Proroga spesometro ed esterometro, ecco il decreto. Rinvio anche per le LIPE

Anna Maria D’Andrea - Comunicazioni IVA e spesometro

Proroga spesometro ed esterometro, ecco il testo del decreto ufficiale. Rinvio con DPCM anche per la scadenza delle LIPE del quarto trimestre 2018, prorogate al 10 aprile 2019.

Proroga spesometro ed esterometro, ecco il decreto. Rinvio anche per le LIPE

Decreto con sorpresa quello contenente la proroga dello spesometro e dell’esterometro. Rinvio anche per le LIPE, il cui termine ultimo viene spostato dal 28 febbraio al 10 aprile 2019.

Il DPCM con la proroga dei tre adempimenti IVA in scadenza domani non è ancora stato pubbicato in via ufficiale, ma è il Sole24Ore ad aver pubblicato in anteprima il testo del decreto per il quale si attende ora un comunicato da parte del MEF.

L’attesa è forte, tenuto conto che la scadenza del 28 febbraio 2019 è ormai vicinissima e che commercialisti e contribuenti rivendicano certezze.

Sta di fatto che è ormai certa la proroga dello spesometro, dell’esterometro (sia relativo alle fatture di gennaio che di febbraio) e anche della comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA del quarto trimestre 2018.

Le nuove scadenze fissate dal decreto che bisognerà rispettare sono le seguenti:

  • invio esterometro gennaio e febbraio 2019 entro il 30 aprile;
  • invio spesometro secondo semestre 2018 entro il 30 aprile;
  • invio LIPE (comunicazione trimestrale delle liquidazioni IVA) entro il 10 aprile 2019.

La domanda tuttavia resta sempre la stessa: quando sarà pubblicato in via ufficiale il DPCM con la proroga delle due comunicazioni? È attesa la pubblicazione sul sito del MEF del comunicato stampa ufficiale al quale seguirà la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

Proroga spesometro ed esterometro ecco il decreto ufficiale. Nel DPCM rinvio anche per le LIPE

Ecco il testo del decreto con la proroga dello spesometro, dell’esterometro del mese di gennaio e febbraio, con il rinvio a sorpresa della scadenza delle LIPE e del versamento IVA per i soggetti che facilitano le vendite a distanza mediante l’uso di interfacce elettroniche:

Articolo 1
(Proroga di termini per la comunicazione di dati delle fatture)
I. li termine del 28 febbraio 2019, stabilito per la effettuazione delle comunicazioni dei dati di cui all’articolo 21, comma 1, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, è prorogato al 30 aprile 2019.

2. I dati di cui all’articolo I, comma 3-bis, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, relativi alle operazioni dei mesi di gennaio e febbraio 2019 sono trasmessi all’Agenzia delle entrate entro il 30 aprile 2019.

Articolo 2
(Proroga del termine di trasmissione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA relativi al quarto trimestre 2018)
1 Le comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche dell’imposta sul valore aggiunto, di cui all’articolo 21-bis del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 201 O, n. 122, relative al quarto trimestre 2018 sono trasmesse entro il 10 aprile 2019.

Articolo 3
(Proroga dei termini per i versamenti IVA e le comunicazioni dei dati per i soggetti che facilitano le vendite a distanza mediante l’uso di interfacce elettroniche)
I. Per i soggetti passivi che facilitano tramite l’uso di un’interfaccia elettronica le vendite a distanza di telefoni cellulari, console da gioco, tablet PC e laptop, i termini per il versamento dell’imposta sul valore aggiunto, dovuta ai sensi dell’articolo 11-bis, commi da 11 a 15, del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12, da effettuarsi entro il 16 aprile 2019, sono prorogati al 16 maggio 2019, con la maggiorazione dello 0,40 per cento mensile a titolo di interesse corrispettivo.

2. I soggetti di cui al comma I trasmettono all’Agenzia delle entrate i dati di cui all’articolo I, comma 3-bis, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, relativi alle operazioni dei mesi di marzo e aprile 2019 entro il 31 maggio 2019.

Si allega di seguito il testo del DPCM pubblicato in anteprima dal Sole24Ore:

PDF - 186 Kb
DPCM proroga spesometro, esterometro e LIPE
Ecco il testo del decreto ufficiale che proroga la scadenza delle comunicazioni IVA, dell’esterometro e delle LIPE

DPCM proroga spesometro ed esterometro, caos e incertezze

Ad annunciare il rinvio della scadenza dal 28 febbraio al 30 aprile 2019 è stato il Sottosegretario al MEF Massimo Bitonci, in chiusura del tavolo tecnico tenutosi 13 febbraio per affrontare le criticità che derivanti dall’accavallarsi delle scadenze fiscali del mese.

La richiesta di un DPCM che rinviasse le scadenze fiscali del 28 febbraio 2019 era arrivata da più fronti, a causa dell’accavallarsi di una serie di importanti adempimenti fiscali nella stessa giornata e visto il caos generato dalla fatturazione elettronica.

Il nuovo obbligo in vigore dal 1° gennaio 2019 ha monopolizzato le attività di contribuenti e loro intermediari, rendendo di fatto impossibile procedere in maniera lineare per l’esecuzione degli adempimenti fiscali del periodo.

Proprio per questo, a seguito delle richieste dei commercialisti, il Governo si è dichiarato intenzionato a prorogare al 30 aprile due degli adempimenti più importanti del mese la cui scadenza era fissata al 28 febbraio: spesometro ed esterometro (comunicazione prorogata al 30 aprile anche per i dati del mese di febbraio).

Era stata inizialmente confermata, invece, la scadenza per l’invio delle Lipe del IV trimestre 2018, fissata sempre al 28 febbraio 2019. Il decreto sopra allegato invece rinvia la comunicazione al 10 aprile, un rinvio a sorpresa che agevola ben poco chi - considerando che mancano 24 ore dalla scadenza - ha già effettuato l’invio.

Caos e incertezza sono uno dei motivi per i quali due delle associazioni più rappresentative dei commercialisti, ANC e ADC, hanno avviato la procedura formale per lo sciopero di categoria.

Un malcontento che rischia di aumentare.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it