Bonus 1.000 euro per i lavoratori dello spettacolo, del turismo e non solo nel DL Ristori quater

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Nuovo bonus 1.000 euro per lavoratori dello spettacolo, per gli stagionali del turismo, ma non solo: la novità è contenuta nel Decreto Ristori quater. Si replica per la terza volta l'indennità una tantum prevista dal Decreto Agosto. In attesa del testo ufficiale, nella bozza i requisiti e le modalità di erogazione.

Bonus 1.000 euro per i lavoratori dello spettacolo, del turismo e non solo nel DL Ristori quater

Nuovo bonus 1.000 euro: la novità è contenuta nel Decreto Ristori quater. Dai lavoratori dello spettacolo agli autonomi, passando per i lavoratori stagionali del turismo, sono diverse le categorie che riceveranno in automatico o in seguito a domanda le nuove somme stanziate per sostenere tutti coloro che operano nei settori più colpiti dall’emergenza coronavirus.

Si replica per una terza volta, dopo il DL numero 137 del 2020, l’indennità una tantum prevista dal Decreto Agosto.

La notizia arriva con l’approvazione del nuovo provvedimento emergenziale della serie Ristori per un valore di 8 miliardi di euro nel Consiglio dei Ministri che si è tenuto nella tarda serata di domenica 29 novembre 2020.

Si attende ancora un testo ufficiale, ma le comunicazioni diffuse dal Governo al termine della riunione e la bozza già in circolazione riportano requisiti e modalità di erogazione di questo nuovo bonus 1.000 euro.

Nuovo bonus 1.000 euro per i lavoratori dello spettacolo e del turismo nel DL Ristori quater

Nel testo del comunicato stampa numero 81 del 30 novembre della Presidenza del Consiglio dei Ministri una panoramica delle misure adottate e in arrivo col testo del Decreto Ristori quater.

Tra le altre:

“Viene erogata una nuova indennità una tantum di 1.000 euro gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, e ad altre categorie, tra i quali gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo in possesso di determinati requisiti, gli stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro involontariamente, gli intermittenti e gli incaricati di vendite a domicilio”.

Lo schema, come si legge nella bozza in circolazione, è lo stesso del bonus 1.000 euro introdotto prima dal Decreto Agosto e poi dal Decreto Ristori, primo tassello di un nuovo quadro di misure per il sostegno economico dei settori e dei cittadini maggiormente interessati dalle nuove restrizioni imposte.

Bonus 1.000 euroArticoloDecreto
Art. 9 DL numero 104 del 14 agosto 2020, Decreto Agosto
Art. 15 DL numero 137 del 28 ottobre 2020, Decreto Ristori
Art. 9, testo non ufficiale Decreto Ristori quater

Sono diverse le categorie di lavoratori che riceveranno questa nuova tornata di aiuti prevista dall’articolo 9:

  • lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali, anche in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro:
    • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
    • lavoratori intermittenti, di cui agli articoli da 13 a 18 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81;
    • lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie;
    • incaricati alle vendite a domicilio di cui all’articolo 19 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114.

Nuovo bonus 1.000 euro per i lavoratori dello spettacolo e del turismo nel DL Ristori quater: requisiti

Sui requisiti di accesso al nuovo bonus 1.000 euro per i lavoratori autonomi, dello spettacolo e del turismo, è necessario attendere il testo ufficiale del Decreto Ristori quater ma le indicazioni presenti nei provvedimenti che hanno già previsto la misura permettono di anticipare i requisiti richiesti.

Categoria lavoratoriRequisiti richiestiBonus inserito nel Decreto Ristori quater
Lavoratori dello spettacolo Essere iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo con almeno sette contributi giornalieri nel 2019 e con un reddito derivante non superiore a 35.000 euro o con almeno 30 contributi giornalieri nel 2019 e con un reddito derivante non superiore a 50.000 euro 1.000 euro
Lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali aver cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del DL Ristori quater con una prestazione di almeno 30 giornate, non essere titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente né di NASpI Bonus 1.000 euro
Lavoratori in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali aver cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del DL Ristori quater con una prestazione di almeno 30 giornate, non essere titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente né di NASpI Bonus 1.000 euro
Lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali aver cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del DL Ristori quater e aver svolto la prestazione lavorativa per almeno trenta giornate nel medesimo periodo Bonus 1.000 euro
Lavoratori intermittenti aver svolto la prestazione lavorativa per almeno trenta giornate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del DL Ristori quater Bonus 1.000 euro
Lavoratori autonomi occasionali privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del DL Ristori quater essere stati titolari di contratti autonomi occasionali riconducibili alle disposizioni di cui all’articolo 2222 del codice civile, non avere un contratto in essere, essere già iscritti alla data del 17 marzo 2020 alla Gestione separata con accredito di almeno un contributo mensile Bonus 1.000 euro
Incaricati alle vendite a domicilio avere un reddito annuo per l’anno 2019, derivante dalle medesime attività, superiore a 5.000 euro, essere titolari di partita IVA attiva e iscritti alla Gestione separata e non essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie Bonus 1.000 euro
Lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali essere titolari nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del Decreto Ristori quater di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate;
essere titolari nell’anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale nel settore del turismo e degli stabilimenti termali di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate
Bonus 1.000 euro

Anche questa volta per accedere al bonus 1.000 euro del Decreto Ristori quater, sarà necessario rispettare specifiche condizioni in base alla categoria di appartenenza. Ma ci sono alcuni requisiti comuni:

  • non essere titolare di pensione;
  • non avere un rapporto di lavoro dipendente.

Ma non solo, ad esempio, sono esclusi dall’indennità una tantum i lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali titolari Naspi, indennità di disoccupazione.

Nuovo bonus 1.000 euro per i lavoratori dello spettacolo e del turismo nel DL Ristori quater: domanda

Anche per avere maggiori dettagli sull’erogazione del nuovo bonus 1.000 euro sarà necessario attendere la pubblicazione del testo ufficiale del Decreto Ristori quater e le indicazioni dell’INPS a cui è affidato il compito di procedere con il pagamento.

Verosimilmente, però, si applicherà ancora una volta il meccanismo già consolidato dall’inizio dell’emergenza:

  • gli importi vengono riconosciuti automaticamente a coloro che hanno già presentato domanda in passato;
  • tutti gli altri dovranno presentare una domanda per accedere all’indennità una tantum secondo i tempi e le modalità stabilite dall’INPS.

La notizia di una nuova tranche di aiuti per i lavoratori dello spettacolo e del turismo, ma non solo, arriva proprio a pochi giorni dalla notizia della proroga della scadenza per la domanda del bonus 1.000 euro previsto dal Decreto Ristori.

Con la circolare numero 137 del 26 novembre 2020, l’Istituto ha fissato la data del 18 dicembre 2020 come termine ultimo per richiedere l’indennità anche se, ad oggi, 30 novembre non ha ancora attivato il servizio online per procedere con la domanda.

Con l’approvazione del Decreto Ristori quater, dunque, dovranno arrivare nuove e ulteriori istruzioni sul pagamento dei bonus.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network