Bonus cultura 2019, limite ISEE per i neo diciottenni

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Bonus cultura con limite ISEE a partire dal 2019: la Legge di Bilancio introduce nuove regole per i nati nel 2001, con novità in merito ai requisiti per i neo diciottenni al fine di beneficiare del contributo di 500 euro. Ecco cosa cambia.

Bonus cultura 2019, limite ISEE per i neo diciottenni

Bonus cultura con limiti ISEE dal 2019: la novità interesserà i neo diciottenni a partire dal 1° gennaio che per aver diritto al contributo di 500 euro dovranno fare i conti con la propria situazione reddituale.

A disporre cosa cambia per i nati nel 2001 è la Legge di Bilancio che riduce i fondi del bonus 18 anni per chi diventerà maggiorenne a partire dal prossimo anno.

Se fino ad oggi il bonus di 500 euro è erogato avendo come unico requisito quello del compimento dei 18 anni, dal 1° gennaio 2019 sarà necessario presentare il modello ISEE e il diritto all’assegno da spendere in cultura sarà subordinato alla verifica della situazione reddituale del proprio nucleo familiare.

Non si tratta dell’unica novità: l’ipotesi è anche quella di una possibile riduzione dell’importo nominale del buono, che potrebbe essere quindi inferiore all’attuale somma di 500 euro.

Ecco come cambia il bonus cultura 2019 e quali le novità sui limiti ISEE.

Bonus cultura 2019, limite ISEE per i neo diciottenni

Ancora non è chiaro quale sarà il limite dell’ISEE che consentirà ai nati nel 2001 che compiranno 18 anni nel 2019 di beneficiare del bonus cultura di 500 euro.

Quel che è evidente è, invece, che la Legge di Bilancio 2019 ha ridotto le risorse stanziate: la card sarà assegnata ai neo maggiorenni nel rispetto del limite massimo di spesa di 230 milioni di euro.

La novità rientra nel capitolo delle misure previste dalla Manovra per tentare di “limare le spese”: i 40 milioni di euro in meno stanziati dal Governo serviranno per finanziare ulteriori misure sempre in ambito culturale, che spaziano da sostegni a festival, cori e bande fino alle iniziative culturali nelle zone terremotate e alla digitalizzazione del patrimonio culturale italiano.

Il bonus cultura, si ricorda, è un contributo una tantum erogato dallo Stato ai cittadini italiani e agli stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno di importo pari a 500 euro. La somma, da spendere in modalità elettronica tramite il portale 18App, può essere utilizzata per l’acquisto di abbonamenti o biglietti per cinema, concerti, libri, misura e corsi anche di lingua straniera.

Bonus cultura, limiti ISEE per i nati nel 2001 e possibile riduzione importo

Sarà un decreto di MIBACT e del MEF, da adottare entro 60 giorni dalla data di approvazione della Legge di Bilancio 2019, a stabilire i requisiti per poter ricevere il bonus cultura.

L’emendamento rientrato a pieno titolo tra le novità della Legge di Bilancio 2019 stabilisce testualmente che il decreto attuativo dovrà definire gli importi nominali da assegnare sulla base delle risorse disponibili, i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo della carta, tenuto conto anche dell’indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare di appartenenza.

Le novità quindi potrebbero spingersi anche oltre i limiti ISEE e il bottino per i nati nel 2001 potrebbe essere più magro rispetto a quello rivolto ai maggiorenni negli scorsi anni.

Bonus cultura, cos’è il modello ISEE

Probabilmente non tutti i giovani che si apprestano a diventare maggiorenni sanno cos’è il modello ISEE che presto potrebbe diventare uno dei parametri fondamentali per aver diritto al bonus da spendere su 18App.

Il modello ISEE è l’indicatore della situazione economica equivalente che già oggi è utilizzato per l’accesso a molte prestazioni sociali o servizi pubblici a condizione agevolata.

Il calcolo dell’ISEE è effettuato sulla base dei redditi e dei patrimoni posseduti dal nucleo familiare, secondo specifici parametri che consentono all’INPS di valutare la reale situazione economica del richiedente.

All’interno del modello ISEE, che sarà necessario quindi anche per richiedere il bonus di 500 euro per i diciottenni nati nel 2001, confluiscono quindi non solo i redditi conseguiti, ma anche l’eventuale casa di proprietà, veicoli e conti in banca.

Si tratta in sintesi di una valutazione a 360° della situazione reddituale e patrimoniale di un contribuente o del proprio nucleo familiare.

Come funziona il bonus 18 anni

In chiusura, infine, facciamo un breve focus su come funziona il bonus 18 anni.

Ragazzi e ragazze maggiorenni hanno diritto, a partire dal 2017, ad un importo pari a 500 euro da usare accedendo al sito 18app per la propria spesa culturale.

L’importo del bonus cultura viene messo a disposizione a partire dalla data del proprio compleanno e potrà essere speso mediante buoni\voucher elettronici da consegnare o all’esercente o da inserire nei siti di acquisti online, come Amazon.

La somma quindi non è erogata in contanti ma si può spendere tramite il sito 18App, al quale accedere con le credenziali SPID.

Come spendere i 500 euro e cosa è possibile acquistare? Con i 500 euro del bonus cultura è possibile acquistare beni e servizi dei seguenti ambiti:

  • Cinema (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Concerti (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Eventi culturali (biglietto d’ingresso a festival, fiere culturali, circhi)
  • Libri (audiolibro, ebook, libro)
  • Musei, monumenti e parchi (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Teatro e danza (abbonamento card/biglietto d’ingresso)
  • Musica registrata (cd, dvd musicali, dischi in vinile, musica on line)
  • Corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Per poter gestire l’acquisto e per poter generare il buono da spendere per le spese sopra indicate sarà necessario scegliere il tipo di esercente, fisico od online, l’ambito dell’acquisto e il tipo di bene da acquistare, indicando l’importo totale del buono.

Nel caso di uso in un negozio fisico, il buono generato dovrà essere consegnato o mostrato al rivenditore. Per gli acquisti online, invece, è necessario inserire il codice del buono generato e che si intende spendere.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it