Reti Gigabit ad alte prestazioni, 3,8 miliardi nel PNRR: l’approfondimento dei commercialisti

Tommaso Gavi - Commercialisti ed esperti contabili

Reti Gigabit ad alte prestazioni, tra gli approfondimenti del nuovo numero dell'informativa periodica Attività Internazionale, diffusa con il comunicato stampa di FNC e CNDCEC del 1° febbraio 2022, c'è il via libera dell'UE a fondi per 3,8 miliardi. Nel documento vengono analizzate anche le altre misure europee e internazionali per contrastare l'emergenza coronavirus.

Reti Gigabit ad alte prestazioni, 3,8 miliardi nel PNRR: l'approfondimento dei commercialisti

Reti Gigabit ad alte prestazioni, la Commissione europea mette a disposizione 3,8 miliardi di euro attraverso il PNRR.

Il focus è inserito nel 2° numero dell’informativa periodica “Attività internazionale” del 2022, a cura della Fondazione e del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Nella nuova pubblicazione, che approfondisce le misure per contrastare l’emergenza coronavirus in ambito europeo e internazionale, dedica uno spazio di approfondimento anche alla “minimum global tax”.

Il documento di studio analizza anche le stime sull’economia globale dell’ultimo bollettino del Fondo Monetario Internazionale e l’edizione di gennaio 2022 del testo unico sul “transfer pricing” dell’OCSE.

Reti Gigabit ad alte prestazioni, 3,8 miliardi nel PNRR: l’approfondimento dei commercialisti

Anche le reti Gigabit ad alte prestazioni sono tra i temi trattati all’interno del nuovo numero dell’informativa periodica “Attività internazionale”, curato dalla Fondazione e dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Nella seconda pubblicazione del 2022, diffusa con il comunicato stampa del 1° febbraio scorso, vengono analizzate le misure europee e internazionali per il contrasto dell’emergenza coronavirus.

Tra i temi affrontati c’è l’approvazione da parte della Commissione europea di risorse per 3,8 miliardi per l’Italia, fondi che saranno messe a disposizione attraverso il PNRR per la diffusione di reti Gigabit ad alte prestazioni in zone del paese scarsamente servite.

Nel comunicato stampa viene sottolineato che:

“La misura fa parte di una strategia globale che l’Italia ha voluto mettere in campo per rispondere alle esigenze dei cittadini e delle imprese nel contesto della digitalizzazione del paese e contribuirà inoltre al raggiungimento degli obiettivi strategici dell’Unione relativi alla transizione digitale.”

Un’altra misura affrontata nel documento di studio per i professionisti è la direttiva sulla “minimum global tax”.

La misura rientra tra le priorità del semestre di presidenza francese del Consiglio Europeo e dovrebbe attuare l’accordo concluso dal G20 dell’ottobre 2021.

Tale accordo prevede una tassa minima sui guadagni delle grandi multinazionali, al fine di limitarne le operazioni di elusione fiscale.

In merito, il comunicato stampa sottolinea che:

“consentirebbe infatti alla UE di rafforzare il proprio ruolo internazionale e la sua competitività, evitando la concorrenza sleale e stabilendo condizioni di parità per le imprese europee.”

FNC e CNDCEC - Informativa periodica Attività Internazionale, diffusa con il comunicato stampa del 1° febbraio 2022
Covid-19: International update n. 2/2022.

Reti Gigabit ad alte prestazioni, 3,8 miliardi nel PNRR: l’approfondimento dei commercialisti

Tra gli approfondimenti a cui viene dedicato spazio nell’informativa periodica di FNC e CNDCEC c’è l’ultimo bollettino del Fondo Monetario Internazionale, sulle stime relative all’economia globale.

La crescita prevista per quest’anno è minore rispetto a quella dello scorso anno e viene segnalata un’inflazione più alta e duratura del previsto. Le stime di crescita per l’Italia sono al 3,8 per cento per quest’anno e del 2,2 per cento per il 2023.

Infine un focus viene dedicato al testo unico sul “transfer pricing”, contenuto nell’ultima edizione dell’OCSE di gennaio 2022.

Nel documento ci sono le linee guida sui prezzi di trasferimento per le imprese multinazionali e le amministrazioni fiscali.

Il nuovo testo racchiude le modifiche apportate nelle scorse edizioni e raccoglie diverse guide, tra le quali:

  • una guida revisionata sull’applicazione del metodo della ripartizione dell’utile della transazione;
  • la guida per le amministrazioni fiscali sull’applicazione dell’approccio ai beni immateriali il cui valore è difficile da quantificare;
  • la nuova guida sul prezzo di trasferimento relativo alle operazioni finanziarie.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network