Tax credit librerie per l’anno 2018: scadenza per la domanda prorogata al 2 ottobre

Giuseppe Guarasci - Imposte

Tax credit librerie: domanda entro le ore 24 del 2 ottobre tramite il portale online dedicato. Concessa una proroga di due giorni per l'elevato numero di richieste. C'è ancora possibilità per i librai di accedere a un credito di imposta relativo al 2018 fino a un massimo di 10.000 o 20.000 euro. Istruzioni, requisiti e modalità per procedere entro la scadenza.

Tax credit librerie per l'anno 2018: scadenza per la domanda prorogata al 2 ottobre

Tax credit librerie, prorogata la scadenza per la domanda dalle ore 12 del 30 settembre alle ore 24 del 2 ottobre 2019. Più tempo per gli esercenti che hanno intenzione di beneficiare del credito di imposta relativo al 2018.

Per le richieste di accesso all’agevolazione è necessario utilizzare il portale predisposto ad hoc dalla direzione generale Biblioteche e Istituti culturali del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

Entro 30 giorni dalla scadenza i librai riceveranno una comunicazione con l’esito della domanda.

Chi gestisce una libreria indipendente può beneficiare di un credito di imposta fino a 20.000 euro, i gruppi editoriali, e chi vi rientra, che gestiscono direttamente delle attività commerciali invece possono arrivare fino a un massimo di 10.000 euro. In presenza di più punti vendita, è possibile richiedere più crediti di imposta.

Tax credit librerie, domanda entro il 2 ottobre per l’anno 2018: i requisiti

A introdurre il tax credit librerie per chi opera in prima linea nel settore dell’editoria è stata la Legge di Bilancio 2018. L’importo a cui si ha diritto è da calcolare in base a determinate voci di spesa sostenute nell’anno precedente:

  • Imu, Tasi, Tari dovute per i locali dove si svolge l’attività di vendita di libri al dettaglio;
  • imposta sulla pubblicità, tassa per l’occupazione di suolo pubblico;
  • spese per locazione al netto Iva;
  • spese per mutuo e contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente.

Per ciascuna delle voci è stabilito un massimale di costo, come indicato nella Tabella 1 allegata al Decreto attuativo del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo del 23 aprile 2018. E inoltre il valore del tax credit librerie viene determinato anche in base al fatturato.

Per essere ammesse al beneficio, le librerie devono rispondere ai requisiti che seguono:

  • avere una sede legale nello Spazio Economico Europeo;
  • essere soggetti a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale, ovvero per la presenza di una stabile organizzazione in Italia, cui sia riconducibile l’attività commerciale cui sono correlati i benefici;
  • essere in possesso di classificazione ATECO principale 47.61 o 47.79.1, come risultante dal registro delle imprese;
  • aver sviluppato nel corso dell’esercizio finanziario precedente ricavi derivanti da cessione di libri pari ad almeno il 70% del totale dichiarato.

Tax credit librerie: come presentare domanda entro il 2 ottobre

A dare la notizia della proroga è il Ministero per i beni e le attività culturali sul suo portale: a causa dell’elevato numero di richieste, il termine ultimo passa dal 30 settembre, alle ore 12, al 2 ottobre, fino alle ore 24.

Chi ha le carte in regola per beneficiare del tax credit librerie entro i nuovi termini deve collegarsi al portale taxcredit.librari.beniculturali.it e inoltrare la domanda. Nel manuale utente tutte le indicazioni da seguire per orientarsi sulla piattaforma.

Per procedere è necessario, in primo luogo, che il legale rappresentante dell’attività effettui la registrazione. Anche chi ha già avuto accesso al portale nell’anno precedente deve ripetere l’operazione collegandosi alla sezione “SPORTELLO DOMANDE”, selezionare “Registrazione utente”, e poi ancora “Compila e scarica la richiesta di registrazione”.

Una volta indicati tutti i dati, è necessario firmare digitalmente il modulo e caricare nuovamente il file sulla piattaforma.

Ottenute le credenziali si ha accesso all’area di gestione delle domande. Per procedere con la richiesta del tax credit librerie, oltre ai dati dell’attività, è necessario inserire sul portale tre diverse dichiarazioni che riguardano ricavi e contributi, voci di spesa rilevanti per il calcolo dell’importo, rapporti con altre imprese.

Nel momento in cui si inoltra l’istanza non è più possibile modificare i dati inseriti. Come si legge nel manuale, la data in cui si procede con l’invio non ha alcun impatto sulla valutazione della richiesta d’accesso al credito di imposta.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it