Bonus 200 euro, accredito INPS dal 1° luglio per i pensionati

Giuseppe Guarasci - Pensioni

Bonus 200 euro, oggi, 1° luglio 2022 accredito per i pensionati. Lo riceveranno nel cedolino della pensione del mese, insieme alla quattordicesima. Per altre categorie di soggetti le somme verranno erogate in tempi diversi.

Bonus 200 euro, accredito INPS dal 1° luglio per i pensionati

Il bonus 200 euro è in arrivo per i primi beneficiari. Si tratta, ad esempio, dei pensionati che rispettano i requisiti previsti dal Decreto Aiuti.

L’indennità una tantum verrà accreditata nel cedolino pensione relativo al mese di luglio 2022: gli accrediti saranno disposti oggi, 1° luglio.

Per tale categoria di soggetti l’erogazione avviene in automatico, insieme alla quattordicesima.

Per gli altri soggetti, invece, si deve tenere conto delle specifiche modalità di erogazione degli importi.

Bonus 200 euro, accredito INPS dal 1° luglio per i pensionati

Il 1° luglio 2022 è il primo giorno bancabile del mese. A partire da oggi, i pensionati riceveranno l’accredito INPS relativo alla mese in corso.

Tra le novità della somma che i soggetti in questione riceveranno c’è l’incremento dell’importo dovuto alla quattordicesima delle pensioni.

Il cedolino pensione di luglio 2022 avrà una somma più alta anche per l’erogazione del cosiddetto bonus 200 euro, l’indennità una tantum prevista dal Decreto Aiuti per contrastare il caro prezzi.

Per i pensionati l’erogazione da parte dell’INPS è automatica. I soggetti devono tuttavia rispettare i requisiti previsti. In caso di superamento del limite di 35.000 euro in relazione al reddito percepito nel 2021, ad esempio, l’importo deve essere restituito.

A fornire i dettagli su beneficiari e requisiti è la circolare numero 73 del 24 giugno scorso.

Non tutte le categorie di beneficiari riceveranno il bonus 200 euro oggi: l’erogazione segue diverse modalità a seconda della categoria in cui rientra il soggetto.

Bonus 200 euro, accredito INPS dal 1° luglio per i pensionati

Se luglio riceveranno il bonus 200 euro sia i lavoratori dipendenti, pubblici e privati, sia i pensionati, dovranno invece attendere le partite IVA.

A prevedere il contributo per tali soggetti è l’articolo 33 del Decreto Aiuti, che ha istituito un fondo da 500 milioni di euro presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Tale fondo sarà utilizzato per pagare le indennità spettanti ad autonomi e professionisti per l’anno 2022.

Stando a quanto previsto dal Decreto Aiuti, non è ancora definito l’importo spettante, anche se probabilmente l’indennità una tantum sarà da 200 euro anche per questa categoria di lavoratori.

Per quanto riguarda i tempi, invece, ci sarà da attendere di più.

I criteri e le modalità per l’erogazione degli importi devono infatti essere stabiliti da un decreto del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con quello dell’Economia e delle Finanze.

Il testo sarebbe dovuto arrivare in Gazzetta Ufficiale entro i 30 giorni successivi alla pubblicazione del Decreto Aiuti del 17 maggio scorso.

Tuttavia si attende ancora la pubblicazione del decreto attuativo che stabilirà anche i tempi in cui i beneficiari vedranno accreditate le somme.

Con buona probabilità le somme potrebbero arrivare non prima del mese di settembre.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network