Tax credit librerie 2022, domanda fino alla scadenza del 7 novembre: arriva la proroga

Rosy D’Elia - Imposte

Tax credit librerie 2022: fino alla nuova scadenza del 7 novembre è possibile presentare domanda per accedere al credito d'imposta destinato agli esercenti che svolgono attività commerciale nel settore della vendita al dettaglio di libri, nuovi o usati, in esercizi specializzati. Slitta in avanti il termine previsto del 28 ottobre: le istruzioni per presentare l'istanza ed effettuare il calcolo del beneficio.

Tax credit librerie 2022, domanda fino alla scadenza del 7 novembre: arriva la proroga

Tax credit librerie 2022: fino alla scadenza del 7 novembre alle ore 12 sarà possibile inoltrare le domande per ottenere un credito d’imposta fino a un massimo di 10.000 o 20.000 euro. Arriva la proroga dalla Direzione Generale Biblioteche e diritto d’autore.

Dal 15 settembre gli esercenti che svolgono attività commerciale nel settore della vendita al dettaglio di libri, nuovi o usati, in esercizi specializzati possono richiedere l’agevolazione per le spese sostenute durante l’anno scorso.

Per inoltrare l’istanza è necessario utilizzare il portale dedicato: anche coloro che hanno richiesto l’agevolazione negli anni scorsi devono effettuare una nuova registrazione.

Le istruzioni da seguire arrivano dal Ministero della Cultura e in particolare la Direzione generale Biblioteche e Diritto D’Autore.

Tax credit librerie 2022, domanda dal 15 settembre: requisiti e modalità di calcolo

Il tax credit librerie introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 è destinato agli esercenti attività commerciali nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati.

Dal 15 settembre 2022 è possibile presentare domanda per accedere al credito d’imposta relativo alle spese effettuate nel corso del 2021 fino a un massimo di 10.000 euro, valore che arriva a 20.000 euro nel caso delle piccole librerie, non comprese in gruppi editoriali ma gestite dagli stessi esercenti.

L’importo effettivo del bonus librerie si calcola sui costi sostenuti tenendo conto di precisi limiti.

SpesaLimite
Imu 3.000 euro
Tasi 500 euro
Tari 1.500 euro
Imposta sulla pubblicità 1.500 euro
Tassa per l’occupazione di suolo pubblico 1.000 euro
Spese per locazione 8.000 euro al netto dell’Iva
Spese per mutuo 3.000 euro
Contributi previdenziali e assistenziali per i dipendenti 8.000 euro

Per presentare domanda di accesso al tax credit librerie 2022 è necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • essere esercenti di attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati con codice ATECO principale 47.61 o 47.79.1;
  • avere sede legale nello Spazio Economico Europeo;
  • essere soggetti a tassazione in Italia per la loro residenza fiscale, ovvero per la presenza di una stabile organizzazione in Italia, cui sia riconducibile l’attività commerciale a cui sono correlati i benefici;
  • aver sviluppato nel corso dell’esercizio finanziario precedente, in questo caso nel 2019, ricavi derivanti da cessione di libri, anche usati, pari almeno al 70 per cento dei ricavi complessivamente dichiarati.

Tax credit librerie 2022, domanda entro la scadenza del 7 novembre: le istruzioni

La tabella di marcia per l’accesso al tax credit librerie 2022 è stata definita dalla Direzione generale Biblioteche e Diritto D’Autore del Ministero della Cultura e rivista con un avviso pubblicato sul sito istituzionale.

Nel testo una precisazione importante:

“Con l’occasione si avvisa che per l’anno in corso nella domanda dovrà essere specificata anche la dimensione dell’impresa (micro, piccola, media, grande)”.

Chi ha le carte in regola per accedere al credito di imposta da calcolare sulla base delle spese sostenute nel 2021 deve presentare un’apposita domanda tramite il portale dedicato.

Per procedere si ha tempo fino alla scadenza del 7 novembre 2022 alle ore 12, il termine era inizialmente fissato al 28 ottobre. Per presentare l’istanza e ottenere il tax credit librerie il legale rappresentante deve prima di tutto effettuare la registrazione sul portale fornendo le seguenti informazioni:

  • i dati relativi all’impresa esercente:
    • ragione sociale;
    • codice fiscale;
  • campi relativi al legale rappresentante:
    • nome;
    • cognome;
    • codice fiscale;
    • email.

La richiesta di registrazione e la domanda di accesso al credito devono essere firmate dal legale rappresentante dell’impresa, mentre per le diverse dichiarazioni richieste a firmare deve essere un soggetto terzo, come ad esempio un commercialista o un CAF.

Tutti i dettagli per inoltrare la domanda correttamente sono contenuti nella guida operativa dedicata all’accesso all’agevolazione e aggiornata al 2022.

Ministero della Cultura - Guida alla compilazione della domanda per il tax credit librerie
Guida alla compilazione della domanda per il bonus librerie 2022

Dopo il 7 novembre 2022, data di scadenza per l’invio delle richieste, la Direzione generale Biblioteche e Diritto D’Autore invierà all’Agenzia delle Entrate la lista degli esercenti beneficiari del bonus librerie con il dettaglio degli importi a cui hanno diritto.

Dal 10 del mese successivo alla pubblicazione del decreto direttoriale che contiene la lista delle librerie destinatarie del tax credit, sarà possibile utilizzare le somme in compensazione tramite il modello F24.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network