Bonus 1000 euro stagionali turismo: istruzioni INPS sull’indennità di maggio

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Bonus 1000 euro lavoratori stagionali del settore turismo e stabilimenti termali: con la circolare numero 80 del 6 luglio 2020, l'INPS fornisce istruzioni sull'accesso all'indennità di maggio. In presenza dei requisiti richiesti, chi non ha percepito le somme a marzo e aprile 2020 può presentare domanda tramite il servizio dedicato.

Bonus 1000 euro stagionali turismo: istruzioni INPS sull'indennità di maggio

Bonus 1000 euro stagionali: con la circolare numero 80 del 6 luglio 2020, l’INPS fa il punto sull’indennità che spetta ai lavoratori per il mese di maggio 2020, con un focus specifico anche su chi opera nel settore del turismo e degli stabilimenti termali.

In presenza dei requisiti richiesti, chi non ha percepito le somme a marzo e aprile 2020 e quindi non rientra tra coloro che hanno ricevuto automaticamente la terza tranche può presentare domanda tramite il servizio dedicato.

Secondo quanto stabilito dal Decreto Rilancio, coloro che hanno interrotto involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 hanno diritto a un’indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1000 euro.

Il documento passa a rassegna i requisiti da rispettare e le modalità per ottenere le somme che spettano non solo ai lavoratori stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, ma anche alle seguenti categorie:

  • liberi professionisti;
  • lavoratori in somministrazione;
  • soggetti impegnati in rapporti di collaborazione coordinata e continuativa.
INPS - Circolare numero 80 del 6 luglio 2020
Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio Italia), recante: “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Indennità per il mese di maggio 2020. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti.

Bonus 1000 euro stagionali turismo e stabilimenti termali: indennità di maggio dall’INPS senza domanda

I lavoratori stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali che hanno già ottenuto l’indennità a marzo e aprile 2020 accedono la bonus 1000 euro di maggio senza necessità di presentare una nuova domanda: ricevono le somme automaticamente.

Ma nella circolare numero 80 del 6 luglio 2020, l’INPS mette in guardia:

“Per tali beneficiari, l’indennità Covid-19 per il mese di maggio 2020, di cui al comma 6 del richiamato articolo 84 del D.L. n. 34 del 2020, verrà infatti erogata dall’INPS – in presenza dei “nuovi” requisiti legislativamente previsti dal citato comma 6 dell’articolo 84 - secondo le modalità di pagamento già indicate dal beneficiario nella domanda presentata per la fruizione della prestazione per il mese di marzo 2020”.

Come sottolinea il documento, gli aspiranti beneficiari del bonus 1000 euro di maggio devono aver concluso un rapporto di lavoro involontariamente nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 con un datore di lavoro rientrante nei settori produttivi del turismo e degli stabilimenti termali.

E inoltre non devono risultare in una delle seguenti condizioni alla data del 19 maggio 2020:

    • titolari di trattamento pensionistico diretto;
    • non avere in corso un rapporto di lavoro dipendente;
    • non essere titolari di indennità NASpI.

Bonus 1000 euro stagionali turismo: istruzioni INPS sull’indennità di maggio

Se i lavoratori stagionali del settore turismo e stabilimenti termali non hanno presentato la domanda per ottenere l’indennità nei mesi di marzo e aprile 2020, possono beneficiare del bonus 1000 euro anche solo per il mese di maggio 2020, presentando la domanda secondo le istruzioni fornite dall’INPS nella circolare numero 80 del 6 luglio 2020.

Come per i mesi precedenti, per accedere ai servizi online dedicati alla domanda, “INDENNITA’ COVID-19”, è possibile utilizzare una delle seguenti credenziali:

  • PIN rilasciato dall’INPS (sia ordinario sia dispositivo);
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Una volta all’interno è necessario seguire la procedura guidata online.

C’è anche la possibilità di accedere ai servizi del portale INPS in modalità semplificata, per compilare e inviare la domanda on line, inserendo solo la prima parte del PIN dell’INPS, ricevuto via SMS o e-mail subito dopo la relativa richiesta del PIN.

I lavoratori stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali possono presentare domanda anche tramite i canali alternativi del servizio di Contact Center integrato:

  • numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente);
  • numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Anche in questo caso, il cittadino può avvalersi del servizio in modalità semplificata, comunicando all’operatore del Contact Center la sola prima parte del PIN.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network