Istanze di interpello, nuovi indirizzi dell’Agenzia delle Entrate

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

Interpello Agenzia delle Entrate: con il comunicato stampa del 12 aprile 2018 sono stati pubblicati i nuovi indirizzi per inviare le istanze a seguito della riorganizzazione delle strutture centrali.

Istanze di interpello, nuovi indirizzi dell'Agenzia delle Entrate

Istanze di interpello all’Agenzia delle Entrate: nuovi indirizzi PEC per l’invio delle richieste per gli interpelli centrali.

A diffondere i nuovi indirizzi a cui presentare istanza è il comunicato stampa pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 12 aprile 2018, reso necessario a seguito della riorganizzazione delle strutture centrali e contenuti nel provvedimento pubblicato il 1° marzo 2018.

Restano invece validi gli indirizzi regionali per tutte le istanze di interpello per tributi erariali, indipendentemente dalla tipologia, indicati nel Provvedimento del 4 gennaio 2016.

Di seguito le novità e gli indirizzi per l’invio delle istanze di interpello all’Agenzia delle Entrate.

Istanze di interpello Agenzia delle Entrate: nuovi indirizzi per la presentazione

Per i quesiti riguardanti i tributi erariali, l’istanza di interpello dovrà essere presentata alla Direzione Regionale competente in base al domicilio fiscale del soggetto istante.

Gli interpelli relativi a quesiti riguardanti l’imposta ipotecaria dovuta in relazione agli atti diversi da quelli di natura traslativa, e tasse ipotecarie e i tributi speciali catastali dovranno essere inviati, invece, alla Direzione regionale nel cui ambito opera l’ufficio competente all’applicazione della norma tributaria.

Per presentare richiesta sarà possibile avvalersi di diverse modalità:

DIREZIONEPEC
Direzione regionale Abruzzo [email protected]
Direzione regionale Basilicata [email protected]
Direzione provinciale Bolzano [email protected]
Direzione regionale Calabria [email protected]
Direzione regionale Campania [email protected]
Direzione regionale Emilia Romagna [email protected]
Direzione regionale Friuli Venezia Giulia [email protected]
Direzione regionale Lazio [email protected]
Direzione regionale Liguria [email protected]
Direzione regionale Lombardia [email protected]
Direzione regionale Marche dr.march[email protected]
Direzione regionale Molise [email protected]
Direzione regionale Piemonte [email protected]
Direzione regionale Puglia [email protected]
Direzione regionale Sardegna [email protected]
Direzione regionale Sicilia [email protected]
Direzione regionale Toscana [email protected]
Direzione provinciale Trento [email protected]
Direzione regionale Umbria [email protected]
Direzione regionale Valle d’Aosta [email protected]
Direzione regionale Veneto [email protected]

Ulteriori modalità di invio degli interpelli

Diversi sono, invece, gli indirizzi per la presentazione dell’istanza di interpello all’Agenzia delle Entrate da parte di Amministrazioni Centrali dello Stato, Enti pubblici a rilevanza nazionale, soggetti di rilevante dimensione, quesiti su nuovi investimenti, soggetti non residenti e persone fisiche che intendono trasferire la propria residenza fiscale in Italia beneficiando dell’applicazione dell’imposta sostitutiva per i neo residenti.

In questo caso la richiesta di interpello dovrà essere inviata alla Divisione Contribuenti dell’Agenzia delle Entrate, nelle modalità precedentemente individuate (consegna a mano, tramite raccomandata A\R) all’indirizzo:

  • via Cristoforo Colombo 426 c/d 00145 Roma.

L’interpello potrà essere inviato anche tramite mail nelle seguenti modalità:

  • tramite PEC, all’indirizzo: [email protected];
  • tramite mail all’indirizzo [email protected] per i soggetti non residenti, comprese le persone fisiche che intendono trasferire la residenza fiscale in Italia beneficiando dell’imposta sostitutiva sui redditi prodotti all’estero e i soggetti che presentano le istanze di interpello sui nuovi investimenti, che non si avvalgono di un domiciliatario nel territorio dello Stato.

Per i soggetti in regime di cooperative compliance, invece, le istanze di interpello dovranno essere inviate all’Ufficio Adempimento Collaborativo della Divisione Contribuenti - Direzione Centrale Grandi Contribuenti, nelle seguenti modalità:

  • tramite Pec, all’indirizzo [email protected];
  • via mail all’indirizzo [email protected] per i soggetti non residenti privi di Pec, o tramite consegna a mano o spedizione a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento.

Ecco il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 12 aprile 2018:

PDF - 190.5 Kb
Agenzia delle Entrate - comunicato stampa 12 aprile 2018
Regole e indirizzi trasmissione interpelli all’Agenzia delle Entrate a seguito della riorganizzazione delle strutture centrali