Bonus bollette 2022, pagamento a rate e non solo: le novità contro l’aumento di luce e gas

Rosy D’Elia - Imposte

Bonus bollette 2022, pagamento a rate in 10 mesi e non solo: sono diverse le novità proposte dal Governo contro l'aumento di luce e gas. Dalla riduzione delle aliquote alla rateizzazione delle fatture: la ricetta per affrontare i primi mesi dell'anno nell'emendamento alla Legge di Bilancio.

Bonus bollette 2022, pagamento a rate e non solo: le novità contro l'aumento di luce e gas

Bonus bollette 2022 potenziato, pagamento a rate in 10 mesi e non solo: il Governo, con un emendamento alla Legge di Bilancio, ha proposto la sua ricetta contro l’aumento di luce e gas.

Dalla riduzione delle aliquote alla rateizzazione delle fatture, sono diverse le novità per famiglie e imprese proposte per affrontare i primi mesi dell’anno. Le risorse messe in campo ammontano a 3,8 miliardi ma per l’ufficialità è necessario attendere la conclusione dell’iter di approvazione della Manovra.

In sintesi, l’intervento sul caro bollette 2022 si articola su più fronti:

  • viene confermato l’azzeramento degli oneri generali di sistema che si applicano alle utenze elettriche domestiche e non in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 KW e viene confermata la riduzione degli oneri per le restanti utenze elettriche non domestiche;
  • stessa conferma arriva per gli oneri di sistema per il gas naturale per tutte le utenze;
  • si stabilisce l’applicazione dell’aliquota IVA al 5 per cento sul gas metano per le bollette di gennaio, febbraio, marzo 2022;
  • viene potenziato il bonus bollette legato all’ISEE;
  • si prevede un piano di rateizzazione per le bollette non pagate che fanno riferimento a fatture emesse tra il 1° gennaio e il 30 aprile 2022.

Non solo bonus bollette per il 2022: riduzione delle aliquote contro l’aumento di luce e gas

Il costo di luce e gas è in aumento e il Governo ha messo in campo la sua ricetta per sostenere imprese e famiglie nei primi mesi del 2022.

Le misure per far fronte al caro bollette sono state inserite nel maxi emendamento alla Legge di Bilancio 2022 che contiene anche la revisione dell’IRPEF.

Prima di tutto, con il testo proposto, vengono confermate alcune misure già previste: per il primo trimestre del prossimo anno si azzerano le aliquote relative agli oneri generali di sistema applicate a utenze elettriche domestiche e non domestiche in bassa tensione per altri usi con potenza disponibile fino a 16,5 kW.

La misura agevolativa interessa circa 35 milioni di utenze, se si considerano i cittadini e le imprese.

Con questo intervento, si conferma anche la riduzione della componente degli oneri generali di sistema già prevista dal 1° luglio per tutte le utenze elettriche non domestiche.

A questa novità si affianca anche la riduzione delle aliquote relative agli oneri generali per il settore del gas. Anche in questo caso la platea interessata è ampia: 22 milioni di utenze, sia domestiche che non domestiche.

Al consumo di gas metano, usato per combustione per usi civili e industriali, relativo a gennaio, febbraio e marzo 2022 si applica un’aliquota IVA del 5 per cento.

Il testo dell’emendamento specifica:

“Qualora le somministrazioni di cui al primo periodo siano contabilizzate sulla base di consumi stimati, l’aliquota IVA del 5 per cento si applica anche alla differenza derivante dagli importi ricalcolati sulla base dei consumi effettivi riferibili, anche percentualmente, ai mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022”.

Bonus bollette 2022 potenziato e pagamento a rate: le novità contro l’aumento di luce e gas

912 milioni di euro, poi, vengono impiegati per potenziare il bonus bollette riconosciuto ai cittadini entro certi limiti ISEE.

Le agevolazioni già riconosciute ai clienti domestici che si trovano in una condizione di difficoltà, economica o fisica, vengono rideterminate dall’ARERA, Autorità di regolazione energia reti ambiente, per azzerare l’aumento dei prezzi.

I bonus luce e gas vengono riconosciuti in totale a una platea di 5 milioni di famiglie in presenza dei requisiti che seguono:

  • nuclei con un ISEE sotto gli 8.265 euro annui;
  • nuclei numerosi con un ISEE di 20.000 euro annui e almeno 4 figli;
  • beneficiari di reddito o pensione di cittadinanza;
  • utenti in condizioni di salute precarie che utilizzano apparecchiature elettromedicali.

Un’ultima importante novità riguarda tutti coloro che nei primi mesi del 2022 avranno difficoltà a pagare le bollette di luce e gas: le fatture emesse dal 1° gennaio al 30 aprile 2022 nei confronti di clienti finali domestici potranno essere pagate in 10 mesi senza applicazione di interessi. Dovrà essere l’ARERA a stabilire i dettagli sulla periodicità e su ogni aspetto operativo.

In campo c’è un miliardo di euro per mettere in atto un meccanismo di compensazione nei confronti dei venditori di energia elettrica e gas nel caso in cui l’importo delle bollette da pagare a rate superi il 3 per cento dell’importo delle fatture emesse nei confronti tutti i clienti finali che avrebbero diritto all’agevolazione.

In ogni caso per la conferma di tutte le novità che il Governo propone per contrastare il caro bollette nei primi mesi del 2022 bisognerà attendere l’approvazione definitiva della prossima Legge di Bilancio, che arriverà in aula al Senato solo domani, martedì 21 dicembre.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network