Comunicati stampa Agenzia delle Entrate: disapplicazione sanzioni e proroghe fiscali

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

L'Agenzia delle Entrate ha diramato due comunicati stampa: disapplicazione delle sanzioni causa maltempo e proroga ufficiale invio dati in scadenza domani.

Comunicati stampa Agenzia delle Entrate: disapplicazione sanzioni e proroghe fiscali

L’Agenzia delle Entrate ha diramato due comunicati stampa ufficiali nella serata di oggi.

Nel primo viene annunciata la disapplicazione delle sanzioni in ordine alle scadenze fiscali di questi giorni. La motivazione è legata ai recenti eventi meteorologici eccezionali.

Non è stato ancora chiarito, tuttavia, né quali zone potranno beneficiare della disapplicazione delle sanzioni, né per quali adempimenti.

Ecco il testo ufficiale del comunicato stampa in oggetto:

L’Agenzia delle entrate, in considerazione dei recenti eventi meteorologici eccezionali, comunica che sarà valutata la disapplicazione per causa di forza maggiore delle sanzioni previste per ritardi nell’effettuazione degli adempimenti tributari, anche in relazione ad eventuali provvedimenti che potranno individuare le aree interessate da tali eventi”.

PDF - 202.2 Kb
Ufficiale: disapplicazione sanzioni per gli adempimenti fiscali di fine mese
Clicca sull’icona per eseguire il download del comunicato stampa ufficiale con cui l’Agenzia delle Entrate ha annunciato la disapplicazione delle sanzioni sugli adempimenti fiscali in scadenza per i contribuenti residenti nelle zone colpite dal maltempo.

Sempre in serata l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento numero 46319 con cui viene annunciata la proroga ufficiale al prossimo 9 marzo 2018 dei seguenti adempimenti la cui scadenza originaria era prevista per il 28 febbraio:

  • trasmissione telematica dei dati riguardanti le spese relative alle rette per la frequenza degli asili nido, esclusivamente con riferimento ai dati relativi alle spese sostenute nel 2017 e ai relativi rimborsi;
  • comunicazione dell’opposizione a rendere disponibili all’Agenzia delle entrate i dati riguardanti le spese relative alle rette per la frequenza degli asili nido;
  • trasmissione telematica dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali;
  • trasmissione dei i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate per effetto dei contributi versati di cui alla lettera a) del comma 2 dell’articolo 51 e di quelli di cui alla lettera e-ter) del comma 1 dell’articolo 10 del Testo unico delle imposte sui redditi, approvato con il decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, nonché i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate che comunque non sono rimaste a carico del contribuente ai sensi dell’articolo 10, comma 1, lettera b), e dell’articolo 15, comma 1, lettera c), dello stesso Testo unico.
PDF - 233.8 Kb
Provvedimento Agenzia delle Entrate numero 46319 del 27 febbraio 2018
Proroga ufficiale al prossimo 9 marzo 2018 per le comunicazioni all’anagrafe tributaria, ai fini della elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata 2018, dei dati riguardanti le rette per la frequenza degli asili nido, gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali e le spese sanitarie rimborsate.

Comunicazione dati asilo nido per il modello 730 precompilato: una proroga annunciata

Come più volte sottolineato nei precedenti interventi sul tema, la proroga dell’invio dati relativo agli asili nido era ampiamente prevedibile. Per quale motivo?

Perché si tratta di un adempimento introdotto in “modalità retroattiva”; lo scorso 31 gennaio 2018, infatti, gli operatori del settore sono venuti a conoscenza di un nuovo obbligo che disponeva per l’anno precedente. Come se ciò non bastasse, soltanto lo scorso 9 febbraio sono state pubblicate le specifiche tecniche necessarie per l’esecuzione dell’adempimento medesimo. Ovvero neanche 20 giorni prima della scadenza prevista originariamente al 28 febbraio.