Tessera sanitaria: cos’è e come si richiede? Tutte le istruzioni nella guida delle Entrate

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Tessera sanitaria: cos'è, come si richiede, cosa fare in caso di scadenza o smarrimento? A rispondere è l'Agenzia delle Entrate, con la guida pubblicata il 1° febbraio 2021, definita dal Direttore Ruffini come un piccolo gesto di attenzione per i cittadini.

Tessera sanitaria: cos'è e come si richiede? Tutte le istruzioni nella guida delle Entrate

Tessera sanitaria: cos’è e come si richiede? E ancora, cosa fare in caso di scadenza o smarrimento? Sono queste le domande che trovano risposta nella guida dell’Agenzia delle Entrate, pubblicata il 1° febbraio 2021.

La tessera sanitaria è il documento personale rilasciato a tutti i cittadini che accedono alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Serve per acquistare medicinali ed ai fini della detrazione Irpef, prenotare esami o visite specialistiche, e per comunicare in modo certificato il proprio codice fiscale.

La nuova versione della tessera sanitaria disponibile dal 2011 consente, una volta attivata, di essere utilizzata come Carta Nazionale dei Servizi. La TS-CNS permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione.

Sono anche questi gli aspetti sui quali si sofferma la guida dell’Agenzia delle Entrate, pubblicata il 1° febbraio 2021, presentata dal Direttore Ernesto Maria Ruffini come un “piccolo gesto di attenzione verso tutti i cittadini, in un periodo così difficile per il Paese”.

Tessera sanitaria: cos’è e come si richiede? Tutte le istruzioni nella guida delle Entrate

Sono più di 11 milioni e 350 mila le tessere sanitarie emesse nel corso del 2020, e quasi 10 milioni di queste, dotate di microchip, valgono come Carta Nazionale dei Servizi. La CNS, al pari delle credenziali SPID, apre le porte ai servizi online della Pubblica Amministrazione.

Sono circa 521 mila le tessere sanitarie inviate alle famiglie con bambini neonati. Più di 2 milioni e 100 mila emesse agli assistiti dal Sistema Sanitario Nazionale che sono nati all’estero. Oltre 2 milioni e 600 mila sono invece i duplicati emessi per furto o smarrimento nei 12 mesi da poco trascorsi. In particolare, quasi 2 milioni di questi duplicati riguardano Carte nazionali dei servizi (CNS).

Sono questi i numeri resi noti dall’Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 1° febbraio 2021, e che presentano la nuova guida tematica messa a disposizione dei cittadini.

Tessera Sanitaria - la guida dell’Agenzia delle Entrate
Scarica il vademecum dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 1° febbraio 2021

La guida alla tessera sanitaria spiega cos’è, come si richiede e quali sono i servizi ai quali è possibile accedere. Ogni tessera vale di norma 6 anni, e può essere utilizzata sia per la fruizione dei servizi sanitari nazionali che come chiave di autenticazione per l’accesso ai servizi pubblici online. Alla scadenza, il nuovo documento è inviato al cittadino senza necessità di richiesta.

Nella parte frontale sono indicati:

  • il codice fiscale del titolare della tessera
  • i dati anagrafici
  • la data di scadenza.

La parte posteriore costituisce la Tessera Europea Assistenza Malattia (T.E.A.M.), che garantisce assistenza sanitaria nell’Unione Europea, in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, secondo le normative vigenti nei singoli paesi.

Tessera sanitaria: come si richiede e ottiene

L’emissione della tessera sanitaria è gratuita, e viene rilasciata solo se:

  • il cittadino ha il codice fiscale correttamente attribuito dall’Agenzia delle entrate
  • è iscritto all’ASL di competenza e questa ha trasmesso i suoi dati al “Sistema tessera sanitaria”.

Come riportato nella guida dell’Agenzia delle Entrate, ai nuovi nati il codice fiscale viene attribuito dal Comune dopo la presentazione della dichiarazione di nascita da parte dei genitori (o dei tutori), attraverso il sistema telematico di collegamento con l’Anagrafe Tributaria.

In alternativa, il codice fiscale si può richiedere a qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

Dopo l’attribuzione del codice fiscale, la tessera sanitaria viene predisposta ed inviata automaticamente all’indirizzo di residenza del nuovo cittadino. La durata è di un anno.

Dopo la registrazione del bambino all’ASL di competenza è invece trasmessa la nuova tessera sanitaria, spedita anche questa volta direttamente presso la residenza indicata.

Per tutti gli altri cittadini, già in possesso di codice fiscale, per poter ricevere la tessera sanitaria è sempre necessaria la registrazione presso l’ASL di appartenenza.

Qualora il cittadino fosse sprovvisto di codice fiscale, dovrà preventivamente acquisirlo rivolgendosi a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle entrate.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network