Modello ISEE 2019, documenti e calcolo

Giuseppe Guarasci - Modello Isee

Modello ISEE 2019, documenti da presentare al CAF e come fare il calcolo: tutte le istruzioni per il rilascio della DSU in scadenza il 15 gennaio.

Modello ISEE 2019, documenti e calcolo

Modello ISEE 2019, documenti e come fare il calcolo della DSU necessaria per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate. In questa guida tutte le informazioni utili e le regole dell’INPS.

In primo luogo si ricorda che come ogni anno, il modello ISEE richiesto nel 2018 perde validità il 15 gennaio 2019, a prescindere dalla data in cui è stato rilasciato dal CAF, dal proprio commercialista, oppure online dall’INPS.

Per richiedere il rinnovo del modello ISEE è necessario aver cura di preparare i documenti relativi a redditi e patrimonio posseduto da chi presenta la richiesta e dal proprio nucleo familiare. Questi dati serviranno al CAF per inoltrare all’INPS la richiesta di calcolo dell’ISEE.

Per chi si chiede cos’è il modello ISEE, ricordiamo che si tratta del parametro utilizzato per valutare i requisiti d’accesso a molte prestazioni agevolate sia da parte dello Stato che da parte dei singoli comuni. La DSU ai fini ISEE serve infatti per richiedere le agevolazioni scolastiche, sanitarie, i bonus per le famiglie e anche per valutare i requisiti per l’accesso al reddito di inclusione e, a partire dalla metà del 2019, del nuovo reddito di cittadinanza.

Per poter calcolare il valore del proprio ISEE e capire se si ha diritto ad agevolazioni l’INPS ha messo a punto uno strumento di simulazione, che permette agli utenti di capire qual è la propria situazione economica e valutare in anticipo la possibilità o meno di accedere alle prestazioni sociali agevolate.

In ogni caso sarà poi necessaria la richiesta del modello ISEE al CAF, al proprio commercialista o direttamente all’INPS e proprio per questo vediamo di seguito quali documenti servono per richiedere il modello ISEE 2019 e le regole per il calcolo della DSU.

Modello ISEE 2019, quali documenti servono per il calcolo

I documenti che bisogna presentare per richiedere il modello ISEE 2019 sono sia quelli relativi ai redditi percepiti dal richiedente e dai componenti del proprio nucleo familiare che quelli di case, conti correnti e altri beni mobili e immobili.

Per compilare la DSU ai fini del calcolo del modello ISEE è necessario essere muniti e presentare al CAF o al proprio commercialista i seguenti documenti del nucleo familiare:

  • stato di famiglia;
  • codice fiscale;
  • documento d’identità valido;
  • ultima dichiarazione dei redditi (modello UNICO o modello 730);
  • certificazione dei redditi (Certificazione Unica, ex CUD);
  • contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato;
  • saldo contabile dei depositi bancari e postali;
  • estratti conto con giacenza media annuale dei depositi bancari e postali al 31/12/2018;
  • azioni o quote detenute presso società od organismi di investimento collettivo di risparmio;
  • dati patrimonio immobiliare così come risultanti da visura catastale;
  • contratto di assicurazione sulla vita.

Per ogni componente del nucleo familiare sarà necessario predisporre dei documenti sopra indicati, che saranno utilizzati per calcolare l’ISEE per il 2019.

Ovviamente la presentazione della dichiarazione dei redditi da modello Unico o modello 730 non è dovuta nel caso di componenti del nucleo familiari non titolari di reddito da lavoro.

In mancanza d’obbligo di presentare dichiarazione dei redditi modello Unico o modello 730 bisognerà presentare la Certificazione Unica 2018 (ex Cud), sempre relativa ai redditi 2017.

Bisogna altresì presentare i seguenti documenti:

  • certificati di invalidità;
  • documentazione attestante compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, redditi prodotti all’estero, borse e/o assegni di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli, compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche (ivi compreso somme percepite da enti musicali, filodrammatiche e similari).

Modello ISEE: documenti patrimonio mobiliare e immobiliare per il calcolo della DSU 2019

Per il calcolo della DSU e del modello ISEE 2019 bisognerà predisporre tutti i documenti attestanti il proprio patrimonio mobiliare e immobiliare al 31/12/2018. I documenti necessari sono, nel dettaglio, quelli relativi a:

  • titoli di stato, buoni postali, partecipazioni azionarie, obbligazioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, forme assicurative di risparmio ecc;
  • saldo e giacenza media annua di estratti conto correnti, depositi bancari e postali, libretti postali e simili.
  • mutui (Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà) o case di proprietà (Certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni);
  • assicurazioni sulla vita;
  • targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto, posseduti alla data di presentazione della dichiarazione.

