Assunzioni agevolate: con il Bonus Sud aumento del 156 per cento rispetto al 2019

Francesco Rodorigo - Incentivi alle imprese

Assunzioni agevolate, si riscontra un incremento del 156 per cento rispetto al 2019, soprattutto grazie ai sostegni concessi dal Bonus Sud, che ha favorito nuovi rapporti di lavoro e variazioni contrattuali. I dati, riferiti al 2021, sono stati divulgati dal comunicato INPS del 24 marzo dedicato agli incentivi all'occupazione.

Assunzioni agevolate: con il Bonus Sud aumento del 156 per cento rispetto al 2019

Nel 2021 è aumentato il numero di assunzioni e variazioni contrattuali agevolate. INPS riscontra, rispetto al 2019, un incremento del 156 per cento dei contratti a cui si applicano gli esoneri, nonostante il numero delle attivazioni dei rapporti di lavoro sia ancora inferiore ai livelli pre-pandemia.

I dati, diffusi nel comunicato del 24 marzo 2022, mostrano la variazione dei rapporti agevolati, favoriti nella maggior parte dei casi all’estensione per l’anno 2021 delle agevolazioni legate al Bonus Sud, il quale prevede esoneri contributivi in favore delle aziende che operano nelle aree del Mezzogiorno.

Il settore economico più interessato da questo tipo di assunzioni è quello del “Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli; trasporto e magazzinaggio; servizi di alloggio e di ristorazione”.

Assunzioni agevolate: con il Bonus Sud aumento del 156 per cento rispetto al 2019

Il comunicato INPS del 24 marzo fornisce una serie di dati focalizzati sui risultati degli incentivi all’occupazione per l’anno 2021.

Il dato di maggiore rilevanza è sicuramente l’aumento dei rapporti agevolati instaurati durante l’anno, si registra, infatti, un incremento del 156 per cento rispetto al 2019 e del 96 per cento rispetto al 2020.

I motivi sono da riscontrate principalmente nelle misure adottate dallo Stato a favore dell’occupazione, in particolare quella giovanile e nelle aree del Sud.

Il Bonus assunzioni giovani, quello che riguarda le donne e la Decontribuzione Sud sono stati prorogati nel 2021 e rappresentano la maggior parte dei rapporti agevolati dello scorso anno.

Le assunzioni e le variazioni contrattuali instaurate grazie alle agevolazioni contributive sono state quasi 2 milioni, su un totale di 7,8 milioni di attivazioni. Il che significa che l’incidenza delle misure è stata del 25 per cento, un risultato decisamente importante.

Rispetto al 2020 sono aumentati anche i rapporti di lavoro instaurati tramite il Bonus assunzioni giovani e tramite il Bonus assunzione donne. Queste misure hanno consentito un incremento dei contratti agevolati rispettivamente del 99 per cento e del 55 per cento.

Donne e giovani quindi hanno usufruito maggiormente delle agevolazioni messe a disposizione delle imprese per favorire l’occupazione e nuove assunzioni.

Assunzioni agevolate, crescono con il Bonus Sud, i principali settori interessati

Il comunicato INPS evidenzia, dunque, l’incidenza sempre più crescente delle misure relative agli incentivi all’occupazione.

Il forte aumento (156 per cento) dei rapporti agevolati nel 2021 mette in risalto l’efficacia delle misure intraprese, ancor più se consideriamo il periodo di difficoltà legato alla pandemia.

Dal punto di vista della distribuzione geografica si rileva come i contratti agevolati di apprendistato e quelli relativi al Bonus giovani e al Bonus donne siano diffusi maggiormente al nord del Paese.

Il Bonus Sud evidentemente trova applicazione nel Mezzogiorno e interessa in particolare le regioni Campania, Puglia e Sicilia.

Per quanto riguarda, invece, i settori economici maggiormente coinvolti, in relazione a tutte le tipologie di incentivo, troviamo il Commercio all’ingrosso e al dettaglio; la riparazione di autoveicoli e motocicli; il trasporto e magazzinaggio; i servizi di alloggio e di ristorazione.

In relazione al Bonus donne, il settore con il maggior numero di rapporti incentivati è quello delle attività professionali, scientifiche e tecniche e amministrazione e servizi di supporto.

La maggior parte dei rapporti incentivati viene instaurata con aziende di piccole dimensioni, la cui forza lavoro non supera i 15 dipendenti, il che significa che le misure hanno favorito anche le piccole e micro imprese.

INPS - Comunicato stampa del 24 marzo 2022
Focus sugli incentivi all’occupazione

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network