Bonus e sconti, è in arrivo la piattaforma IDPay: cos’è e come funziona

Bonus e sconti pubblici: è in arrivo la piattaforma IDPay per velocizzare le procedure di pagamento. I dettagli su cos'è e come funziona il nuovo servizio sono contenuti nello schema di decreto del Ministro per l'Innovazione tecnologica sul quale è intervenuto il Garante per la Privacy, con un sì condizionato espresso il 3 ottobre 2022. Servono maggiori tutele sui dati sensibili degli iscritti.

Bonus e sconti, è in arrivo la piattaforma IDPay: cos'è e come funziona

Bonus e sconti pubblici, si va verso l’avvio della piattaforma IDPay che punta a velocizzare l’erogazione di contributi pubblici.

I dettagli arrivano dallo schema di decreto del Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale trasmesso al Garante per la Privacy, che con il parere del 3 ottobre 2022 si è espresso chiedendo maggiori tutele verso i dati trattati.

IDPay dovrebbe consentire di riconoscere il pagamento di bonus, sconti e contributi pubblici direttamente sul conto corrente dei beneficiari: una procedura automatizzata sulla quale servono tutele specifiche, al fine di ridurre il rischio di utilizzi impropri o di accessi non autorizzati.

Ma oltre alle osservazioni del Garante per la Privacy è interessante soffermarsi su cos’è IDPay e come funzionerà la piattaforma per l’erogazione di bonus e contributi pubblici, secondo quanto riportato nello schema di decreto.

Bonus e sconti, è in arrivo la piattaforma IDPay: cos’è e come funziona

Sarà destinata ai benefici economici pubblici riconosciuti per specifici acquisti effettuati mediante POS fisico o virtuale la piattaforma IDPay, nuovo strumento predisposto al fine di incentivare la digitalizzazione dei pagamenti e semplificare il processo di erogazione dei bonus fiscali.

Questi i primi dettagli contenuti nello schema di decreto trasmesso dal Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale all’Autorità Garante per la Privacy, ai fini delle opportune valutazione in materia di tutela dei dati personali.

IDPay è il nome dato dal Ministro Colao alla piattaforma per l’erogazione dei bonus fiscali prevista dal Decreto PNRR n. 152/2021, che all’articolo 28-bis delinea i contorni del servizio.

Il decreto ministeriale fissa invece le regole operative per il funzionamento della stessa e per l’accesso a bonus pubblici e sconti per i pagamenti effettuati con POS fisici o virtuali, prevedendo tra le altre cose la possibilità per l’utente di accedere ai benefici per i pagamenti eseguiti mediante gli strumenti censiti sulla piattaforma.

Come funzionerà la nuova piattaforma?

Sarà mediante le credenziali SPID o CIE che gli utenti potranno accedere alla piattaforma per il riconoscimento di bonus e sconti, per aderire volontariamente alle iniziative disponibili e registrare i propri strumenti di pagamento e di acquisto.

Ciascun beneficiario potrà quindi memorizzare uno o più IBAN sulla piattaforma IDPay, ai fini del pagamento del bonus riconosciuto direttamente sul conto corrente indicato.

Due i canali per il riconoscimento delle agevolazioni: come bonus, e quindi a rimborso, ma anche come sconto applicato direttamente dall’esercente, previa verifica in real time circa il rispetto dei requisiti necessari.

In caso di esito positivo delle verifiche sarà quindi autorizzato il beneficio, in tutto o in parte, sulla base delle regole previste dall’iniziativa.

Per il pagamento di bonus e sconti con IDPay servono più tutele in materia di privacy

Lo schema del decreto ministeriale di cui sopra dovrà essere adattato alle indicazioni in materia di tutela dei dati personali fornite dal Garante per la Privacy, che con il parere del 3 ottobre 2022 ha richiesto maggiori accorgimento in merito alle informazioni degli utenti.

Dai dati relativi ai consumi quotidiani e agli acquisti effettuati, fino a quelli relativi agli strumenti di pagamento e ai conti correnti, l’Autorità Garante chiede al ministero di adottare misure tecniche e organizzative che riducano il rischio di utilizzi impropri.

Tutele necessarie anche in merito alla raccolta dei dati: l’applicazione dovrà archiviare solo quelli utili all’erogazione dei bonus e degli sconti spettanti.

Sono queste soltanto alcune delle osservazioni del Garante per la Privacy e che guideranno le fasi successive per l’integrazione del decreto attuativo del Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale.

Un passaggio fondamentale e preliminare all’avvio della piattaforma IDPay, che punta a digitalizzare il rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione e favorire la diffusione dei pagamenti digitali.

Garante Privacy - il parere sul decreto relativo a IDPay
Parere sullo schema di decreto relativo alla piattaforma digitale per l’erogazione di benefici economici concessi dalle amministrazioni pubbliche, da adottarsi, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, ai sensi dell’art. 28-bis, comma 3, del d.l. 6 novembre 2021, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla l. 29 dicembre 2021, n. 233 - 28 luglio 2022 [9809029]

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network