Reddito di cittadinanza: nuove risorse nella legge di bilancio 2021

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

Reddito di cittadinanza, la legge di bilancio 2021 prevede il rifinanziamento della misura fino al 2029. Le nuove risorse per il 2021, secondo il testo che deve essere riconfermato dopo l'iter di approvazione delle Camere, ammonterebbero a 196,3 milioni di euro.

Reddito di cittadinanza: nuove risorse nella legge di bilancio 2021

Reddito di cittadinanza, il testo provvisorio della legge di bilancio 2021 prevede nuove risorse fino al 2029.

In attesa della conferma nel testo definitivo, successivo all’approvazione delle Camere, la misura sarebbe rifinanziata con 196,3 milioni di euro per il 2021.

Il rifinanziamento dell’assegno, che varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare e alla composizione della famiglia richiedente, sarebbe riconfermato per un lungo periodo di tempo.

Nessun cambiamento nelle regole per l’assegnazione del sussidio che sono quelle previste dalla legge numero 26 del 29 marzo 2019, ovvero la legge di conversione del decreto numero 4 del 2019.

Reddito di cittadinanza: nuove risorse nella legge di bilancio 2021

Il reddito di cittadinanza sarebbe riconfermato fino al 2029.

A prevederlo è l’articolo 68 del testo provvisorio della legge di bilancio 2021 che rifinanzia la misura per i prossimi anni.

Tale articolo aumenta le risorse dell’autorizzazione di spesa prevista dall’articolo 12, comma 1, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26.

Per il 2021 è previsto un incremento di risorse di 196,3 milioni di euro.

Le nuove risorse proseguirebbero la durata dell’assegno che può essere richiesto per i 18 mesi successivi alla data di presentazione della domanda, a condizione di rispettare i requisiti previsti dalla legge.

L’importo massimo del sussidio economico è di 780 euro, in presenza di un nucleo familiare composto da una singola persona.

In tal caso, all’integrazione del reddito che può raggiungere i 500 euro, si aggiunge un contributo per l’affitto di un imposto massimo di 280 euro.

Il limite di tale importo è di 150 euro se il richiedente ha un mutuo a suo carico.

Restano fermi i requisiti previsti dalla legge per avere diritto al sussidio:

  • avere la cittadinanza italiana o europea o essere lungo soggiornante e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa;
  • avere un ISEE, Indicatore di Situazione Economica Equivalente, aggiornato inferiore a 9.360 euro annui;
  • possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  • avere un patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e delle eventuali disabilità presenti nello stesso;
  • avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia del reddito è elevata a 9.360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto.

Reddito di cittadinanza, legge di bilancio 2021: le risorse previste fino al 2029

L’articolo 68 del testo provvisorio della legge di bilancio 2021 riporta i le risorse previste per il periodo compreso tra il 2021 e il 2029 per il reddito di cittadinanza.

La somma relative al 2022 è oltre il doppio rispetto al quanto previsto per il 2021.

Per gli anni successivi, invece, la variazione è minore. Tuttavia è previsto un incremento costante, anno per anno.

La tabella riassuntiva riepiloga le cifre riportate nell’articolo 68, come incremento dell’autorizzazione di spesa prevista dall’articolo 12, comma 1, del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.

Anno Fondi
2021 196,3 milioni di euro
2022 473,7 milioni di euro
2023 474,1 milioni di euro
2024 474,6 milioni di euro
2025 475,5 milioni di euro
2026 476,2 milioni di euro
2027 476,7 milioni di euro
2028 477,5 milioni di euro
2029 477,3 milioni di euro

Nel testo dell’articolo viene inoltre specificato che alle necessità economiche relative all’anno 2021 si provvede attraverso:

“soppressione dell’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 1, comma 255, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.”

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network