Pagamenti INAIL in anticipo ad aprile, maggio e giugno e con accredito

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Pagamenti INAIL, prestazioni in anticipo ad aprile, maggio e giugno e assegni per infortuni e malattie professionali tramite accredito bancario o postale: sono queste le modalità adottate per evitare file negli uffici in questo periodo di emergenza coronavirus, in linea con la comunicazione già diffusa da INPS. I dettagli nella notizia del 23 marzo 2020.

Pagamenti INAIL in anticipo ad aprile, maggio e giugno e con accredito

Pagamenti INAIL, prestazioni in anticipo ad aprile, maggio e giugno e assegni tramite bonifico: in linea con la comunicazione già diffusa da INPS, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione Contro gli Infortuni sul Lavoro con la notizia del 23 marzo 2020 ha fornito indicazioni ai beneficiari di rendite, indennità e altri assegni le modalità per ottenerle in questo periodo di emergenza coronavirus.

Evitare un alto numero di presenze agli sportelli bancari e postali è l’obiettivo delle misure adottate: per chi riceve periodicamente le prestazioni economiche c’è un calendario con ordine alfabetico da rispettare, per chi ha diritto a quelle non continuative, per infortunio e malattie professionali, è necessario indicare l’IBAN al momento dell’apertura della pratica così da riscuotere le somme senza la necessità di spostarsi fisicamente.

Pagamenti INAIL, prestazioni in anticipo ad aprile, maggio e giugno

Sulla base delle indicazioni già fornite dall’Istituto di previdenza per dare seguito all’ordinanza del 19 marzo della Protezione Civile, anche l’INAIL informa i beneficiari delle prestazioni continuative, le rendite, sulle modalità di pagamento di cui tener conto per il mese di aprile, maggio e giugno.

Le somme, infatti, vengono erogate dall’INPS tramite una apposita convenzione e chi deve riscuotere gli assegni può farlo seguendo il calendario indicato nella notizia del 23 marzo 2020.

Finestra temporaleMese di riferimento
Dal 26 al 31 marzo 2020 aprile 2020
Dal 27 al 30 aprile maggio 2020
Dal 26 al 30 maggio giugno 2020

I pagamenti arrivano in anticipo di qualche giorno per consentire a tutti i titolari delle prestazioni di recarsi presso gli uffici postali in piena sicurezza, nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del coronavirus.

Con il comunicato stampa del 20 marzo 2020, l’INPS ha indicato la suddivisione in ordine alfabetico da rispettare nella finestra temporale di marzo per i pagamenti delle prestazioni di aprile.

LettereGiorno
A-B giovedì 26 marzo
C-D venerdì’ 27 marzo
E-K sabato 28 marzo
L-O lunedì 30 marzo
P-R martedì 31 marzo
S-Z mercoledì 1° aprile

Pagamenti INAIL, prestazioni non continuative tramite accredito bancario indicando l’IBAN

Stesso scopo, evitare spostamenti e occasioni di contagio, diverse modalità sono state adottate dall’Istituto per il pagamento delle prestazioni non continuative: indennità di temporanea assoluta e altri assegni.

Già nella fase di apertura delle pratiche di infortunio o malattia professionale, i beneficiari sono invitati a indicare il codice IBAN per il pagamento tramite accredito postale o bancario.

L’invito da parte dell’INAIL alle strutture territoriali è quello di attivare “ogni iniziativa utile a contattare, con la massima tempestività possibile”, i beneficiari del pagamento per sottolineare la necessità di scegliere gli strumenti di pagamento elettronici per ricevere le somme a cui hanno diritto.

Come indicato nelle istruzioni operative del 20 marzo, “il pagamento localizzato potrà essere ammesso solo in casi eccezionali per indisponibilità dell’iban del beneficiario della prestazione”.

L’Istituto, poi, ribadisce una regola generale da tener presente:

“Gli strumenti di pagamento elettronici sono obbligatoriamente richiesti per la liquidazione delle prestazioni di importo superiore a 1.000 euro, ai sensi delle disposizioni di legge disciplinate dalla legge del 22 dicembre 2011, n. 214, art.11, comma 2 e confermate dalla legge 28 dicembre 2015, n. 208, art. 1, comma 904 e si configurano nella forma di “bonifico” mediante l’accredito in conto corrente bancario o postale, su carta di pagamento prepagata identificata dal codice iban nel limite massimo di importo caricabile, su libretto di deposito bancario nominativo o libretto di deposito postale nominativo”.

Tutti i dettagli nelle istruzioni operative INAIL del 20 marzo 2020.

PDF - 85.9 Kb
INAIL - Istruzioni operative del 20 marzo 2020
Emergenza COVID-19. Procedura Graiweb Prestazioni: Modalità di pagamento delle prestazioni economiche non continuative. Indicazioni.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it