Bonus baby sitter 2020, come funziona il Libretto Famiglia INPS

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Libretto Famiglia INPS per la gestione del bonus baby sitter 2020: dalla registrazione fino al pagamento della prestazione, ecco le istruzioni su come funziona lo strumento telematico disponibile online.

Bonus baby sitter 2020, come funziona il Libretto Famiglia INPS

Il bonus baby sitter 2020 dovrà essere utilizzato tramite il Libretto Famiglia INPS: vediamo come funziona lo strumento telematico per la gestione dei voucher.

Le istruzioni per utilizzare il bonus baby sitter sono contenute nella circolare n. 44 del 24 marzo 2020, con la quale l’INPS illustra punto per punto le regole per fare domanda ed accedere ai voucher introdotti dal decreto Cura Italia.

Sia il beneficiario che il prestatore del servizio di baby sitting dovranno preventivamente registrarsi sul sito INPS.

Per quel che riguarda le famiglie, il bonus baby sitter spetta ai genitori con figli fino a 12 anni in alternativa all’utilizzo del congedo parentale straordinario.

In considerazione della situazione emergenziale causata dal coronavirus e dalla chiusura delle scuole, nessun limite è previsto per il baby sitter, che potrà essere anche un lavoratore già assunto dalla famiglia per prestazioni di lavoro domestico o per la sorveglianza dei minori.

Scendiamo quindi nel dettaglio e vediamo come funzionail Libretto Famiglia INPS per l’utilizzo del bonus baby sitter 2020.

Bonus baby sitter 2020: guida al Libretto Famiglia INPS

Bonus baby sitter 2020: come funziona il Libretto Famiglia INPS

Il bonus baby sitter 2020 dovrà essere utilizzato mediante il Libretto Famiglia INPS. Le istruzioni sono contenute nella circolare n. 44 del 24 marzo 2020.

Il Libretto Famiglia è lo strumento telematico disponibile sul sito INPS e già in uso per le prestazioni occasionali dei collaboratori domestici.

Per poter beneficiare del bonus baby sitter 2020 tramite il Libretto Famiglia il genitore beneficiario (utilizzatore) ed il prestatore di lavoro (baby sitter) dovranno innanzitutto registrarsi sulla piattaforma delle prestazioni occasionali, accessibile sul sito www.inps.it.

L’utilizzatore e il prestatore possono accedere alla procedura:

  • direttamente con l’utilizzo delle proprie credenziali (Pin INPS, SPID, CNS o CIE);
  • avvalendosi dei servizi di contact center INPS, che gestiranno, per conto dell’utente (utilizzatore/prestatore), lo svolgimento delle attività di registrazione e/o degli adempimenti di comunicazione della prestazione lavorativa. Anche in tal caso è necessario il possesso delle credenziali personali;
  • tramite intermediari o enti di patronato.

Con la registrazione sul sito INPS per l’utilizzo del Libretto Famiglia, sia il genitore beneficiario dei voucher baby sitting che il prestatore dovranno fornire le proprie informazioni identificative, necessarie per gestire il rapporto di lavoro e gli adempimenti contributivi.

Il baby sitter dovrà compilare correttamente i campi relativi alle modalità di pagamento, indicando - ad esempio - il proprio codice IBAN.

Bonus baby sitter 2020, appropriazione dei voucher tramite Libretto Famiglia INPS

Una volta effettuata la registrazione, il genitore dovrà appropriarsi del bonus baby sitter indicato nella domanda.

Come disposto con la circolare n. 44, il beneficiario dovrà appropriarsi del bonus baby sitter indicato entro 15 giorni dalla data di accoglimento della domanda. In caso contrario, non sarà possibile utilizzare la somma “prenotata”.

Con l’appropriazione del bonus, il beneficiario potrà visualizzare tramite il Libretto Famiglia INPS il portafoglio elettronico dell’importo concesso, da utilizzare per il pagamento della prestazione lavorativa.

Una specifica procedura è prevista anche per il pagamento del baby sitter.

