Entrate tributarie e contributive 2020, 46 miliardi in meno: i dati MEF

Entrate tributarie e contributive 2020: i dati MEF, Ministero dell'Economia e delle Finanze, del 15 marzo 2021 registrano un calo complessivo di gettito del 6,4 per cento rispetto al 2019 (46 miliardi) e una diminuzione del 5,8 a gennaio 2021 rispetto all'anno precedente (3 miliardi).

Entrate tributarie e contributive 2020, 46 miliardi in meno: i dati MEF

Entrate tributarie e contributive 2020: 46 miliardi in meno rispetto al 2019. L’emergenza Covid ha pesato sensibilmente sulle casse dello Stato. Lo dicono i due report redatti dal Dipartimento delle Finanze e dal Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato.

I dati, pubblicati il 15 marzo 2021 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Ragioneria generale, sono quelli riferiti all’andamento delle entrate tributarie e contributive nei periodi sopracitati.

Si registra una perdita nel 2020 di 46 miliardi di Euro, il 6,4 per cento in meno del 2019. A gennaio 2021, invece, la diminuzione è del 5,8 per cento rispetto all’analogo periodo del 2020, una differenza di oltre 3 miliardi (3.767 milioni di Euro).

È evidente che la variazione negativa trova ragione nel peggioramento del quadro economico generale e nei provvedimenti di sostegno all’economia adottatati dal Governo per fronteggiare l’emergenza pandemica.

Ma andiamo a vedere, più da vicino, quanto l’emergenza ha inciso sulle entrate tributarie e contributive 2020.

Entrate tributarie e contributive 2020: 46 miliardi in meno rispetto a 2019, i dati MEF

I rapporti sull’andamento delle entrate tributarie e contributive redatti dal MEF e dalla RGS pongono a confronto, da una parte, i dati del 2020 e quelli del 2019 e, dall’altra, i dati di gennaio 2021 con quelli di gennaio 2020.

La loro pubblicazione è stata annunciata da due comunicati (nn. 50 e 51) pubblicati sui rispettivi siti istituzionali il 15 marzo 2021.

Dal raffronto emergono immediatamente caratteri di disomogeneità tra i due periodi, causati ovviamente dalle misure adottate dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria nelle quali rientrano sospensioni o riduzioni dei versamenti.

Nell’anno della pandemia si registra una flessione complessiva del 6,4 per cento rispetto al 2019, pari ad un calo di gettito di oltre 46 miliardi di Euro (46.651 milioni). Anche in questo caso il report suddivide il dato nei seguenti indici:

  • Una variazione negativa del 6,6 per cento (32.492 milioni di Euro in meno) delle entrate tributarie;
  • Una diminuzione delle entrate contributive del 6 per cento (14.159 milioni di Euro in meno).

Certamente le misure di sostegno al reddito in risposta all’emergenza Covid hanno inciso su questo andamento. Si rammentano le sospensioni o le riduzioni dei versamenti per le diverse tipologie d’imposta previsti dai diversi provvedimenti emergenziali, uno fra tutti il Decreto Agosto (DL 14 agosto 2020, n. 104) che ha, di fatto, permesso di rateizzare gli adempimenti interessati da sospensione o proroga.

Si trattava, dell’ulteriore possibilità di rateizzare i versamenti già sospesi inizialmente dal Decreto Cura Italia poi, dal Decreto Liquidità e infine dal Decreto Rilancio.

MEF e RGS - comunicato numero 50 del 15 marzo 2021
Leggi il comunicato sul rapporto entrate tributarie e contributive gennaio-dicembre 2020

Entrate tributarie e contributive, dati MEF di gennaio 2021: 3 miliardi di Euro in meno

A gennaio 2021, si registra una diminuzione del 5,8 per cento (3.767 milioni di Euro) rispetto all’analogo periodo del 2020. Il dato è a sua volta suddiviso nei due seguenti elementi:

  • Una diminuzione del 5,3 per cento (2.017 milioni di Euro) delle entrate tributarie rispetto a gennaio 2020;
  • Una diminuzione del 6,7 per cento (1.750 milioni di Euro) delle entrate contributive.

Anche in questo caso il comunicato del MEF raccomanda particolare attenzione nella lettura. Anche qui gli evidenti elementi di disomogeneità nel confronto tra le due annualità (2020-2019) sono determinate dalle citate disposizioni adottate dal Governo per far fronte all’emergenza sanitaria.

Pertanto, tali misure sono costate alle casse dello Stato oltre 3 miliardi di Euro solo nel mese di gennaio 2021, una somma che nel corso del 2021 dovrà essere “restituita” nella sua interezza prima o poi. Le modalità e le tempistiche, infatti, potrebbero cambiare anche in vista del nuovo Decreto Sostegno in fase di elaborazione.

MEF e RGS - comunicato numero 51 del 15 marzo 2021
Leggi il comunicato sul rapporto entrate tributarie e contributive gennaio 2021

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network