Entrate tributarie gennaio febbraio 2021: 67,6 miliardi di euro con un calo del 4 per cento

Tommaso Gavi - Fisco

Entrate tributarie gennaio febbraio 2021, il comunicato stampa del MEF del 6 aprile 2021 rende noti i dati del primo bimestre dell'anno: il gettito ammonta a 67,6 miliardi di euro. Rispetto allo scorso anno il calo è del 4,1 per cento.

Entrate tributarie gennaio febbraio 2021: 67,6 miliardi di euro con un calo del 4 per cento

Entrate tributarie gennaio febbraio 2021, il gettito erariale si attesta al 67.660 milioni di euro: rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si registra un calo del 4,1 per cento che in termini assoluti si attesta a 2.920 milioni di euro.

La fotografia emerge dai dati MEF, diffusi con il comunicato stampa numero 64 del 6 aprile 2021.

Il confronto tra le entrate di quest’anno e quelle dell’anno scorso, però, è anche segnato da una disomogeneità dovuta ai provvedimenti legati all’emergenza coronavirus: Nello stesso periodo del 2020 non erano ancora stati adottate azioni emergenziali.

Il gettito dei primi due mesi dell’anno sono inoltre stati influenzati dalle diverse sospensioni e proroghe dei versamenti di tributi erariali, che hanno modificato la tempistica dei pagamenti.

Entrate tributarie gennaio febbraio 2021: 67,6 miliardi di euro con un calo del 4 per cento

Le entrate tributarie del periodo gennaio-febbraio 2021 si attestano a 67.660 milioni di euro.

Comparando i dati del Ministero dell’Economia e delle Finanze, diffusi con il comunicato stampa numero 64 del 6 aprile 2021, si evidenzia una diminuzione del 4,1 per cento del gettito.

MEF comunicato stampa numero 64 del 6 aprile 2021
Entrate tributarie: nel primo bimestre dell’anno gettito pari a 67,6 miliardi.

A livello assoluto le minori entrate registrate ammontano a 2.920 milioni di euro.

Come sottolineato nello stesso comunicato stampa del MEF, tuttavia:

“Il confronto tra il primo bimestre del 2021 e quello del corrispondente periodo dell’anno precedente presenta un evidente carattere di disomogeneità dovuto al fatto che i primi mesi del 2020 non erano stati ancora interessati dalle misure economiche e sociali adottate dal governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Inoltre, i provvedimenti di sospensione e proroga dei versamenti di tributi erariali, emanati nel corso dell’ultimo trimestre del 2020, hanno influenzato anche il gettito relativo ai primi due mesi del 2021 modificando il consueto profilo temporale dei versamenti delle imposte.”

Ad incidere, quindi, sono certamente anche le proroghe o sospensioni dei versamenti delle imposte e le misure per far fronte all’emergenza coronavirus.

Nel mese di febbraio le entrate tributarie hanno segnato una variazione in negativo di 1.741 milioni di euro, che in termini percentuali equivale ad una riduzione del 5,3%.

La riduzione delle imposte dirette ammonta a 581 milioni di euro, mentre quella delle imposte indirette è di 1.160 euro.

Entrate tributarie gennaio febbraio 2021: le imposte dirette e indirette

Le entrate relative alle imposte dirette, nei primi due mesi dell’anno, si attestano sui 42.858 milioni di euro.

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si registra una diminuzione di 507 milioni di euro, ovvero un calo dell’1,2 per cento.

La stessa riduzione è registrata dall’Irpef, il cui gettito si ferma a 37.966 milioni di euro, con una riduzione di 447 milioni di euro.

Ad incidere sono principalmente le ritenute effettuate sui redditi dei dipendenti del settore privato, con una variazione negativa di 822 milioni di euro.

Le ritenute sui redditi dei dipendenti del settore pubblico aumentano del 2,4 per cento, mentre le ritenute lavoratori autonomi non si discostano molto da quelle dello scorso anno.

In controtendenza è l’imposta sostitutiva che segna un aumento sui redditi delle ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale e delle ritenute sugli utili distribuiti dalle persone giuridiche.

L’Ires cala di 154 milioni di euro, registrando entrate per 464 milioni di euro.

Anche le imposte indirette segnano una variazione negativa, questa volta dell’8,9 per cento.

Il gettito complessivo è di 24.802 milioni di euro, in calo di 2.413 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso.

Diminuiscono le entrate relative all’IVA, con una riduzione del 2,4 per cento che in numeri assoluti si attesta a 380 milioni di euro in meno.

La componente relativa agli scambi interni, invece, ha evidenziato una diminuzione dello 0,6 per cento.

Tra le altre imposte indirette, hanno registrato andamenti negativi le entrate dell’imposta sulle assicurazioni, l’imposta di bollo e l’imposta di registro.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network