Bonus baby sitter 2020, Libretto Famiglia INPS: comunicazione e tempi per il pagamento

La prestazione lavorativa del baby sitter dovrà essere comunicata all’INPS dopo lo svolgimento (tramite la piattaforma telematica INPS o avvalendosi dei servizi di contact center messi a disposizione dall’INPS).

Le prestazioni inserite entro il 3 del mese successivo a quello in cui si sono svolte andranno in pagamento il 15 del mese stesso, tramite accredito delle somme sullo strumento di pagamento indicato dal baby sitter durante la registrazione.

Al baby sitter sarà pagata una somma pari a 10 euro all’ora e pertanto l’importo richiesto a seguito della prestazione dovrà necessariamente essere pari a 10 euro o suoi multipli.

Potranno essere remunerate tramite Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte a decorrere dal 5 marzo 2020, per tutto il periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici.

Pagamento con bonus Covid 19: comunicazione INPS entro il 31 dicembre 2020

All’atto dell’inserimento della prestazione svolta, il genitore dovrà indicare di voler usufruire del “Bonus Covid 19” per il pagamento.

Al beneficiario viene inoltre richiesto di controllare che all’interno della procedura telematica disponibile sul Libretto Famiglia INPS siano riportati correttamente i dati della domanda accolta e la dicitura:

  • “Acquisto di servizi di baby-sitting (DL 18/2020 – Misure COVID 19)”.

Le prestazioni svolte a partire dal 5 marzo 2020 potranno essere comunicate dal genitore beneficiario sulla piattaforma delle prestazioni occasionali entro la data del 31 dicembre 2020.

Ovviamente, prima si inseriranno le informazioni richieste e prima l’INPS effettuerà il pagamento nei confronti del baby sitter.

Bonus baby sitter 2020: un esempio su come usare il Libretto Famiglia INPS

Per passare dalla teoria alla pratica, l’INPS fornisce un esempio delle modalità di utilizzo del bonus baby sitter tramite il Libretto Famiglia INPS.

Riportiamo di seguito un caso pratico, passo per passo:

  • il beneficiario riceve la comunicazione dell’accoglimento del bonus pari all’importo richiesto il giorno 5 aprile;
  • effettua l’appropriazione il 6 aprile;
  • per garantire il tempestivo pagamento del compenso al lavoratore, inserisce entro il giorno 3 maggio le prestazioni lavorative già svolte, per un importo pari alla somma da corrispondere al lavoratore per le giornate di lavoro svolte;
  • il lavoratore riceve il compenso entro il giorno 15 maggio.

L’inserimento delle prestazioni in procedura successivamente alla data del 3 maggio non ne pregiudica il pagamento, che viene solo posticipato al mese successivo (il prestatore riceverà il compenso non il 15 maggio ma il 15 giugno).

Il pagamento della somma spettante al baby sitter per la prestazione lavorativa svolta verrà effettuato entro il giorno 15 di ogni mese, in relazione alle comunicazioni inserite entro il giorno 3.

Il termine ultimo per l’inserimento delle prestazioni in procedura viene fissato al 31 dicembre 2020.

Bonus baby sitter 2020, voucher anche per pagare un lavoratore già assunto

Nessun limite specifico è previsto in relazione al prestatore del servizio di baby sitting.

A differenza delle regole previste per l’utilizzo dei voucher tramite il Libretto Famiglia INPS, l’emergenza generata dal Covid-19 elimina alcuni dei vincoli previsti.

Limitatamente al pagamento mediante il bonus baby sitter 2020, il prestatore di lavoro occasionale remunerato con il Libretto Famiglia potrà anche essere lo stesso soggetto con il quale l’utilizzatore abbia già in corso o abbia cessato da meno di sei mesi un rapporto di lavoro subordinato.

Il bonus baby sitter potrà essere utilizzato anche per pagare le ore aggiuntive svolte dal lavoratore già assunto per prestazioni di lavoro domestico o per i servizi di baby sitting.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it