Quattordicesima 2018: quando arriva?

Redazione - Leggi e prassi

Quando arriva la quattordicesima nel 2018? Vediamo qual è il mese in cui viene pagata a pensionati e lavoratori che ne hanno diritto.

Quattordicesima 2018: quando arriva?

Quando arriva la quattordicesima nel 2018? Con l’arrivo dell’estate molti pensionati e lavoratori iniziano a chiedersi quando viene pagata e quali sono le date di pagamento previste sia dall’INPS che dai CCNL di categoria.

È necessario specificare sin da subito che non tutti hanno diritto alla quattordicesima ma che, al contrario, a poter beneficiare dell’erogazione di un’ulteriore mensilità in busta paga sono soltanto alcune categorie di pensionati e lavoratori dipendenti.

La quattordicesima spetta ai pensionati di almeno 64 anni che hanno un reddito complessivo fino a un massimo di 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti e a pagare in questo caso è l’INPS.

Al contrario, i lavoratori dipendenti per capire quando spetta la quattordicesima dovranno far riferimento al proprio CCNL di categoria. Hanno diritto alla mensilità aggiuntiva, ad esempio, lavoratori del commercio e del terziario, del turismo, del settore alimentare e di trasporti e logistica.

Cerchiamo di seguito di capire qual è il mese in cui è pagata e quale orientativamente, la data in cui sarà accreditata la quattordicesima 2018.

Quattordicesima 2018: ecco quando arriva

Manca poco: la data in cui sarà pagata la quattordicesima 2018 cade, solitamente, nel mese di luglio.

I pensionati riceveranno l’importo spettante insieme all’assegno relativo al mese di luglio e, in base al calendario dei pagamenti dell’INPS, la quattordicesima sarà pagata il 2 luglio 2018 sia per chi ha l’accredito in posta che per chi, invece, riscuote la pensione in banca.

Diversa è invece la data di pagamento prevista per quei lavoratori che hanno diritto alla quattordicesima perché, in questo caso così come per la tredicesima, a pagare è direttamente il datore di lavoro sulla base di quanto previsto dal CCNL di categoria.

Solitamente, tuttavia, anche i lavoratori riceveranno il pagamento della quattordicesima al massimo entro il mese di luglio: per fare un esempio, ai lavoratori del commercio è previsto che il datore di lavoro paghi obbligatoriamente la quattordicesima entro il 1° luglio.

Tuttavia, per chi si chiede in che mese è pagata, si sottolinea che il datore di lavoro ha facoltà di procedere con l’accredito dell’importo anche con la busta paga consegnata a giugno nel caso in cui non volesse emettere un cedolino separato soltanto per la quattordicesima.

Quattordicesima: quando matura?

Oltre a capire quando arriva, vediamo di seguito quando matura la quattordicesima, elemento essenziale per effettuare il calcolo dell’importo verrà erogato entro il mese di luglio 2018.

Accanto all’ordinario orario di lavoro, concorrono al calcolo della quattordicesima e ai mesi lavorati le seguenti tipologie di assenze retribuite:

  • congedo di maternità e paternità;
  • malattia a carico del datore di lavoro;
  • infortunio entro i tempi previsti dal proprio contratto;
  • ferie;
  • festività e permessi;
  • congedo matrimoniale;
  • riposo giornaliero per allattamento.

Al contrario la quattordicesima non matura nei seguenti casi:

  • congedo parentale;
  • lavoro straordinario;
  • lavoro notturno;
  • scioperi;
  • permessi;
  • servizio di leva;
  • assegni al nucleo familiare;
  • aspettative;
  • malattie e infortuni oltre le tempistiche stabilite nel contratto.

Hanno diritto a percepire la quattordicesima anche i lavoratori assunti con contratto part-time, con calcolo riproporzionato sulla base del proprio orario di lavoro.