Ecobonus 110%, una video guida pratica per contribuenti e professionisti

Alessio Mauro - Irpef

Ecobonus 110%, Informazione Fiscale intervista Giuseppe Cocciolo, amministratore di Laboratori, società di ingegneria. Dalle risposte una video guida con le istruzioni pratiche da seguire, in attesa dei provvedimenti attuativi. Appuntamento sul canale Youtube della testata alle ore 20 di oggi, 29 luglio 2020, per la diretta.

Ecobonus 110%, una video guida pratica per contribuenti e professionisti

Ecobonus 110%, video-guida pratica per contribuenti e professionisti: appuntamento sul canale Youtube di Informazione Fiscale alle ore 20 di oggi, 29 luglio 2020, per un’intervista di approfondimento sulla super agevolazione a Giuseppe Cocciolo, amministratore di Laboratori, società di ingegneria.

Sarà un dialogo in diretta streaming con un’analisi delle novità, in attesa dei provvedimenti attuativi.

In particolare Giuseppe Cocciolo spiegherà alcuni aspetti pratici dell’ecobonus 110% introdotto dal Decreto Rilancio:

  • programmazione dei lavori;
  • tempistica dei lavori, anche rispetto ai provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate e al decreto MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, che ancora si attendono;
  • rapporto tra contribuenti, professionisti e banche.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità fiscali e del lavoro è possibile iscriversi gratuitamente al canale YouTube di Informazione Fiscale:


Iscriviti al nostro canale

Ecobonus 110%, una video guida pratica per contribuenti e professionisti

Il Decreto Rilancio, convertito in legge, ha portato l’aliquota di detrazione fino al 110% per il costo degli interventi effettuati nell’ambito dell’econobonus e del sismabonus, già previsti ma in misura minore.

Il super bonus, così come viene definito anche dall’Agenzia delle Entrate nella guida dedicata, si applica alle spese sostenute dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

E le modalità per beneficiarne sono tre:

  • detrazione in cinque quote annuali di pari importo;
  • sconto in fattura;
  • cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito con facoltà di successiva cessione.

In presenza di specifiche condizioni, l’ecobonus al 110% spetta per le spese sostenute per interventi effettuati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno, che si trovano all’interno di edifici plurifamiliari, o anche sulle singole unità immobiliari.

Rientrano nella platea di potenziali beneficiari diverse categorie di soggetti:

  • condomìni;
  • persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni;
  • Istituti autonomi case popolari (IACP) ed enti che hanno le stesse finalità sociali degli Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di "in house providing". In questo caso la finestra per usufruirne è più ampia: dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022;
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, organizzazioni di volontariato iscritte negli appositi registri, associazioni di promozione sociale iscritte nei registri
  • nazionali, regionali e delle provincie autonome di Trento e Bolzano;
  • associazioni e società sportive dilettantistiche solo per i lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi.

Nella guida dell’Agenzia dell’Entrate sull’Ecobonus al 110% pubblicata il 24 luglio 2020 si legge:

“La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento in base ad un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese, se antecedente il predetto avvio. Si tratta, in particolare, del proprietario, del nudo proprietario o del titolare di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), del detentore dell’immobile in base ad un contratto di locazione, anche finanziaria, o di comodato, regolarmente registrato, in possesso del consenso all’esecuzione dei lavori da parte del proprietario nonché dei familiari del possessore o detentore dell’immobile”.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network