Bonus 600 euro baby sitter, pagamento dal 15 aprile 2020: ecco come sarà erogato

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Bonus 600 euro, pagamento dal 15 aprile 2020 anche per i voucher baby sitter: per l'erogazione è necessaria la seconda parte del Pin INPS ed i buoni saranno utilizzabili tramite il Libretto Famiglia. Tutte le istruzioni e le regole sul pagamento.

Bonus 600 euro baby sitter, pagamento dal 15 aprile 2020: ecco come sarà erogato

Bonus 600 euro, pagamento dal 15 aprile 2020 anche per i voucher baby sitter: a comunicarlo è l’INPS, con un tweet del 13 aprile.

Il pagamento del bonus di 600 euro per i servizi di baby sitting avverrà tramite il Libretto Famiglia, strumento telematico messo a disposizione dall’INPS per la gestione del contributo introdotto per l’emergenza Covid-19.

Servirà la seconda parte del PIN INPS per poter ottenere il bonus baby sitter di 600 euro: entro 15 giorni dalla data di accoglimento della domanda presentata è necessario appropriarsi dei voucher richiesti, pena la decadenza della richiesta.

Bonus 600 euro baby sitter, pagamento dal 15 aprile 2020: ecco come sarà erogato

Il bonus di 600 euro per i servizi di baby sitting non sarà erogato direttamente al richiedente sul conto corrente, ma dovrà essere utilizzato accedendo al Libretto Famiglia INPS.

Il pagamento avverrà dal 15 aprile 2020, giorno a partire dal quale i voucher baby sitter verrano messi a disposizione del richiedente.

Si ricorda che chi presenta domanda di bonus baby sitter ha 15 giorni di tempo dalla data di notifica dell’esito dell’istanza per appropriarsi dei voucher prenotati.

Per farlo è necessario accedere al Libretto Famiglia INPS, ed è fondamentale aver ricevuto la seconda parte del Pin INPS: se per inviare domanda è stato possibile utilizzare le credenziali semplificate, per appropriarsi del bonus di 600 euro bisogna aver ricevuto il codice di conferma tramite Posta.

In alternativa, resta possibile l’utilizzo di SPID o CNS.

Bonus 600 euro, pagamento voucher baby sitter tramite Libretto Famiglia INPS

L’utilizzo del bonus baby sitter è un percorso ad ostacoli per chi non è avvezzo all’utilizzo dei servizi telematici dell’INPS e, a differenza di quanto credono in molti, il pagamento al beneficiario non è diretto.

In sostanza, chi ha fatto domanda di bonus baby sitter non riceverà mai la somma prenotata sul proprio conto corrente, ma sarà l’INPS a gestire - nella veste di intermediario - i pagamenti nei confronti della baby sitter.

Il tutto, come anticipato in apertura, tramite il Libretto Famiglia INPS, ed è quindi fondamentale capire come funziona.

Per poter beneficiare del bonus baby sitter 2020 tramite il Libretto Famiglia il genitore beneficiario (utilizzatore) ed il prestatore di lavoro (baby sitter) dovranno innanzitutto registrarsi sulla piattaforma delle prestazioni occasionali, accessibile sul sito www.inps.it.

Con la registrazione sul sito INPS per l’utilizzo del Libretto Famiglia, sia il genitore beneficiario dei voucher baby sitting che il prestatore dovranno fornire le proprie informazioni identificative, necessarie per gestire il rapporto di lavoro e gli adempimenti contributivi.

Il baby sitter dovrà compilare correttamente i campi relativi alle modalità di pagamento, indicando - ad esempio - il proprio codice IBAN.

La prestazione lavorativa del baby sitter dovrà essere comunicata all’INPS dopo lo svolgimento (tramite la piattaforma telematica INPS o avvalendosi dei servizi di contact center messi a disposizione dall’INPS).

Le prestazioni inserite entro il 3 del mese successivo a quello in cui si sono svolte andranno in pagamento il 15 del mese stesso, tramite accredito delle somme sullo strumento di pagamento indicato dal baby sitter durante la registrazione.

Al baby sitter sarà pagata una somma pari a 10 euro all’ora e pertanto l’importo richiesto a seguito della prestazione dovrà necessariamente essere pari a 10 euro o suoi multipli.

Potranno essere remunerate tramite Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte a decorrere dal 5 marzo 2020, per tutto il periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it