Bonus acqua, luce e gas 2021, parte lo sconto automatico in bolletta: da ARERA le novità

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Bonus acqua, luce e gas 2021, l'ARERA fissa le regole per lo sconto automatico in bolletta. Si parte dal 1° gennaio, ma il riconoscimento dell'agevolazione avverrà dal mese di luglio, sulla base dei dati delle DSU ai fini ISEE presenti nelle banche dati INPS. Le novità sono illustrate nel comunicato stampa pubblicato il 25 febbraio.

Bonus acqua, luce e gas 2021, parte lo sconto automatico in bolletta: da ARERA le novità

Bonus acqua luce e gas 2021, si parte con il riconoscimento automatico dello sconto sulle bollette.

L’agevolazione spetterà senza fare domanda ai contribuenti con ISEE fino a 8.265 euro, e sarà direttamente l’ARERA a verificare quali sono i beneficiari del bonus bollette, accedendo ai dati INPS relativi alle DSU presentate.

L’automatismo interesserà anche i beneficiari del reddito e della pensione di cittadinanza, così come le famiglie numerose con ISEE fino a 20.000 euro.

Le verifiche per l’attribuzione del bonus sulle bollette di acqua, luce e gas partiranno dal 1° luglio 2021. A fornire le istruzioni ed il dettaglio delle novità è l’ARERA, con il comunicato stampa del 25 febbraio 2021.

Bonus acqua, luce e gas 2021, parte lo sconto automatico in bolletta: da ARERA le novità

A partire dal 2021, per il riconoscimento del bonus sulle bollette di acqua, luce e gas basterà compilare la DSU ai fini ISEE. Sarà l’ARERA, sulla base dei dati presenti nelle banche dati INPS, ad assegnare in automatico lo sconto.

Dopo lo stop imposto dal Garante per la Privacy, l’agevolazione è pronta a partire.

Sono 2,6 milioni le famiglie aventi diritto al bonus sulle bollette. L’automatismo nel riconoscimento dell’agevolazione è stato pensato proprio a fronte dell’elevato numero di potenziali destinatari, e delle poche domande presentate.

Il bonus acqua, luce e gas automatico ha validità dal 1° gennaio 2021. Ogni bonus, comunica l’ARERA, avrà durata 12 mesi a partire dalla data di ammissione all’agevolazione.

Lo sconto sarà riconosciuto in bolletta a partire da luglio, mese dal quale l’ARERA partirà con le verifiche sui requisiti ISEE richiesti.

Dovranno continuare a fare domanda i beneficiari del bonus elettrico per disagio fisico, ovvero coloro che si trovano in gravi condizioni di salute e utilizzano apparecchi salvavita. La richiesta dovrà essere presentata come di consueto al Comune o presso CAF abilitati.

ARERA - Deliberazione 23 febbraio 2021
Modalità applicative del regime di riconoscimento automatico agli aventi diritto dei bonus sociali elettrico, gas e idrico per disagio economico

Bonus bollette acqua, luce e gas 2021, a chi spetta lo sconto automatico

Oltre a dettare i tempi per il riconoscimento del bonus sulle bollette, con il comunicato stampa del 25 febbraio 2021 l’ARERA fa il punto sui requisiti richiesti.

Le condizioni soggettive per avere diritto ai bonus luce, acqua e gas restano le stesse, cioè appartenere alternativamente ad un nucleo familiare:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

In aggiunta, uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare titolare di una fornitura elettrica/gas/idrica per usi domestici attiva (o sospesa per morosità) o usufruire di una fornitura centralizzata gas/idrica attiva e per usi domestici.

Per chiarezza e trasparenza, il cliente avrà modo di verificare in bolletta l’applicazione del bonus, perché il venditore dovrà mettere in evidenza tale voce.

Il bonus sarà riconosciuto direttamente in bolletta, qualora uno dei componenti del nucleo familiare risulti intestatario di una fornitura diretta.

Nel caso in cui il nucleo familiare usufruisca di una fornitura centralizzata (condominiale) viene riconosciuto l’intero importo alla famiglia disagiata una volta l’anno:

  • nel caso del bonus idrico con assegno circolare intestato al componente del nucleo familiare che ha presentato la DSU e recapitato all’abitazione del nucleo familiare,
  • nel caso del bonus gas con bonifico domiciliato intestato al componente del nucleo familiare che ha presentato la DSU e ritirabile presso qualsiasi sportello di Poste italiane.

Infine, se il cliente chiude l’utenza o viene effettuata la voltura ad altro utente, l’importo del bonus restante sarà erogato in un’unica soluzione, e non potrà essere richiesto un nuovo bonus per l’anno di competenza dallo stesso nucleo familiare.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network