità dell’Associazione;
  • dovrà dimostrare di essere in linea con gli intenti, i principi e gli obiettivi perseguiti dall’associazione;
  • dovrà dimostrare la volontà di aderire all’ente no profit al fine di poter contribuire con il proprio apporto personale, a titolo gratuito, al raggiungimento dello scopo solidaristico ed ideale per il quale l’associazione è stata costituita.

Il socio dovrà maturare la ragionevole contezza che, in caso di accettazione della sua domanda di ammissione, esso sarà gravato da una serie di responsabilità, insite nel ruolo stesso per cui ha manifestato la volontà di essere rivestito.

Il socio deve, infatti, rispettare alcuni impegni:

  • partecipare alla vita associativa, all’assemblea e votare direttamente per l’approvazione e le modifiche dello Statuto, dei Regolamenti, per l’approvazione del bilancio annuale e per la nomina degli organi sociali dell’associazione e di impugnare le delibere degli organi sociali;
  • partecipare alle attività sociali;
  • rispettare il presente Statuto e i Regolamenti dell’Associazione;
  • osservare le deliberazioni adottate dagli organi sociali;
  • versare contributi per i bisogni dell’associazione e deliberati dal Consiglio Direttivo;
  • mantenere un comportamento conforme alle finalità dell’Associazione.
    accettare, pienamente e senza riserve, lo Statuto, i principi etici e culturali in esso contenuti, le attività, le finalità e il metodo dell’Associazione.

È importante, quindi, ponderare bene tutte le questioni sopra riportate al fine di poter decidere in piena consapevolezza, se si è idonei all’ingresso in una determinata associazione, prima ancora di sottoporre la propria candidatura all’attenzione del consiglio direttivo.

Il procedimento di nuova ammissione dei soci

L’approvazione di una nuova richiesta di ammissione presentata da un’aspirante socio deve essere deliberata dal consiglio direttivo, in quanto da tale decisione deriva l’equilibrio organizzativo, determinato dalle azioni intraprese dall’assemblea alla quale hanno diritto di partecipare e votare tutti i soci in regola con la quota associativa.

Il socio è quindi fondamentale per l’esistenza e l’orientamento gestionale dell’associazione e la sua ammissione segue un procedimento ben definito, il quale si articola in diverse fasi, schematizzabili in tre distinti momenti:

  • Fase 1
    La presentazione della domanda di ammissione deve essere fatta tramite un modello predisposto dall’associazione, all’interno del quale dovranno essere specificate tutte le informazioni anagrafiche dell’aspirante socio, oltre ad una dichiarazione di accettazione per il trattamento dei dati personali ai fini del rispetto della normativa sulla privacy;
    Per i minorenni, è necessario ottenere anche la firma del suo tutore o genitore che sia.
  • Fase 2
    Il consiglio direttivo si riunisce al fine di valutare tutte le domande pervenute, valutando le caratteristiche del soggetto richiedente ponendole a confronto con gli obiettivi, gli intenti ed i principi perseguiti dall’associazione, e nel caso in cui lo ritenga idoneo ne delibera l’ammissione.
  • Fase 3
    Il socio ammesso accetta i doveri e le responsabilità ad esso attribuite con il ruolo ad esso riconosciuto e il suo nominativo viene iscritto all’interno del libro soci, conservato all’interno della sede dell’associazione.

Si ricorda infine che il socio correttamente iscritto ed in regola con il pagamento della quota associativa ha i seguenti diritti:

  • partecipare all’assemblea dei soci;
  • votare per l’approvazione del bilancio;
  • votare per la nomina del presidente e del consiglio direttivo;
  • candidarsi alle cariche associative.

La procedura di ammissione del socio è quindi una delle più importanti, che richiede un elevato grado di attenzione e di rispetto delle regole, in quanto è da essa che si determina l’efficienza delle politiche sociali che saranno poi intraprese in futuro.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network