Pensioni, ultime novità: a febbraio 2020 assegni più alti con la rivalutazione

Guendalina Grossi - Pensioni

Le pensioni del mese di Febbraio 2020 sono più alte rispetto a quelle del mese precedente, per via del rimborso del mancato conguaglio dell'INPS. Le ultime novità.

Pensioni, ultime novità: a febbraio 2020 assegni più alti con la rivalutazione

Pensioni, ultime novità: l’assegno pensionistico disponibile per i contribuenti dal 3 febbraio 2020 è più alto rispetto a quello di gennaio grazie al rimborso del mancato conguaglio.

L’INPS, infatti, il mese scorso non aveva calcolato per circa 100 mila pensionati il conguaglio del 2020 relativo al bonus Poletti.

Per questa ragione, gli importi degli assegni pensionistici, questo mese, sono più elevati, non si tratta né di un caso né di un regalo o di un aumento voluto dall’Istituto previdenziale.

Ma vediamo nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere su questa novità del mese di febbraio.

Pensioni, ultime novità a febbraio 2020 importi più alti del dovuto per rimediare agli errori dell’INPS

Il 3 febbraio 2020 circa 100 mila pensionati ricevono pensioni con un importo più elevato.

Questo perché nel mese precedente l’INPS non aveva calcolato il conguaglio del 2020 relativi al bonus Poletti.

In particolare quando l’INPS ha effettuato i calcoli e previsto le stime del nuovo anno non ha tenuto in considerazione l’aumento del 2019. La stima del conguaglio, quindi è stata effettuata senza tener conto dell’aumento che era invece vigente.

Pensioni, a febbraio assegni più alti per la rivalutazione: cosa bisogna controllare?

I 100 mila pensionati, che nel mese di gennaio si sono visti arrivare un assegno pensionistico più basso per via del mancato conguaglio dell’INPS, dovranno controllare che l’importo della pensione di febbraio sia stato adeguato alle novità del 2020 e sia più alto.

L’importo dell’assegno non sarà però così elevato, si parla di qualche decina di euro nella maggior parte dei casi.

L’incremento previsto dal bonus Poletti era, infatti, dell’1,1% rispetto a quanto percepito nel 2018 dai pensionati.

Si ricorda che, qualora i pensionati si dovessero rendere conto di non aver ricevuto il conguaglio, questi potranno rivolgersi all’INPS o ai Caf.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it