Passaggio giornalisti da INPGI a INPS, le istruzioni su cassa integrazione e fondo di garanzia

Tommaso Gavi - Giornalisti professionisti e pubblicisti

Passaggio giornalisti da INPGI a INPS, con la circolare numero 87 del 25 luglio vengono fornite le istruzioni sulle prestazioni di cassa integrazione straordinaria e sulle domande al fondo di garanzia. Continuano le indicazioni dopo le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022.

Passaggio giornalisti da INPGI a INPS, le istruzioni su cassa integrazione e fondo di garanzia

Passaggio giornalisti da INPGI a INPS, le novità della Legge di Bilancio 2022, che si applicano a partire dallo scorso 1° luglio, incidono anche sulle prestazioni di integrazione salariale straordinaria e sulle domande al fondo di garanzia.

Le istruzioni sono fornite dall’Istituto nazionale di previdenza sociale con la circolare numero 87 del 25 luglio 2022.

Vengono fornite indicazioni sulla gestione relativa alla cassa integrazione per i periodi fino al 30 giugno e a partire dal 1° luglio scorso, sia nei casi di pagamento diretto sia di conguaglio.

Parte del documento di prassi si concentra, inoltre, sulla presentazione delle domande di intervento al fondo di garanzia per il TFR.

Passaggio giornalisti da INPGI a INPS, le istruzioni su cassa integrazione e fondo di garanzia

Continuano le indicazioni dell’INPS relative al passaggio di gestione dei giornalisti dipendenti dall’INPGI, previsto dalla Legge di Bilancio 2022.

La circolare numero 87 del 25 luglio 2022 fornisce le istruzioni sulla cassa integrazione straordinaria e sulle domande per il fondo di garanzia.

Il documento è articolato come segue:

  • Premessa. Quadro normativo;
  • Trattamenti di integrazione salariale straordinaria relativi alla mensilità di giugno 2022 o a mensilità precedenti;
    • Prestazioni autorizzate a pagamento diretto;
    • Prestazioni autorizzate a conguaglio;
  • Trattamenti di integrazione salariale straordinaria con scadenza successiva al 30 giugno 2022;
  • Trattamenti di integrazione salariale straordinaria concessi con decreti ministeriali adottati a partire dal 1° luglio 2022;
  • Prestazioni autorizzate a pagamento diretto;
  • Modalità di esposizione del conguaglio delle prestazioni e del contributo addizionale;
  • Presentazione delle domande di intervento del Fondo di garanzia per il TFR e i crediti relativi alle ultime tre mensilità di retribuzione;
  • Istruzioni contabili.

La prima parte della circolare è relativa alla CIGS. Per le prestazioni relative ai periodi di sospensione fino al 30 giugno 2020, sia con pagamento diretto sia con conguaglio, i datori di lavoro devono aver inviato le denunce DASM entro l’ultimo giorno del mese scorso.

I datori di lavoro devono inviare una domanda per ogni decreto. In merito nel documento viene specificato quanto di seguito riportato:

“Inoltre, qualora il Ministero autorizzi, con il medesimo decreto, il trattamento di integrazione salariale straordinaria in favore sia del personale giornalistico che di quello poligrafico (impiegati e operai), il datore di lavoro è tenuto a inviare all’Istituto due diverse domande, distinguendo rispettivamente i lavoratori beneficiari.”

Diversamente, per i trattamenti di integrazione salariale straordinaria adottati a partire dal 1° luglio 2022, la competenza esclusiva è dell’INPS.

I datori di lavoro devono inviare una domanda per ciascuna unità produttiva, tramite la seguente procedura:

  • Servizi per aziende e consulenti;
  • Portale Aziende, Consulenti e Associazioni di categoria;
  • CIG Straordinaria e Deroga.

Nel caso di pagamento diretto si deve usare la procedura UNICIG. I dati relativi al pagamento diretto devono essere inviati entro la scadenza del secondo mese successivo a quello in cui cade il periodo della cassa integrazione o entro 60 giorni rispetto al provvedimento di autorizzazione.

Passaggio giornalisti da INPGI a INPS: il contributo addizionale e la domanda al fondo di garanzia

Nel documento di prassi dell’INPS vengono fornite anche le istruzioni per esporre le prestazioni nel flusso Uniemens.

Per il conguaglio dei trattamenti di integrazione salariale delle somme anticipate dai datori di lavoro, gli stessi devono utilizzare il codice che sarà comunicato mediante il servizio “Comunicazione bidirezionale”, disponibile nel Cassetto previdenziale del contribuente.

Una volta autorizzato il conguaglio, i datori di lavoro devono inserire il nuovo codice causale L093, avente il significato di “CIGS Giornalisti ex Inpgi”, nell’elemento DenunciaAziendale; ConguagliCIG; CIGAutorizzata; CIGStraord; CongCIGSACredito; CongCIGSAltre; CongCIGSAltCaus.

Il conguaglio delle integrazioni salariali deve essere effettuato entro 6 mesi dalla dine del periodo di paga.

Il documento di prassi dell’INPS spiega anche come devono agire i datori di lavoro che hanno anticipato ai propri dipendenti le somme dei trattamenti di integrazione salariale ma non hanno ancora provveduto al conguaglio.

In questo caso il conguaglio dovrà utilizzare il codice causale L570 e potrà essere effettuato a partire dal mese di agosto 2022. Le prestazioni relative al mese di luglio sono rimesse in termini.

Per quanto riguarda il contributo addizionale, invece, il codice causale da utilizzare è E611, che indica “Ctr. addizionale CIG Giornalisti ex Inpgi”.

In merito nella circolare viene sottolineato quanto di seguito riportato:

“Si ricorda che il datore di lavoro è tenuto al pagamento del contributo addizionale - calcolato sulla retribuzione globale che sarebbe spettata ai lavoratori per le ore di lavoro non prestate - a partire dal periodo di paga successivo al provvedimento di concessione dell’integrazione salariale.”

A partire dallo scorso 1° luglio 2022 è passata all’INPS anche la competenza della gestione del fondo di garanzia per giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica.

Le domande devono essere presentate esclusivamente tramite il servizio telematico “Fondi di garanzia - Domanda (cittadino)”, oppure tramite i servizi per gli intermediari abilitati.

L’ultima parte della circolare INPS riporta le istruzioni contabili. Per i dettagli in merito si rimanda alla lettura integrale del documento di prassi.

INPS - Circolare numero 87 del 25 luglio 2022
Trasferimento all’INPS della funzione previdenziale svolta dall’INPGI. Istruzioni per la gestione delle integrazioni salariali straordinarie e per la presentazione delle domande di intervento del Fondo di garanzia istituito dall’articolo 2 della legge n. 297/1982. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network