Codice tributo 6099: istruzioni modello F24

Codice tributo 6099 per il saldo IVA annuale: istruzioni per il versamento del modello F24 in un'unica soluzione oppure a rate.

Codice tributo 6099: istruzioni modello F24

Scadenza saldo della dichiarazione IVA 2019, periodo d’imposta 2018: occorre versare quindi il relativo modello F24, con il versamento in un’unica soluzione oppure avvalendosi della rateizzazione. In ogni caso il codice tributo da utilizzare è il 6099.

Il codice tributo 6099 è deputato ai versamenti del saldo Iva annuale. Cerchiamo quindi di approfondire cos’è questo codice, insieme alle istruzioni su come fare per compilare il modello F24.

Il codice tributo 6099 deve essere usato sia nel caso di somme a credito che a debito per il saldo Iva. La scadenza per il versamento è fissata al 16 marzo di ogni anno, salvo che - come quest’anno per esempio - il 16 non cada di sabato o domenica.

Ecco le istruzioni per il versamento e scadenze saldo Iva risultante dalla dichiarazione 2019.

Codice tributo 6099: Modello F24 ed istruzioni

Il codice tributo 6099, come ricordato, si riferisce al saldo Iva annuale.

Si ricorda ai lettori che le istruzioni ministeriali per la dichiarazione Iva annuale impongono il versamento per importi superiori ai 10,33 euro.

Il versamento mediante modello F24 dell’importo del codice tributo 6099 può essere versato secondo due modalità differenti:

  • in un’unica soluzione
  • oppure a rate.

Per il codice tributo 6099 la scadenza da tenere in considerazione è quella del 16 marzo di ogni anno. Entro quella data deve essere effettuato il primo versamento relativo al saldo Iva mediante modello F24 telematico.

Le istruzioni rilasciate dall’Agenzia delle Entrate per il codice tributo 6099 garantiscono anche la possibilità di poter versare l’importo a debito Iva annuale per mezzo di rate.

In questo caso si dovrà calcolare un importo aumentato dello 0,33% mensile per ogni rata successiva alla prima.

Così la prima rata relativa al codice tributo 6099 avrà quindi interesse nullo, la seconda pari allo 0,33%, la terza dello 0,66%, e così via.

Similmente, per chi dovesse pagare l’Iva in data successiva al 16 marzo subirà una maggiorazione pari allo 0,40% per ogni mese o frazione di mese di ritardo. In sostanza il termine potrà essere differito fino alla prima scadenza ordinaria prevista per il versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi.

Anche in questo caso si potrà fruire del pagamento del saldo Iva con rate, ma con maggiorazione del 0,40% a cui si aggiungerà lo 0,33% per ogni rata successiva alla prima.

Le istruzioni per il codice tributo 6099 impongono inoltre come l’ultima rata non possa essere versata in ogni caso oltre il 16 novembre.

Il codice tributo 6099 è utilizzabile in compensazione verticale oppure orizzontale qualora dalla dichiarazione IVA emergesse un credito a favore del contribuente:

Codice tributo 6099: come fare per compilare il modello F24

Le istruzioni su come fare per compilare il modello F24 non presentano particolari difficoltà una volta conosciuto l’importo da versare per il saldo Iva annuale.

In primo luogo, la sezione del modello F24 nella quale va indicato il codice 6099 è quella di ‘Erario’. Questa presenta una serie di colonne da compilare: vediamo cos’è che bisogna aggiungere in ciascuna.

Avendo a che fare con il codice tributo 6099, è proprio tale numero che dovrà essere inserito sotto la colonna ‘codice tributo’ del modello F24.

Nella colonna con titolo ‘rateazione/regione/prov/mese rif’ andranno inserite 4 cifre, le prime due indicanti il numero della rata, le seconde le rate totali (per esempio, 0105). Nel caso di pagamento con codice tributo 6099 per importi a credito o in un’unica soluzione va inserito il numero 0101.

Infine nel modello F24 si dovrà segnalare l’anno di imposta (sotto ‘anno di riferimento’) e l’importo, prestando attenzione alla colonna a seconda se si abbia a che fare con crediti o debiti Iva annuale da versare con il codice tributo 6099.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it