Pagamento pensioni luglio 2022, accredito INPS con quattordicesima e bonus 200 euro

Rosy D’Elia - Pensioni

Pagamento pensioni luglio 2022, l'accredito INPS arriva nel primo giorno del mese e per molti pensionati e pensionate ha importi più alti: vengono erogati anche quattordicesima e bonus 200 euro. Per il ritiro presso gli uffici postali è necessario attenersi al calendario stabilito dalle sedi.

Pagamento pensioni luglio 2022, accredito INPS con quattordicesima e bonus 200 euro

L’appuntamento con il pagamento delle pensioni di luglio 2022 coincide con il primo giorno del mese. L’accredito INPS in arrivo comprende per molti pensionati e pensionate, in possesso di specifici requisiti, anche due importi aggiuntivi: la quattordicesima e il bonus 200 euro.

La data in cui vengono erogate le somme è la stessa sia per coloro che ricevono i trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento tramite le banche che per coloro che ottengono le cifre a cui hanno diritto tramite Poste Italiane.

La tabella di marcia anticipata prevista per gli anni di emergenza Covid è stata ormai abbandonata, coloro che intendono ritirare le somme presso gli uffici postali, però, devono attenersi però al calendario per l’ingresso nelle sedi suddiviso in ordine alfabetico.

Pagamento pensioni luglio 2022, anche quattordicesima e bonus 200 euro con l’accredito INPS

La data in cui si riceverà l’accredito INPS delle pensioni, completo di quattordicesima e bonus 200 euro, è stata stabilita dall’Istituto alla fine del 2021 con la consueta circolare che riporta il calendario con le date di pagamento di tutto il 2022.

MeseGiorno disponibilità valuta
- Poste Banche
luglio 1 1
agosto 1 1
settembre 1 1
ottobre 1 3
novembre 2 2
dicembre e tredicesima 1 1

Le pensionate e i pensionati titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution, quindi, riceveranno trattamenti pensionistici, gli assegni, le pensioni e le indennità di accompagnamento a cui hanno diritto venerdì 1° luglio, lo stesso accadrà anche per chi accede alle somme tramite le banche.

Coloro che sono titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution sempre nella stessa data potranno prelevare le pensioni in contanti dagli ATM Postamat presenti su tutto il territorio.

In base alle indicazioni fornite da Poste Italiane in occasione della fine dello stato di emergenza, per l’accesso ai 12.800 uffici postali e il ritiro allo sportello degli importi si continua a seguire una turnazione in ordine alfabetico.

Per essere sicuri del calendario è necessario verificare le indicazioni specifiche che potrebbero variare da territorio a territorio.

Pagamento pensioni luglio 2022, arriva dall’INPS anche la quattordicesima

Il pagamento delle pensioni di luglio 2022 è particolarmente atteso perché per molti pensionati e molte pensionate ci saranno degli importi aggiuntivi rispetto alla mensilità.

A far crescere le somme che dovranno essere erogate il 1° luglio la quattordicesima, che nel rispetto di determinati requisti viene erogata ogni anno, e il bonus 200 euro, l’indennità una tantum introdotta per far fronte al caro prezzi e quindi legata alle necessità di questo particolare periodo.

L’anno scorso hanno ricevuto la somma aggiuntiva circa tre milioni di pensionati con almeno 64 anni di età e con i requisiti reddituali richiesti, ovvero un reddito complessivo con un valore massimo compreso tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, 13.405,08 euro.

Non sempre la quattordicesima si riceve a luglio, l’accredito INPS arriva anche con la pensione di dicembre a chi perfeziona il requisito anagrafico entro il 31 dicembre o diviene titolare di pensione nel corso dell’anno, a patto che siano rispettati i limiti reddituali.

Pagamento pensioni luglio 2022, arrivano dall’INPS importi più alti con il bonus 200 euro

Anche per il bonus 200 euro è necessario rispettare specifiche condizioni: viene erogato, infatti, automaticamente con il pagamento delle pensioni di luglio 2022 solo a coloro che rispettano determinati requisiti:

  • essere residenti in Italia;
  • essere titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 30 giugno 2022;
  • avere un reddito personale assoggettabile ad IRPEF per il 2021 non superiore a 35.000 euro, al netto dei contributi previdenziali e assistenziali.

Si escludono dal calcolo della soglia reddituale le seguenti voci:

  • trattamenti di fine rapporto comunque denominati;
  • reddito della casa di abitazione;
  • competenze arretrate sottoposte a tassazione separata.

In presenza delle condizioni stabilite dall’articolo 32 del Decreto Aiuti, non è necessario presentare alcuna domanda: il bonus 200 euro integrerà automaticamente l’importo delle pensioni di luglio 2022.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network