Reddito di cittadinanza, rinuncia per evitare la decadenza: le istruzioni per chi è senza green pass

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Reddito di cittadinanza, rinuncia per evitare la decadenza: dal Ministero del Lavoro i chiarimenti sulle regole da seguire e sulle date di scadenza degli obblighi per chi è senza green pass e partecipa ai progetti utili alla collettività. I dettagli nella nota 2003 del 7 marzo 2022.

Reddito di cittadinanza, rinuncia per evitare la decadenza: le istruzioni per chi è senza green pass

Reddito di cittadinanza, chi è senza green pass può procedere con la rinuncia per evitare di incorrere nella decadenza dal beneficio.

È questa la via che suggerisce il Ministero del Lavoro nella nota numero 2033 del 7 marzo 2022, con cui riepiloga le date di scadenza degli obblighi attualmente previsti per chi partecipa ai PUC, progetti utili alla collettività.

Le istruzioni cambiano in base all’età: regole più rigide e fino al 15 giugno 2022 sono previste per i cittadini over 50.

Reddito di cittadinanza, green pass richiesto per i PUC: rinuncia per evitare la decadenza

In seguito all’entrata in vigore di nuove regole sul green pass rafforzato, a partire dal 15 febbraio 2022, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali fa ordine sulle regole che i beneficiari del reddito di cittadinanza che partecipano ai progetti utili alla collettività, PUC, devono seguire.

In sintesi le istruzioni sono frutto di una serie di obblighi e precisazioni a cascata:

  • in linea generale attualmente per l’accesso agli uffici pubblici è necessario essere in possesso di green pass;
  • in base alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022 sia chi aderisce ai Patti per il Lavoro che ai Patti per l’Inclusione Sociale deve necessariamente partecipare a attività e colloqui da svolgere in presenza;
  • per i beneficiari del reddito di cittadinanza non avere il green pass non costituisce giustificato motivo per la mancata presentazione agli incontri;
  • quindi l’assenza per chi non ha la certificazione verde risulta ingiustificata;
  • per chi non si adegua alle disposizioni per evitare la decadenza dal beneficio è preferibile procedere con la rinuncia.

Nella nota numero 2033 del 2022 si legge:

“I beneficiari Rdc [...] tenuti per espressa previsione normativa a partecipare ai PUC a titolarità dei Comuni (art. 4 comma 15 del DL 4/2019) rientrano tra coloro che a qualsiasi titolo svolgono attività presso strutture pubbliche”.

Di conseguenza, chi riceve il reddito di cittadinanza e partecipa ai progetti dei comuni deve avere e all’occorrenza esibire la certificazione verde base o rafforzata, in base all’età.

Con le novità introdotto dal decreto Legge numero 1 del 7 gennaio 2022, dal 15 febbraio alla scadenza del 15 giugno 2022 tutti i lavoratori over 50, indipendentemente dal settore e dalla tipologia di attività, devono possedere il super green pass per accedere al proprio luogo di lavoro.

Per svolgere la propria attività, quindi, non basta più il tampone, ma è necessaria la vaccinazione o la guarigione da Covid.

Reddito di cittadinanza, green pass richiesto per i PUC: rinuncia per evitare la decadenza

Secondo le disposizioni attualmente in vigore, si distinguono in base all’età regole e date di scadenza per il rispetto degli obblighi.

Cittadini interessatiObbligoData di inizio e di scadenza dell’obbligo
Beneficiari del Reddito di cittadinanza a prescindere dall’età possedere ed esibire il Green pass base Dal 15 ottobre al 31 marzo 2022
Beneficiari del reddito di cittadinanza over 50 Possedere ed esibire il Super Green Pass Dal 15 febbraio al 15 giugno 2022

Nella nota del 7 marzo 2022, messa a disposizione da ANCI, si specifica:

“Il mancato rispetto di tali disposizioni si configurerà quale mancata partecipazione al PUC, sarà considerato assenza ingiustificata come da nota 8526 del 29 ottobre 2021 e trattato come previsto in casi di assenza ingiustificata reiterata ai sensi del DM 22 ottobre 2019”.

Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali - Nota numero 2003 del 7 marzo 2022
Partecipazione ai Progetti Utili alla Collettività e certificazione verde Covid – 19 Super Green Pass

L’obbligo di possedere e di esibire la certificazione verde COVID-19 non si applica a coloro che, per condizione medica, non possono ricevere o completare la vaccinazione e ottenere il green pass.

Chiarite le regole, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali suggerisce anche la strada da seguire a chi non ha intenzione di rispettarle.

I beneficiari del reddito di cittadinanza che non vogliono dotarsi di green pass, base o rafforzato in base all’età, possono procedere con la rinuncia al beneficio per evitare la decadenza.

In questo modo, quando gli obblighi non saranno più in vigore o quando si otterrà la certificazione verde, sarà possibile ripresentare domanda immediatamente.

Chi perde il beneficio, infatti, deve aspettare 18 mesi prima di richiederlo, 6 in presenza di disabili o minorenni nel nucleo familiare.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network