Gruppo IVA, firmato il decreto attuativo MEF: requisiti e modalità di costituzione

È stato firmato e pubblicato il 10 aprile 2018 sul sito del Dipartimento delle Finanze il decreto attuativo MEF sul gruppo IVA. Al suo interno requisiti e modalità di costituzione.

Gruppo IVA, firmato il decreto attuativo MEF: requisiti e modalità di costituzione

Gruppo IVA, il decreto attuativo MEF è stato firmato il 6 aprile 2018 e il testo del provvedimento, pubblicato sul sito del Dipartimento delle Finanze, è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Le novità sui gruppi IVA, introdotte dalla Legge di Bilancio 2017, trovano finalmente attuazione: nel decreto attuativo vengono definiti i requisiti nonché modalità di costituzione e tempi da rispettare.

Per la costituzione dei gruppi IVA bisognerà presentare un’apposita dichiarazione che, in via transitoria ed esclusivamente per l’anno 2019, potrà essere trasmessa entro il 15 novembre 2018.

Gruppo IVA, decreto attuativo MEF: requisiti e modalità di costituzione

Potranno costituire un gruppo IVA i soggetti passivi, residenti nello Stato, esercenti attività di impresa, arte o professione, tra i quali sussistano congiuntamente vincoli finanziari, economici ed organizzativi di cui all’articolo 70-ter del DPR 633/1972.

I requisiti e i vincoli richiesti dovranno esser posseduti a partire dal momento dell’esercizio dell’opzione ed, in ogni caso, entro il 1° luglio dell’anno precedente a quello in cui ha effetto l’opzione.

Sono queste le prime istruzioni fornite dal decreto del MEF, pubblicato sul sito del Dipartimento delle Finanze il 10 aprile 2018 ed attualmente in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Ai fini della costituzione, il rappresentante del Gruppo dovrà inviare una dichiarazione telematica all’Agenzia delle Entrate, sottoscritta da tutti i partecipanti e, esclusivamente per l’esercizio dell’opzione a partire dal 2019, la richiesta dovrà essere inviata entro il 15 novembre 2018.

Ciascun Gruppo sarà dotato di un numero di partita IVA, al quale sarà associato ciascun partecipante riportato nelle dichiarazioni così come in ogni atto e documento relativo all’imposta.

Prima di analizzare alcune delle importanti disposizioni illustrate dal MEF, si allega di seguito il testo del decreto attuativo in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale:

PDF - 2.2 Mb
Gruppo IVA - decreto MEF 6 aprile 2018
Scarica il testo del DM pubblicato dal Dipartimento delle Finanze il 10 aprile 2018 e in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Diritti e obblighi del Gruppo IVA

I soggetti che, nel rispetto dei vincoli economici, finanziari ed organizzativi, si costituiranno come Gruppo IVA assumeranno tutti gli obblighi e i diritti derivanti dall’applicazione della normativa sull’imposta sul valore aggiunto in relazione alle operazioni per le quali l’imposta diviene esigibile, o il diritto alla detrazione esercitabile, a partire dalla data in cui ha effetto l’opzione per la sua costituzione.

I singoli soggetti passivi del Gruppo assumeranno obblighi e diritti per le operazioni in cui l’IVA diventa esigile o il diritto alla detrazione esercitabile anteriormente alla data di ingresso o dopo la sua cessazione.

Adempimenti e rimborsi IVA

Ai fini della fatturazione delle operazioni effettuate nei confronti del Gruppo IVA, il rappresentante o uno dei partecipanti dovranno comunicare al fornitore il numero di partita IVA assegnato e anche il codice fiscale dell’acquirente.

Le operazioni effettuate dal Gruppo non sono considerate cessazioni di beni o prestazioni di servizi ma, in base a quanto previsto dal decreto MEF, dovranno essere comunque inserite nelle scritture contabili.

Le registrazioni delle operazioni potranno essere effettuate o dal rappresentante o dai partecipanti, anche in appositi sezionali.

In merito agli adempimenti previsti, il decreto stabilisce che l’obbligo di trasmissione delle comunicazioni IVA periodiche così come della dichiarazione IVA ricade sul rappresentante del gruppo.

Allo stesso modo, i rimborsi IVA saranno eseguiti, nel rispetto della normativa vigente, qualora richiesti dal rappresentante del gruppo IVA.