Bollette luce e gas, dal bonus rafforzato al taglio IVA: a chi andrà lo sconto da 3,4 miliardi

Bollette luce e gas, più risorse per il bonus sociale con ISEE sotto soglia e in parallelo taglio dell'IVA: il decreto approvato il 23 settembre 2021 sterilizza parzialmente gli aumenti previsti da ottobre. In attesa del testo definitivo, facciamo il punto sui destinatari dello sconto da 3,4 miliardi.

Bollette luce e gas, dal bonus rafforzato al taglio IVA: a chi andrà lo sconto da 3,4 miliardi

Bollette luce e gas, aumento delle tariffe sterilizzato in parte.

Il decreto “energia” approvato in Consiglio dei Ministri il 23 settembre 2021 stanzia un totale di 3,4 miliardi di euro, che si tradurranno in uno sconto sulle bollette a partire dal mese di ottobre.

È mediante il rafforzamento del bonus sociale, riconosciuto ai contribuenti con ISEE sotto una determinata soglia, che sarà annullato l’aumento delle tariffe di luce e gas per le famiglie più fragili.

Non cambiano i requisiti per beneficiarne bensì l’importo massimo dell’agevolazione concessa, ma sarà l’ARERA a fissare i nuovi valori.

Un doppio intervento è invece previsto per la restante platea di contribuenti, con il taglio delle aliquote relative agli oneri generali di sistema e la riduzione al 5 per cento dell’IVA sulla bolletta del gas.

Bollette luce e gas, dal bonus rafforzato al taglio IVA: a chi andrà lo sconto da 3,4 miliardi

Si muove lungo più direttrici l’intervento previsto nel decreto “energia” approvato dal Consiglio dei Ministri del 23 settembre 2021, che punta a mitigare gli effetti dell’aumento delle bollette di luce e gas previsto dal mese di ottobre.

Per tutti gli utenti, famiglie e piccole e piccolissime imprese, saranno azzerate le aliquote degli oneri generali di sistema relativi al quarto trimestre 2021. Si tratta di un totale di 6 milioni di imprese e di 29 milioni di clienti domestici.

L’intervento sugli oneri di sistema si applicherà anche sulle bollette del gas, per le quali è previsto inoltre un intervento in materia di IVA. L’aliquota prevista passa per tutti gli utenti dal 10 o 22 per cento, a seconda del consumo, al 5 per cento.

Per la platea più folta dei destinatari delle novità previste dal decreto energia vi sarà quindi un intervento limitato e parziale. La riduzione degli aumenti sarà quindi attuata mediante un duplice intervento sugli oneri di sistema e sull’IVA.

Diverso il discorso per le famiglie con ISEE basso e per quelle numerose, per le quali il decreto del 23 settembre 2021 interviene rimodulando in aumento l’importo del bonus sociale sulle bollette di luce e gas. Saranno quindi tendenzialmente azzerati gli effetti del futuro aumento, recita il comunicato stampa pubblicato da Palazzo Chigi.

Bollette luce e gas, bonus sociale più alto per azzerare l’aumento: limite ISEE e novità 2021

Le novità previste per i beneficiari del bonus sociale sulle bollette di luce e gas sono quelle più rilevanti, almeno guardando all’impatto sui conti delle famiglie.

Il decreto bollette ha stanziato, stando a quanto riportato dal Sole24Ore, ulteriori 450 milioni di euro per il bonus luce e gas. Non sarà ampliata la platea dei beneficiari ma verrà aumentato l’importo dello sconto spettante.

Restano quindi invariati i requisiti per accedervi e il limite massimo dell’ISEE.

Sono quindi 3 milioni le famiglie beneficiarie del bonus sociale elettrico e 2,5 milioni quelle beneficiarie del bonus gas destinatarie dei nuovi fondi stanziati.

Si tratta nel dettaglio di:

  • nuclei con ISEE inferiore a 8.265 euro annui;
  • nuclei familiari numerosi (ISEE 20.000 euro annui con almeno 4 figli);
  • percettori di reddito o pensione di cittadinanza;
  • utenti in gravi condizioni di salute, utilizzatori di apparecchiature elettromedicali.

L’aumento delle bollette sarà tendenzialmente azzerato quindi esclusivamente per i nuclei familiari più fragili e, si ricorda, a partire dal 2021 il bonus sociale è riconosciuto in automatico, senza necessità di presentare domanda.

Sarà fondamentale aver presentato il modello ISEE per essere inclusi nella platea dei beneficiari dell’azzeramento del caro bollette, secondo gli importi che dovranno essere definiti dall’ARERA.

Si ricorda che ad oggi il bonus sulle bollette è calcolato in base al numero di componenti del nucleo familiare, e va dai 125 ai 173 euro. In caso di necessità di utilizzo di strumenti elettromedicali, l’ammontare riconosciuto sale fino a 663 euro. È invece calcolato in base alla zona climatica, alla composizione del nucleo e alla tipologia di utilizzo il bonus sociale sulle bollette del gas.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network