Contributi a fondo perduto ASD e SSD 2021, domanda con scadenza ravvicinata: si parte dal bonus affitto

Diego Denora - Incentivi alle imprese

Domanda contributi a fondo perduto ASD e SSD al via: la scadenza è ravvicinata. Si parte dal bonus affitto, gli aiuti concessi per i canoni di locazione e i canoni concessori: richieste dal 22 al 30 novembre 2021. Le istruzioni per procedere arrivano dal Dipartimento per lo Sport.

Contributi a fondo perduto ASD e SSD 2021, domanda con scadenza ravvicinata: si parte dal bonus affitto

Contributi a fondo perduto ASD e SSD 2021, domanda con scadenza ravvicinata: si parte dal bonus affitto. La finestra temporale per richiedere l’importo pari a un canone di locazione o a un canone concessorio sarà aperta dal 22 al 30 novembre 2021.

Dal Dipartimento per lo Sport arrivano le istruzioni da seguire: invio tramite la piattaforma dedicata.

Stessa modalità è prevista anche per la sessione dei contributi forfettari che sarà aperta, invece, dal 1° dicembre al 10 dicembre 2021.

Le risorse a disposizione per entrambe le tranche di aiuti sono 50 milioni di euro e sono state stanziate dall’articolo 14 bis del Decreto Sostegni.

Nell’avviso con tutte le istruzioni da seguire pubblicato dal Dipartimento dello Sport il 15 novembre 2021 si legge:

“Qualora l’ammontare delle richieste pervenute superi o non raggiunga il totale delle risorse disponibili, il Dipartimento per lo Sport potrà operare una rimodulazione degli importi in ragione delle disponibilità finanziarie”.

Contributi a fondo perduto ASD e SSD 2021, domanda con scadenza ravvicinata: si parte dal bonus affitto

Da lunedì 22 novembre alle ore 16 le ASD, Associazioni Sportive Dilettantistiche, e le SSD, Società Sportive Dilettantistiche, potranno richiedere un bonus affitto dedicato al mondo dello sport, un contributo a fondo perduto per il canone di locazione o per il canone concessorio.

Entro la scadenza del 30 novembre, alle ore 16, dovranno inviare la richiesta per ottenere gli importi tramite il canale attivo sul portale www.sport.governo.it.

Possono procedere con la richiesta delle somme le ASD e le SSD che rispondono ai requisiti che seguono:

  • essere iscritte al Registro CONI/CIP alla data del 23 maggio 2021;
  • essere affiliate alla data del 23 maggio 2021 a un organismo sportivo riconosciuto dal CONI (Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata, Ente di Promozione Sportiva);
  • essere titolare di:
    • uno o più contratti di locazione ad uso non abitativo intestati esclusivamente all’Associazione/Società, con oggetto unità immobiliari che si trovano nel territorio italiano e correttamente identificate al NCEU, regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate;
    • uno o più contratti di concessione onerosa intestati esclusivamente all’Associazione/Società e regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate, di impianti pubblici sportivi o di aree demaniali siti nel territorio italiano;
  • non avere già beneficiato dei contributi a fondo perduto per i canoni di locazione erogati dal Dipartimento per lo sport nelle annualità 2020 e 2021;
  • svolgere all’interno dell’immobile, per il quale si chiede il contributo, una delle attività sportive riconosciute dal CONI, Comitato Olimpico Nazionale Italiano, o dal CIP, Comitato Italiano Paralimpico;
  • essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie per lo svolgimento delle attività sportive dilettantistiche richieste dal Comune ove ha sede l’impianto oggetto della domanda;
  • utilizzare prevalentemente per lo svolgimento delle attività sportive gli spazi degli immobili per i quali si richiede il bonus affitto;
  • per i rapporti contrattuali già in vigore prima del 1° gennaio 2020, essere in regola con il pagamento del canone di locazione/canone concessorio fino al 31 dicembre 2019.

Contributi a fondo perduto ASD e SSD, come inviare la domanda per ottenere il bonus affitto

La domanda per ottenere il bonus affitto sotto forma di contributo a fondo perduto deve essere presentata dal rappresentante legale della ASD o della SSD che dovrà anche autocertificare il possesso dei requisiti e allegare la copia di un documento di identità, insieme alla copia della interrogazione del contratto di locazione o di concessione.

In quest’ultimo caso si può allegare anche una copia conforme all’originale del contratto di concessione.

All’interno della procedura di domanda per l’accesso al contributo a fondo perduto è necessario, inoltre, indicare i seguenti dati:

  • anno di registrazione del contratto;
  • numero di registrazione del contratto;
  • serie di registrazione;
  • codice identificativo dell’ufficio di registrazione;
  • canone annuale regolarmente registrato per l’anno 2021.

Bisognerà, inoltre, comunicare in fase di domanda se l’ASD o la SSD ha beneficiato o ha intenzione di beneficiare del credito di imposta del 60 per cento dei canoni di locazioni del Decreto Sostegni bis e se ha ricevuto il contributo forfettario del 2020.

La somma a cui si ha diritto sarà accreditata all’IBAN indicato in fase di domanda sul conto corrente che dovrà essere intestato esclusivamente alla Associazione Sportiva Dilettantistica o alla Società Sportiva Dilettantistica.

Nel testo integrale dell’avviso pubblico del Dipartimento per lo Sport tutti i dettagli e le istruzioni da seguire.

Dipartimento per lo Sport - Avviso pubblico del 15 novembre 2021
Contributi a fondo perduto per ASD e SSD sessione canoni di locazione e canoni concessori e sessione contributi forfettari.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network