Modello ISEE 2019: documenti portatori di handicap per il calcolo della DSU

Nel caso di presenza nel nucleo familiare di soggetti portatori di handicap per il calcolo del modello ISEE 2019 serviranno i seguenti documenti:

  • certificazione dell’handicap (denominazione dell’ente che ha rilasciato la certificazione, numero del documento e data del rilascio);
  • spese pagate per il ricovero in strutture residenziali (nell’anno precedente la presentazione della DSU) e/o per l’assistenza personale (detratte/dedotte nella dichiarazione dei redditi del secondo anno precedente a quello di presentazione della DSU).

Calcolo modello ISEE 2019

I documenti sopra indicati serviranno all’INPS per calcolare la DSU necessaria ai fini della predisposizione dell’ISEE.

Per il calcolo del modello ISEE 2019 bisogna effettuare il rapporto tra:

  • somma dei redditi tenuto conto dell’indicatore della situazione patrimoniale mobiliare ed immobiliare;
  • scala di equivalenza (strumento matematico atto a rendere comparabili i redditi delle famiglie con una diversa struttura).

Alcune utili istruzioni su come si calcola l’ISEE sono riportate sul sito dell’Inps: l’importo finale è ricavato dal rapporto tra l’indicatore della situazione economica (ISE= valore assoluto dato dalla somma dei redditi e del 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare) e il parametro desunto dalla Scala di Equivalenza di seguito riportata con le maggiorazioni previste.

Numero dei componentiParametro
1 1,00
2 1,57
3 2,04
4 2,46
5 2,85
  • Maggiorazione di 0,35 per ogni ulteriore componente;
  • Maggiorazione dello 0,5 per ogni componente con disabilità media, grave o non autosufficiente;
  • Maggiorazione di 0,2 in caso di presenza nel nucleo di tre figli, 0,35 in caso di quattro figli, 0,5 in caso di almeno cinque figli;
  • Maggiorazione di 0,2 per nuclei familiari con figli minori, elevata a 0,3 in presenza di almeno un figlio di età inferiore a tre anni compiuti, in cui entrambi i genitori o l’unico presente abbiano svolto attività di lavoro o di impresa per almeno sei mesi nell’anno di riferimento dei redditi dichiarati. La maggiorazione si applica anche in caso di nuclei familiari composti esclusivamente da genitore solo non lavoratore e da figli minorenni. Ai soli fini della maggiorazione, fa parte del nucleo familiare anche il genitore non convivente, non coniugato con l’altro genitore, che abbia riconosciuto i figli, a meno che non ricorrano casi specifici;
  • per la determinazione del parametro della scala di equivalenza, il componente del nucleo, che sia beneficiario di prestazioni sociosanitarie residenziali a ciclo continuativo o si trovi in convivenza anagrafica e non sia considerato nucleo familiare a se stante, incrementa la scala di equivalenza, calcolata in sua assenza, di un valore pari ad 1.

Simulatore calcolo ISEE 2019

Effettuare il calcolo dell’ISEE non è semplice ma è un aspetto fondamentale per capire se si ha o meno diritto ad una delle prestazioni sociali agevolate.

Proprio a tal fine, l’Inps mette a disposizione dei contribuenti il Simulatore per il calcolo, che tuttavia non ha valore legale.

L’utilità del servizio di simulazione è quella di consentire al cittadino di sapere in tempo reale qual è la propria situazione economica e se rispetta gli specifici requisiti richiesti per l’accesso alle agevolazioni riconosciute in base ai valori del modello ISEE.

Il calcolo dell’ISEE simulato dall’INPS non costituisce e non sostituisce il modello ISEE vero e proprio, che si ottiene solo con l’attestazione rilasciata dall’INPS a seguito di presentazione della DSU.

Modello ISEE 2019: dove e come si richiede

In chiusura è bene fare un accenno a come si richiede il modello ISEE e dove è possibile rivolgersi.

Oltre a richiederne la compilazione e il calcolo al CAF o ad un commercialista, è possibile compilare la DSU anche online sul sito dell’INPS. In tal caso è necessario essere in possesso del Pin dispositivo rilasciato dall’Istituto o delle credenziali SPID.

Ci sono diverse modalità per richiedere il modello ISEE.

La DSU può essere compilata da:

  • Ente che eroga la prestazione sociale agevolata;
  • Comune;
  • Centro di Assistenza Fiscale (CAF);
  • Inps in modalità telematica presso le sedi INPS oppure collegandosi al sito Internet www.inps.it, nella sezione Servizi On-Line – Servizi per il cittadino.

Soltanto dopo la compilazione della DSU (per la quale è necessario presentare i documenti di cui sopra) l’INPS effettuerà il calcolo della situazione economica del richiedente, incrociando i dati presenti nelle banche date dell’Istituto e dell’Agenzia delle Entrate.

Solitamente il rilascio del modello ISEE avviene in circa 15 giorni ed è per questo che si consiglia di richiederlo per tempo qualora si intende fare domanda di accesso a bonus o agevolazioni.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it