Raccolta punti con l’app di shopping: per i negozianti IVA ordinaria su acquisti e rimborsi

Raccolta punti tramite l'app di shopping: IVA ordinaria per le operazioni che coinvolgono in diverso modo i negozianti e la società di sviluppo della piattaforma. Sono rilevanti in quanto costituiscono parte del corrispettivo dovuto per far parte del circuito. I dettagli nella risposta all'interpello numero 392 del 7 giugno 2021.

Raccolta punti con l'app di shopping: per i negozianti IVA ordinaria su acquisti e rimborsi

Raccolta punti tramite l’app di shopping: si applica l’IVA ordinaria alle operazioni necessarie per dare vita al sistema di acquisti e sconti che coinvolgono negozianti e società di sviluppo della piattaforma.

Non possono essere considerate esenti in quanto costituiscono parte del corrispettivo dovuto dagli esercenti per far parte del circuito.

A chiarirlo è l’Agenzia delle Entrate con la risposta all’interpello numero 392 del 7 giugno 2021.

Raccolta punti con l’app di shopping: IVA ordinaria per acquisti e rimborsi

Come di consueto, lo spunto arriva dall’analisi di un caso pratico. Protagonista è una società che sta ideando una piattaforma online/applicazione, contraddistinta da un marchio, per dare la possibilità a diversi esercenti di avere visibilità e promuovere i propri prodotti.

Ogni negoziante, per entrare nel circuito creato dalla app, sottoscrive un contratto-abbonamento mensile e riconosce ai clienti un punto per ogni euro speso.

I punti per l’esercente hanno un costo di 5 centesimi e la società a fine mese in base ai punti effettivamente attribuiti dall’esercente ai consumatori emette fattura.

Accumulando i punti, i clienti possono ottenere uno sconto sul prezzo di acquisto presso alcuni dei negozi del circuito.

Gli esercenti che applicano lo sconto vengono poi rimborsati per il 50 per cento dalla società che gli riconosce 2,5 centesimi per ogni punto.

Facendo un esempio pratico, per una spesa di 100 euro con 600 punti pari a 5 centesimi di sconto la somma dovuta dal cliente è pari a 70 euro e al commerciante viene rimborsato un totale di 15 euro per i punti ricevuti.

La società che sta per creare questa rete di shopping finalizzata alla raccolta punti si rivolge all’Agenzia delle Entrate per verificare il trattamento IVA da applicare alle operazioni che si realizzano:

  • quando i negozianti acquistano i punti concessi ai clienti;
  • quando la società rimborsa i punti accettati dai negozianti sotto forma di sconto per i clienti.

Dal suo punto di vista entrambe potrebbero essere operazioni non rilevanti ai fini IVA ai sensi dell’articolo 2, terzo comma, lettera a), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.

Ma l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello numero 392 del 7 giugno 2021, pone il suo veto.

Sia nel caso degli acquisti che nel caso dei rimborsi dei punti si applica l’IVA ordinaria.

Raccolta punti con l’app di shopping: IVA ordinaria per le operazioni

Nel motivare la sua risposta l’Agenzia delle Entrate si sofferma su quanto stabilito dal contratto che dovrebbe regolare i rapporti tra la società che sviluppa l’app di shopping per la raccolta punti e i singoli negozianti.

Da quanto evidenziato l’acquisto dei punti rappresenta per tutti gli esercenti parte
del corrispettivo dovuto
alla società per l’affiliazione al circuito di shopping legato alla app e “come tale regolarmente assoggettato ad IVA con aliquota ordinaria”.

Lo stesso discorso può valere per il rimborso dei punti dei clienti accettati da alcuni negozianti coinvolti nell’iniziativa, che non è totale ma pari solo al 50 per cento.

Nel testo, infatti, si legge:

La Società non rimborsa l’intero importo dei punti resi: si limita a rimborsare la metà, ossia 0,025 Euro per ogni punto restituito quando i medesimi sono stati in precedenza acquistati da un Esercente a 0,050 Euro.

Quanto a dire quindi che - come affermato dal Contribuente in sede di documentazione integrativa - “Punto 14) La rimanente parte del 50 per cento che non viene rimborsata all’esercente costituisce per la scrivente società un elemento di ricavo”.

Tutti i dettagli sono contenuti nel testo integrale della risposta all’interpello numero 392 del 7 giugno 2021 dell’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate - Risposta all’interpello numero 392 del 7 giugno 2021
IVA - Assegnazione e utilizzo dei punti nell’ambito di un programma di fidelizzazione mediante App - Disciplina IVA.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network