Assegni familiari dipendenti pubblici: modulo NoiPA 2018

Anna Maria D’Andrea - Moduli del lavoro

Assegni familiari dipendenti pubblici, modulo ANF 2018 pubblicato da NoiPA e istruzioni: ecco requisiti e importi stabiliti.

Assegni familiari dipendenti pubblici: modulo NoiPA 2018

Assegni familiari dipendenti pubblici 2018: di seguito tutte le istruzioni e il modulo NoiPA per fare domanda nel rispetto dei requisiti previsti.

Come noto gli ANF (assegni al nucleo familiare) costituiscono un importo erogato in busta paga sia ai dipendenti pubblici che ai dipendenti privati.

Per fare domanda e ricevere gli assegni familiari per i dipendenti statali sarà necessario utilizzare il modulo ANF pubblicato da NoiPA che è possibile scaricare in formato PDF direttamente dal sito e compilare seguendo le istruzioni di seguito riportate.

Per quanto riguarda gli importi bisognerà invece far riferimento alle tabelle ANF pubblicate dall’INPS per il 2018 e per il 2019 che vengono aggiornate annualmente e pubblicate entro il mese di giugno.

Di seguito si allega il modulo assegni familiari NoiPA 2018 da scaricare e compilare per fare domanda e tutte le istruzioni su dove si presenta, requisiti e importi.

Assegni familiari dipendenti pubblici: modulo ANF NoiPA 2018

Il modulo per fare domanda di assegni familiari per i dipendenti pubblici è pubblicato ogni anno sul sito di NoiPA nella sezione Modulistica.

Per richiedere gli ANF 2018 bisognerà utilizzare l’ultimo modello pubblicato in formato pdf riferito ai redditi del 2017 e si ricorda che per beneficiare degli assegni al nucleo familiare è necessario fare domanda ogni anno in cui si rispettano i requisiti per beneficiarne.

Si allega di seguito il modulo NoiPA 2018 in formato PDF da compilare per richiedere gli assegni familiari dipendenti statali:

PDF - 26.5 Kb
Modulo assegni familiari NoiPA 2018
Scarica il modulo per fare domanda di ANF per dipendenti statali per il 2018 (redditi 2017)

ANF dipendenti pubblici 2018: cosa sono e chi può richiederli

L’assegno al nucleo familiare (ANF) è un importo erogato ai lavoratori dipendenti che viene calcolato in base alla tipologia del nucleo familiare, al numero di componenti e all’importo del reddito complessivo dichiarato.

La somma che viene erogata in busta paga non è uguale per tutti e la legge prevede importi e fasce di reddito maggiori per le famiglie di dipendenti pubblici o privati al cui interno vi sono componenti affetti da disabilità o in particolari situazioni di disagio.

Per consultare la tabelle ANF 2018 si rimanda alle istruzioni contenute nella circolare INPS per il 2018 e 2019.

Come abbiamo anticipato sopra, per ricevere gli assegni familiari NoiPA è necessario fare domanda ogni anno. Per richiedere gli ANF 2018 è importante sapere che:

  • lo stesso nucleo familiare può beneficiare di un solo assegno;
  • la domanda deve essere ripresentata ogni anno e devono essere comunicate tempestivamente le variazioni che comportino la cessazione o la rideterminazione dell’importo dell’assegno;
  • l’assegno è esente dal calcolo delle ritenute previdenziali e fiscali, in quanto non concorre alla formazione del reddito;
  • il diritto all’assegno si prescrive in cinque anni. E’ quindi possibile richiedere gli arretrati entro un periodo massimo di cinque anni dalla data della domanda stessa.

Assegni familiari dipendenti pubblici: come fare domanda NoiPA

Secondo le istruzioni fornite da NoiPA, nel modulo di domanda per richiedere gli assegni familiari il dipendente pubblico dovrà indicare le seguenti informazioni:

  • i dati anagrafici del richiedente;
  • la composizione del nucleo familiare;
  • la determinazione del reddito familiare annuo;
  • la dichiarazione di responsabilità del coniuge non dichiarante e del richiedente.

Per rispondere alla domanda di chi chiede dove si presenta il modulo ANF di NoiPA, ricordiamo che è possibile effettuare la consegna:

  • alle Ragionerie territoriali dello Stato (RTS), nel caso di personale appartenente agli uffici periferici dello Stato sia di persona che tramite posta ordinaria od elettronica oppure al proprio Ufficio di servizio per il successivo inoltro alla RTS;
  • all’Ufficio della propria Amministrazione od Ente che gestisce il trattamento economico dei dipendenti, nel caso di personale delle amministrazioni centrali statali o di altri Enti;
  • esclusivamente per i supplenti previ e saltuari, alla scuola titolare del rapporto di lavoro. Se il dipendente ha contratti con più di una scuola, il modello va consegnato a ciascun istituto.